Feed RSS del blog Seguici su Twitter Seguici su Facebook Segnala questa pagina via email

Viaggiare
Leggeri

Blog, argomento: noleggio 

Gli articoli del blog di ViaggiareLeggeri sull'argomento noleggio

Noleggiare una moto sull'isola di Man: Mission Impossible

Scritto da ViaggiareLeggeri, 23-02-2013 alle 01:40 | 0 commenti  | Permalink
Noleggerei anche questa: Guzzi V50, ex polizia municipale italianaSiamo arrivati a Douglas, sull'isola di Man (che pare un'altra Sicila, col simbolo della Trinacria), e domani avremo tutto il giorno a disposizione per girare l'isola, famosa nel mondo soprattutto per il Tourist Trophy (TT), una gara motociclistica su strada, a volte letale, sempre massacrante. In questi casi, noleggiare uno scooter o una moto e' la soluzione che preferiamo: meno costoso che noleggiare un'auto, piu' facile fermarsi a bordo strada per scattare una foto. Pero'...

... pero' questa volta non sara' facile. Abbiamo chiesto in albergo se ci sono moto-noleggi, e la risposta e' stata un sorprendente no. Siamo andati all'ufficio informazioni di Douglas, e ci e' stato detto che forse, sembra, pare, potrebbe esserci un negozio che occasionalmente noleggia moto. L'informazione ci e' stata passata come fosse il quarto segreto di Fatima, bisbigliando e badando che non ci fossero altre persone nei dintorni. Forse e' vietato, sull'isola di Man, fornire moto a noleggio. Forse e' per un altro motivo, che nessuno vuole farlo.

Durante la prima settimana di giugno, che culmina col TT, tradizionalmente si verifica una sequenza di eventi, di solito con protagonisti provenienti dal continente, e spesso tedeschi (tra gli appasssionati di moto piu' pronti a viaggiare in gruppo per ore pur di partecipare ad un evento per bikers): durante le pause tra le sessioni di prova della gara, nei periodi in cui i sessanta chilometri del circuito sono aperti al transito veicolare, gli appassionati "scendono in pista" e cercano di emulare i loro idoli.

Vuoi per la lunghezza del percorso e la difficolta' di memorizzarlo, vuoi per l'abitudine a guidare sul lato opposto della strada, vuoi per (forse) la presenza di un po' di lager o ale, e a mio parere soprattutto per l'assenza di vie di fuga (cosa comprensibile in un percorso cittadino/collinare) spesso si verificano incidenti stradali, a volte mortali. Probabilmente un moto-noleggio si ritroverebbe a perdere qualche veicolo ogni anno in incidenti motociclistici, e i costi assicurativi rispecchiano probabilmente questa probabilita'. Quindi, zero moto-noleggi, pare.

Verificheremo, e se e' impossibile noleggiare qualcosa con due ruote, ci arrenderemo e proveremo con un'auto.

Tags: foto, Gran Bretagna, isola di Man, moto, noleggio

Hertz: auto a noleggio con il wifi

Scritto da ViaggiareLeggeri, 27-11-2012 alle 12:06 | 0 commenti  | Permalink
Per i fanatici dell'always on, quelli che senza connessione Internet si spengono, una piccola notizia che mi era sfuggita: in Italia (e altrove) e' possibile noleggiare auto dotate di un hot-spot wifi. Tradotto in italiano: potete affittare un'auto e collegarvi ad Internet tramite rete wireless, senza utilizzare la connessione telefonica. Il piccolo dispositivo e' offerto da Hertz in collaborazione con Wind Mobile, si chiama Hertz Mobile WiFi e permette di collegare (collegamento senza cavo) fino ad otto dispositivi e di navigare in Internet ad una velocita' massima di 21 Mbps. Questo hotspot portatile e' presente sulle vetture Hertz noleggiabili presso gli aeroporti di Roma, Milano, Bergamo e Pisa, al costo di 8 euro al giorno.

Guidare e contemporaneamente navigare in Internet non e' una buona idea. Ma per un viaggiatore straniero in arrivo in Italia, l'utilita' di questo gadget e' evidente: il viaggiatore arriva a Milano, guida fino ad Aviano per scrivere su una manifestazione aeronautica e documentarla con fotografie, e a manifestazione finita raggiunge l'auto, scarica le foto sul laptop e le pubblica immediatamente tramite la connessione Internet fornita dall'auto.

Altro uso possibile: a Natale saro' in Italia, ma per tre giorni lavorero' "da casa", il che significa da qualsiasi posto in cui sia disponibile una connessione Internet. Se noleggiassi un'auto dotata di un hot-spot wifi, potrei lavorare stando in riva ad un lago, o in spiaggia, tenendomi a qualche metro di distanza dall'auto.

