Feed RSS del blog Seguici su Twitter Seguici su Facebook Segnala questa pagina via email

Viaggiare
Leggeri

Blog, argomento: linee aeree bagaglio a mano 

Gli articoli del blog di ViaggiareLeggeri sull'argomento linee aeree bagaglio a mano

La normalizzazione di Ryanair

Scritto da ViaggiareLeggeri, 04-06-2013 alle 17:34 | 0 commenti  | Permalink
Ryanair e' la linea aerea di cui ci capita di parlare piu' spesso. E' anche una delle poche compagnie operanti sulla rotta Torino-Londra, che per chi scrive e' una rotta-chiave. E Ryanair sta cambiando: sembra sempre piu' una linea aerea "convenzionale", a dispetto delle tante critiche (o forse grazie ad esse). Prendendo il solito volo Ryanair Torino-Londra, ieri mattina, ho notato che:

1) Su quattro assistenti di volo a bordo, una era precisa e severa (quando e' stata costretta a chiedere ripetutamente ai passeggeri di fare silenzio durante le istruzioni sulle misure d'emergenza), una era professionale, sorridente, rilassata e rapida nell'accorrere al minimo cenno di problemi, uno era giovane e un po' imbranato ma molto disponibile ad aiutare, e l'ultima era ovunque, simpaticissima, sorridente coi bambini, pronta a fare battute per alleggerire la tensione, e capace di far entrare nel vani bagagli anche dei trolley palesemente sovradimensionati (alla faccia della presunta crudelta' Ryanair). Assistenti di volo sereni, cosa vorra' dire? Probabilmente subiscono meno pressioni che in passato per vendere caffe' e gratta e vinci e per multare i passeggeri che infrangono il regolamento. Oppure hanno avuto degli aumenti di stipendio che rendono meno pressante la ricerca dei "premi produzione".

2) Nessuno ha viaggiato col trolley sulle gambe, e a nessuno e' stato imposto di caricarlo in stiva. L'aereo era pieno, eppure c'e' stato spazio per i bagagli a mano di tutti i passeggeri. Considerato che Ryanair non ha modificato le dimensioni massime del bagaglio a mano consentito (ricordiamole: 55x40x20cm), e che non ha neppure allargato i vani per i bagagli al di sopra dei sedili, c'e' da pensare che abbia lasciato liberi alcuni vani che in precedenza venivano occupati, per esempio, da alcuni metri cubi di gratta & vinci, aumentando quindi lo spazio a disposizione dei passeggeri.

3) Ho misurato le gabbie per il bagaglio a mano presenti a Torino-Caselle (sentiti ringraziamenti alla dipendente Sagat, al check-in Ryanair, che mi ha prestato il metro da sarta). La profondita' del trolley (la "pancia" che emerge col trolley strapieno) era l'unica cosa che m'interessava, visto che rientrare nei 20cm non sempre e' facile: la sagoma di controllo in aeroporto offre due centimetri di tolleranza, misura infatti 22cm. Quindi Ryanair non sta "barando" con le misure delle gabbiette, non sta cercando di "pelare" i passeggeri.

4) All'imbarco c'erano passeggeri con borse flosce, zaini e trolley ben piu' panciuti di 20cm, o 22cm, o 30cm. Ryanair non ha multato nessuno, non ha fatto caricare in stiva nessun bagaglio a mano, il suo personale non ha alzato la voce con nessuno. E un paio di passeggeri sono pure riusciti a portare a bordo delle "cose" che parevano valigie da stiva in tutto e per tutto, non semplice "bagaglio a mano". Lo sapete, vero, che lo spazio a bordo di un aereo e' limitato?

5) Ho mangiato e bevuto a bordo del volo. Sono uno che legge prima i prezzi di quel che compra, sempre. E mangiare su un volo Ryanair, a questo punto, e' un'esborso ragionevole e comparabile con quel che spenderei a terra.

Ricapitoliamo: assistenti di volo educati e pronti a tutto per risolvere i problemi dei passeggeri. Spazio ragionevole per i bagagli a mano. Tolleranza nei confronti delle violazioni del regolamento. Cibo commestibile a prezzi tollerabili. Secondo noi, Ryanair si sta avvicinando, come qualita' del servizio a bordo, alle linee aeree convenzionali, quelle che vi fanno pagare cibo e bevande e bagagli in stiva anche se non li utilizzate (e gia', crederete mica che regalino questi servizi a chi ne fa uso?). E a servizio migliore corrisponde, di solito, un prezzo maggiore: non stupiamoci quindi se i prezzi Ryanair diventano meno concorrenziali, e se gli aneddoti della serie "Ah, ho viaggiato da Qui a Li' pagando 10 euro" diventeranno lontane memorie...

Tags: assistenti di volo, bagaglio a mano, linee aeree, Ryanair

Bagaglio a mano a pagamento. No, non con Ryanair o easyJet, per ora

Scritto da ViaggiareLeggeri, 17-04-2012 alle 16:06 | 2 commenti  | Permalink
Sono passate un paio di settimane, e mi sono ripreso solo ora dallo choc causatomi da una notizia che riguarda chi vola negli Stati Uniti. A partire dal 4/04/2012, la linea aerea Allegiant fa pagare il bagaglio a mano. La tariffa per ciascun bagaglio portato a bordo e' di 35 dollari. Allegiant non e' la prima linea aerea ad introdurre questa nuova entrata ausiliaria: e' Spirit Airlines che ha aperto la strada al bagaglio a mano a pagamento quasi due anni. Entrambe le linee aeree operano solo all'interno degli USA, ma non e' improbabile che l'idea venga adottata da linee aeree di maggiori dimensioni ed importanza.

Ricordate che non ce l'ha ordinato il dottore, di viaggiare in aereo. Se pensate che queste tariffe siano ingiuste, evitate le linee aeree che le applicano, o evitate di viaggiare in aereo tout court.

Tags: bagaglio a mano, entrate ausiliarie, linee aeree, Stati Uniti

Le dimensioni del trolley universale

Scritto da ViaggiareLeggeri, 13-01-2012 alle 20:56 | 0 commenti  | Permalink
Un trolley universale, accettabile dalla maggior parte delle linee aeree, dovrebbe misurare 50 centimetri per 35 centimetri per 20 centimetri. Da dove arrivano queste dimensioni?

British Airways, easyJet e molte altre compagnie applicano un limite di 56 x 45 x 25 cm, che non pone problemi per la scelta del trolley. Lufthansa, Ryanair e altre linee aeree impongono dimensioni massime pari a 55 x 40 x 20cm. Alitalia richiede ai passeggeri di portare a bordo un bagaglio a mano non piu' grande di 55cm x 35cm x 25cm. Flybe e Jet Airways hanno 50 centimetri come limite per l'altezza del trolley (Flybe 50 cm x 35 cm x 23 cm, Jet Airways - solo sui voli con ATR 72 - impone 50 cm x 45 cm x 20 cm). Ne consegue che, per poter rientrare nei limiti dimensionali di tutte le linee aeree citate, e' necessario un trolley, una borsa o uno zaino di dimensioni non superiori a 50cm x 35cm x 20cm. E se poi volete viaggiare con linee aeree locali, le dimensioni del bagaglio vanno ulteriormente ridotte: con Aurigny Air Services, per esempio, il vostro bagaglio a mano non dovra' superare i 43 cm x 30 cm x 18 cm. Nei prossimi giorni cercheremo dei trolley che rientrino in questi limiti dimensionali.

Non facile, la vita del viaggiatore moderno!

Aggiornamento 31-07-2013


Siamo lieti che le nuove regole EasyJet sul bagaglio a mano non abbiamo modificato la situazione: la nostra raccomandazione di cercare un trolley "ideale" di dimensioni pari a 50 centimetri per 35 centimetri per 20 centimetri resta valida, visto che le dimensioni indicate da EasyJet per usufruire del "bagaglio a mano garantito" sono 50 x 40 x 20 cm.