Tags: auto, connettività, noleggio

Auto a noleggio: Hertz e la doppia ricevuta

Scritto da ViaggiareLeggeri, 04-09-2012 alle 11:48 | 3 commenti  | Permalink
Noleggiare un'auto e' un campo minato: pagare in contanti non e' possibile in quanto le aziende di noleggio vogliono avere la possibilita' di tutelarsi anche settimane (o mesi!) dopo che la vettura e' stata restituita; ogni graffio presente sul mezzo al momento del ritiro va documentato; e il serbatoio, come sappiamo, va lasciato pieno quanto lo era al momento del ritiro (oppure completamente pieno, se il contratto di noleggio specifica questa clausola).

In passato avevamo raccomandato di fotografare il contachilometri al momento del ritiro e della riconsegna. Oggi vi suggeriamo di fare ancora di piu', dopo aver letto di un cliente Hertz a cui, giorni dopo aver riconsegnato un'auto, e' stato detto che ha riportato l'auto senza averla rifornita, con conseguente addebito di 93 dollari su carta di credito. Al cliente e' stato chiesto, per l'annullamento dell'addebito, di presentare la ricevuta del benzinaio.

Se la storia sembra bizzarra, continuate a leggere: al momento di riconsegnare la vettura, al cliente era stata consegnata dai dipendenti Hertz una ricevuta scritta che attestava che l'auto era stata restituita col pieno. Come dire: si', ti abbiamo detto che andava tutto bene quando hai restituito l'auto, ma ora che sei andato via abbiamo cambiato idea, e ci prenderemo 93 dollari dalla tua carta di credito, thank you very much.

La vicenda si e' conclusa con il rimborso dei 93$ addebitati al cliente, e fornisce lo spunto per alcune osservazioni:
  1. Ricordati di fotografare il contachilometri e l'indicatore del livello della benzina, al ritiro e alla riconsegna della vettura
  2. All'ultimo rifornimento prima della riconsegna del veicolo, fatti dare una ricevuta
  3. Non importa quel che hai fatto: conta quel che puoi provare d'aver fatto. Per iscritto.


Tags: auto, noleggio

Quando riconsegnate un'auto a nolo...

Scritto da ViaggiareLeggeri, 19-10-2011 alle 22:15 | 0 commenti  | Permalink
Quando riconsegnate un'auto a nolo...
... ricordatevi di riportare il carburante al livello iniziale, oppure a quello concordato coll'agenzia di noleggio. Documentate le condizioni della vettura, compreso il chilometraggio finale, tramite fotografie (basta un cellulare). NON cancellate le foto il giorno dopo che sarete rientrati a casa: a volte le agenzie impiegano settimane, persino mesi, a chiedere un rimborso per danni alla vettura noleggiata.



Tags: auto, cartoline, noleggio, suggerimenti e raccomandazioni

Quando noleggiate un'auto...

Scritto da ViaggiareLeggeri, 19-10-2011 alle 06:35 | 1 commenti  | Permalink
Quando noleggiate un'auto...
... ricordatevi di documentare le condizioni iniziali della vettura, magari tramite il vostro cellulare: prima di firmare la 'presa in consegna', o quantomeno prima di salire a bordo, scattate una foto di ogni area con danni preesistenti, dai cerchi in lega abrasi ai graffi vicino alle maniglie, e tutti i segni di urti con altri veicoli. A bordo scattate una foto della strumentazione in cui si veda il chilometraggio della vettura. Non e' necessario che siano foto ad altissima risoluzione, basta che le immagini mostrino i difetti della vettura.

E se poi queste foto non serviranno, tanto meglio.




Nella foto, il cruscotto di una Mitsubishi Lancer noleggiata a Cipro.



Tags: auto, noleggio, suggerimenti e raccomandazioni

Viaggiare in Nuova Zelanda in auto, gratis

Scritto da ViaggiareLeggeri, 21-11-2010 alle 18:35 | 0 commenti  | Permalink
Ci sono tanti modi per girare in Nuova Zelanda: auto, minivan, camper, moto, bicicletta.

Chi va in vacanza in Nuova Zelanda finisce spesso col noleggiare un'auto, per girare la Terra dei Kiwi. Chi scrive ha noleggiato una Nissan Sunny via Internet, l'ha ritirata all'aeroporto di Auckland a fine giugno e l'ha riconsegnata 7.500 chilometri dopo nello stesso posto, un mese dopo, pagando circa 32 NZ$ (18 euro) al giorno.