Tags: bagaglio a mano, dimensioni bagagli, linee aeree, trolley e valigie

Bilance Air Berlin a Venezia: otto misteriosi chili in piu'

Scritto da ViaggiareLeggeri, 28-12-2011 alle 06:50 | 1 commenti  | Permalink
Air Berlin, la nuova Ryanair?

Se conoscete qualcuno che abbia usato Air Berlin per un volo in partenza da Venezia, chiedetegli se ha dovuto pagare un sovrapprezzo per il bagaglio a mano sovrappeso di otto chili. Come riporta un blog statunitense, due passeggeri - apparentemente meticolosi - si sono conosciuti all'aeroporto di Venezia dopo che Air Berlin aveva misurato il bagaglio di entrambi e l'aveva trovato otto chili piu' pesante di quanto ciascun passeggero aveva misurato prima della partenza.

Puo' capitare che un passeggero misuri ottimisticamente il proprio bagaglio. Puo' capitare che la bilancia che usiamo per pesarci sia lievemente imprecisa. Puo' capitare che la linea aerea sia piu' severa. Ma che due passeggeri - che non si conoscono e che viaggiano separatamente sullo stesso volo Air Berlin - vengano trovati col bagaglio a mano esattamente otto chili piu' pesante di quanto credevano, pare una coincidenza curiosa. Che ci sia un problema di bilance, all'imbarco Air Berlin a Venezia?

Tags: bagagli in eccesso, bagaglio a mano, linee aeree, Venezia e Veneto

Dimensioni bagagli a mano: Ryanair non e' l'unica eccezione

Scritto da ViaggiareLeggeri, 12-11-2010 alle 08:00 | 9 commenti  | Permalink
Se viaggiate in aereo, le misure consentite per il bagaglio a mano vi risulteranno familiari come il palmo della vostra mano, o come gli scandali della politica italiana. Le misure raccomandate dalla IATA (International Air Transport Association) sono 56cm per 45cm per 25cm, e sono seguite da molte linee aree. Ryanair viene spesso considerata l'eccezione solitaria, con i suoi 55cm per 40cm per 20cm. In realta', Ryanair e' vittima della propria popolarita': ci sono molte altre linee aeree che, a quanto pare, hanno regole piuttosto personali riguardo alle dimensioni del bagaglio a mano. Eccone alcune, secondo Wikipedia:

Aeroflot: 55 cm x 40 cm x 20 cm; un solo bagaglio fino a 10 kg (fino a 15 nelle classi Premier, President, Kommersant e Business class);
Austrian Airlines: 55 cm x 40 cm x 23 cm; un bagaglio, massimo 8 kg;
Aurigny (regionale): 43 cm x 30 cm x 18 cm; un bagaglio, massimo 10 kg (intra-isole 6 kg);
Air France: 55 cm x 35 cm x 25 cm; un bagaglio piu' un accessorio (borsetta, pc portatile, macchina fotografica), massimo 12 kg;
Air Berlin: 55 cm x 40 cm x 20 cm; un bagaglio, massimo 6 kg (per pc portatili: massimo 8 kg);
BMIBaby: 55 cm x 40 cm x 20 cm; un bagaglio, massimo 10 kg;
British Airways: 56 cm x 45 cm x 25 cm; un bagaglio (piu' una borsa con pc portatile);
Delta Air Lines: 56 cm x 36 cm x 23 cm; un bagaglio (piu' pc portatile);
EasyJet: 56 cm x 45 cm x 25 cm ; un bagaglio, nessun limite di peso stabilito;
Finnair: 56 cm x 45 cm x 25 cm; un bagaglio, massimo 8 kg;
Flybe: 50 cm x 35 cm x 23 cm; un bagaglio, massimo 10 kg;
Jet Airways: 55 cm x 35 cm x 25 cm (Boeing/Airbus) o 50 cm x 45 cm x 20 cm (ATR); un bagaglio, massimo 7 kg;
Lufthansa: 55 cm x 40 cm x 20 cm; un bagaglio, massimo 8 kg (eccezione: borse pieghevoli per vestiario 57 cm x 54 cm x 15 cm.);
Malaysia Airlines: 56 cm x 36 cm x 23 cm (somma < 115 cm); un bagaglio, massimo 5 kg;
Malev Hungarian Airlines: 55 cm x 40 cm x 20 cm; un bagaglio, massimo 10 kg;
Ryanair: 55 cm x 40 cm x 20 cm; un bagaglio, massimo 10 kg;
Swiss International Air Lines: 55 cm x 40 cm x 20 cm ; un bagaglio, massimo 8 kg (piu' alcuni articoli portabili separatamente, consultare il sito);
Virgin Atlantic: 56 cm x 36 cm x 23 cm ; un bagaglio, massimo 6 kg;
Wizzair: 55 cm x 40 cm x 20 cm ; un bagaglio, massimo 10 kg.

Il limite di 55x40x20cm per il bagaglio a mano, oltre ad essere impiegato da Ryanair, e' utilizzato anche da Lufthansa, BMIBaby, Air Berlin, Malev Hungarian Airlines, Swiss International Air Lines e Wizzair, e probabilmente da altre linee aeree.

In effetti c'e' un po' troppa liberta' nello stabilire le dimensioni consentite per il bagaglio a mano. Che ne dite, non sarebbe meglio un po' di standardizzazione? Gradireste che IATA o un altro organismo sovranazionale (non parlatemi del Ministero dei Trasporti o dell'ENAC, questo non e' un sito umoristico) stabilisse regole ferree per le linee aree, e non soltanto suggerimenti come avviene ora? Esprimete la vostra opinione nei commenti, se lo desiderate.

Tags: bagaglio a mano, dimensioni bagagli, linee aeree, Ryanair

Bagagli a mano a pagamento: ci mancava anche questa

Scritto da ViaggiareLeggeri, 08-04-2010 alle 06:23 | 0 commenti  | Permalink
Bagaglio in stiva a pagamento. Pasti in volo a pagamento. Bevande a pagamento. E ora ci sara' da pagare anche per portare a bordo il vostro bagaglio a mano.

Sono le entrate ausiliarie, baby. Non e' con i biglietti che si ottengono profitti.

Spirit Airlines, una linea aerea statunitense, iniziera' a far pagare per il bagaglio a mano sui suoi voli a partire dal primo agosto 2010. Spirit, simpaticamente, fa notare gli aspetti positivi della sua mossa:
Oltre ad abbassare ulteriormente le tariffe, questo (l'introduzione del bagaglio a mano a pagamento - NDR) ridurra' il numero di bagagli a mano a bordo, il che migliorera' la sicurezza in volo e (...) accellerera' le fasi di imbarco e di sbarco, (e) tutto cio' migliorera' l'esperienza dei clienti. Porta meno; paga meno. Semplice.

La tariffa sara' applicata solo per il bagaglio a mano che non entra nel vano sotto il sedile davanti, quindi borsette e piccoli zaini dovrebbero essere esclusi, mentre per i trolley sara' necessario pagare. Quanto? Non si sa ancora. E' da notare che Spirit Airlines gia' faceva pagare per il bagaglio in stiva; con questa nuova mossa, si trovera' probabilmente a viaggiare con aerei molto leggeri, ogni passeggero cerchera' di risparmiare.

Forse la deregulation dell'industria del trasporto passeggeri e' andata troppo oltre. E' il momento che il governo USA ricominci a tenere sotto controllo le linee aeree, non solo i passeggeri.

E per favore, che nessuno dica a Michael O'Leary di visitare questa pagina!

Tags: bagaglio a mano, entrate ausiliarie, linee aeree, prezzi

Bagaglio in stiva gratis, bagaglio a mano a pagamento

Scritto da ViaggiareLeggeri, 16-01-2010 alle 07:00 | 0 commenti  | Permalink
Partendo da un'idea di un fotografo statunitense, ho pensato ad un modo che potrebbe velocizzare e semplificare l'imbarco dei voli: da quando le linee aeree hanno iniziato a far pagare per il secondo bagaglio a mano, e da quando alcune hanno iniziato a far pagare il bagaglio in stiva, la maggior parte dei passeggeri cerca di far entrare l'impossibile - e un po' di piu' - nel trolley che porta gratuitamente a bordo.

Inconveniente numero 1: spesso le linee aeree fanno rispettare le regole e multano i passeggero con bagaglio in eccesso (parlo di peso e dimensioni in eccesso, non del numero di bagagli).

Inconveniente numero 2: un trolley gonfio come la pancia di un lottatore di sumo non entrera' facilmente nel vano bagagli sopra i sedili. Hai voglia, a spingere un trolley sovraccarico quando sei alto un metro e sessanta e arrivi a malapena al vano...

Inconveniente numero 3: Quando dovrete chiudere un trolley strapieno tirandone la cerniera, rischierete un infortunio, tipo rompervi un dito (parlo per fresca esperienza personale...).

Inconveniente numero 4: la coda che s'e' formata alle vostre spalle mentre stavate piazzando il trolley nel vano sopra i sedili.

Ecco quindi l'idea: rendere gratuito il bagaglio in stiva e far pagare invece il bagaglio a mano.

Per ridurre di brutto la quantita' di bagaglio a mano portato a bordo non sarebbe necessaria una tariffa molto alta. Quanti passeggeri viaggerebbero senza bagaglio a mano se venisse imposta una tariffa ridicola, diciamo 1 euro, per portare un bagaglio a mano? E non fate i furbi: la tariffa consentirebbe di portare non piu' di un capo di bagaglio: non venti euro = venti bagagli a mano.

Probabilmente molti salirebbero a bordo a mani vuote e metterebbero tutto in stiva: l'esperienza (*) insegna che la differenza tra pagare zero e pagare poco e' maggiore di quella che c'e' tra pagare poco e pagare tanto. I passeggeri non rinuncerebbero a volare, ma farebbero a meno di portare in cabina animali impagliati, biancheria sporca e l'edizione integrale rilegata dei Promessi Sposi.

I passeggeri con oggetti costosi e delicati pagherebbero tranquillamente la "penale" pur di portare con se' le loro macchine fotografiche e i loro computer. Si otterrebbe quindi la velocizzazione dei controlli in aeroporto, velocizzazione dell'imbarco, e la riduzione di stress e infortuni da chiusura e sollevamento bagaglio.









*: dieci anni fa gestivo un sito che offriva web hosting gratuito (con PHP, MySQL e CGI) con ventimila utenti registrati, tutti col loro bel sito che avevano creato nel loro spazio gratuito. Appena ho fatto sapere sarebbe stata introdotta una quota di 1$ all'anno, i ventimila utenti sparirono tutti quanti.

Tags: bagagli in stiva, bagaglio a mano, entrate ausiliarie, linee aeree

Chi porta bagagli a mano in eccesso ruba spazio anche a te, digli di smettere

Scritto da ViaggiareLeggeri, 02-11-2009 alle 06:56 | 0 commenti  | Permalink
Peter King e' un giornalista di Sports Illustrated e scrive di football americano, ma a volte ha commenti interessanti anche sui viaggi che svolge per lavoro. Come questo, per esempio:
Un tizio davanti a me all'imbarco di un affollato volo Dallas-Atlanta aveva un trolley, una grossa cartella e un impermeabile imbottito. Si ferma dalle parti della fila 21 e infila tutto nel vano sopra i sedili, riempiendo completamente un vano destinato a contenere la roba di due o tre passeggeri, e poi chiude il vano. Un paio di minuti piu' tardi, un assistente di volo annuncia che i passeggeri dovranno iniziare a far caricare in stiva i propri bagagli in quanto i vani sopra i sedili sono pieni.
Probabilmente il passeggero della fila 21 che ha riempito un'intero vano con la sua roba non sara' stato l'unico ad avere troppo bagaglio a mano: ce ne saranno stati altri, a bordo di quel volo. Ed e' in situazioni simili che cose di valore che avremmo voluto portare in cabina finiscono invece in stiva e vengono danneggiate, come ha raccontato Resil nel forum.

Quindi ... Chi porta bagagli a mano in eccesso ruba spazio anche a te, digli di smettere. E se sei tu ad avere troppo bagaglio a mano, prova ad usare anche lo spazio sotto il sedile davanti a te.

Tags: bagagli in eccesso, bagaglio a mano, linee aeree

Linee aeree e bagagli: misuriamo i misuratori bagagli

Scritto da ViaggiareLeggeri, 28-01-2009 alle 08:38 | 3 commenti  | Permalink
Il lettore FrontSUS racconta, nel forum del nostro sito, di una disavventura con easyJet: il suo trolley, che nei due anni passati e' sempre stato accettato senza problemi come bagaglio a mano, non e' stato accettato a bordo durante un volo easyJet Berlino-Napoli, nonostante lo stesso bagaglio non avesse creato problemi tre giorni prima nel volo d'andata.
(...) per due anni ho viaggiato in lungo e largo per l'Europa con questa compagnia portando con me in cabina un trolley di 57 cm. di altezza x 36 cm. di larghezza x 25 cm. di profondit?. Sempre lo stesso.

Siamo a favore dell'applicazione delle regole sempre, ma quando una ditta cambia il proprio modo di lavorare, riteniamo indispensabile informare i clienti: in base al messaggio del lettore, il passaggio dalla tolleranza alla rigida applicazione del regolamento sulle dimensioni del bagaglio non e' stato in alcun modo annunciato. E il personale di volo easyJet pare non essersi comportato in modo molto educato, in questa circostanza: si tratta delle stesse assistenti di volo che tre giorni prima non avevano avuto da ridire riguardo al trolley del passeggero? Qualcosa e' cambiato, in quei tre giorni?

A frontSUS e' venuto il dubbio che easyJet utilizzi misuratori di dimensioni differenti all'interno dello stesso aeroporto. Ecco il suo suggerimento:
(...) al prossimo volo con loro mi presento con un metro in tasca e se il misuratore ? fasullo, come sospetto, chiamo la polizia e li denuncio per truffa
Si tratta di un'idea facile da mettere in pratica: un metro da sarta, o anche solo un metro di carta di quelli che vengono forniti nei mobilifici, occupa poco spazio, e permette di togliersi questo dubbio una volta per tutte.

Lanciamo qui una proposta: quando capiterete vicino ad una sagoma di misurazione bagagli, in aeroporto, misuratela, e fateci sapere se risulta fuori quota. Fotografia (anche con cellulare) della sagoma, e magari di voi che la misurate, gradita ma non indispensabile.

Tags: aeroporti, bagaglio a mano, dimensioni bagagli, easyJet, linee aeree

Buone notizie se viaggiate in aereo e vivete di musica

Scritto da ViaggiareLeggeri, 14-09-2006 alle 00:00 | 0 commenti  | Permalink
Le notizie di Viaggi.affari.to Il Dipartimento dei Trasporti britannico ha dichiarato che il divieto di trasportare bagaglio a mano, compresi strumenti musicali, verra' probabilmente eliminato la settimana prossima.

Come ricorderete, il divieto era stato messo in opera dopo la scoperta di potenziali attentati su voli dall'Inghilterra agli Stati Uniti, I reclami maggiori contro la nuova norma venivano soprattutto da musicisti professionisti, i quali venivano costretti a far caricare i propri strumenti musicali nella stiva dei velivoli, con conseguente rischio di maltrattamenti e danni agli strumenti.

Tags: bagaglio a mano, linee aeree, musica, sicurezza