E se uno volesse andare in Nuova Zelanda e viaggiare in auto gratis? Pare sia possibile.

Chi arriva in Nuova Zelanda spesso organizza il proprio giro dell'isola in modo da arrivare in un aeroporto e ripartire da un altro, per evitare di visitare due volte le stesse aree. Una scelta valida fino a un certo punto, considerato che e' possibile viaggiare sulle coste occidentali e orientali delle isole neozelandesi evitando di vedere due volte gli stessi posti, e che decidere di visitare una sola costa porta a fare esclusioni drammatiche: nell'isola meridionale, meglio vedere le balene a Kaikoura e le sfere di Moreaki, entrambi ad est, oppure i ghiacciai e i fiordi della costa occidentale?

Quindi molti finiscono con l'arrivare ad Auckland, ritirare l'auto noleggiata, guidarla fino a Christchurch, e da li' ripartire in volo. Le aziende che noleggiano auto si trovano quindi con tante vetture che, noleggiata nell'isola settentrionale, vengono riconsegnate in quella meridionale; quelle vetture servono al piu' presto a nord, di solito ad Auckland, per altri turisti che percorreranno lo stesso giro. Quelle aziende possono quindi pagare dei guidatori per spostare le auto da una citta' neozelandese all'altra, oppure possono metterle a disposizione gratuitamente a chi desidera guidarle da un punto ad un altro definito dall'azienda di noleggio. Il sito TransferCar (www.transfercar.co.nz) elenca le auto disponibili gratis e i dettagli di ciascun percorso. Le agenzie che mettono a disposizione queste auto (meglio: le agenzie che sono in cerca di guidatori che non si facciano pagare) non forniscono le auto per periodi illimitati, anzi, i tempi per la consegna delle auto sono piuttosto stretti, ma se uno volesse attraversare la Nuova Zelanda a basso costo, potrebbe usare questo servizio, magari combinando diverse 'tratte gratis'.

Ecco alcuni esempi di veicoli a disposizione su TransferCar.co.nz:
1) Un motorhome da guidare da Christchurch a Auckland in quattro giorni, percorrendo al massimo 2.000 km, traghetto e assicurazione pagate;
2) Un campervan da guidare da Christchurch a Auckland, massimo 20.000 km (!), massimo cinque giorni, assicurazione e carburante pagati;
3) Una berlina a cinque posti da guidare da Christchurch a Auckland in non piu' di cinque giorni, massimo 20.000 km, assicurazione pagata.

Nel sito, trovare un'auto gratis da Auckland verso il sud e' come cercare benzinai nel deserto del Gobi: non ce ne sono, ma questo e' prevedibile. Quella e' la rotta che porta profitti, i clienti pagano, per andare da Auckland verso il sud. Ma combinare questo servizio con altre soluzioni e' possibile: per esempio, pagare per un'auto a noleggio per andare da Auckland a Christchurch, poi usare Transfercar per prendere un'auto gratis da Christchurch a Queenstown o a Wellington, e da li' prendere un'altra auto gratis per tornare a Auckland. Oppure organizzare il viaggio in modo da atterrare a Christchurch e ripartire da Auckland.
E magari - se rientrate nei limiti d'eta' necessari - potreste fare uso del WWOOFing, per viaggiare a costi ancora piu' ridotti. Ma di questo parleremo un'altra volta.

Tags: auto, noleggio, Nuova Zelanda, viaggiare low cost

Quanto consumano i pick-up americani!

Scritto da ViaggiareLeggeri, 24-06-2010 alle 14:05 | 3 commenti  | Permalink
[NOTA: gli eventi descritti in questo post sono avvenuti nel maggio 2006]

Domenica ho giocato a golf, a nord di Sandy Springs, vicino ad Atlanta. Non posso che concordare con quello che e' gia' stato detto da altri in proposito: se vi piace passeggiare per i prati, fatelo. Se vi piace colpire una pallina con un bastone, fatelo. Se anche volete combinare le due cose, liberissimi di farlo. Ma per favore, non chiamatelo sport.

La settimana precedente, invece, ho affittato un pick-up Dodge Ram 1500. Millecinquecento non e' la cilindrata, visto che il veicolo e' disponibile in versione 3.700cc, 4.700 cc e 5.700 cc: credo invece fosse il numero di persone trasportabili nel cassone posteriore, o l'altezza del sedile del guidatore da terra (in millimetri), o la quantita' di carburante ospitabile dal serbatoio (in galloni). Beh, un weekend alla guida di quel gigante m'ha reso piu' americano: ho visitato due volte in due giorni il supermercato Wal-Mart locale, mi sono interessato alle armi da fuoco (ogni pick-up che si rispetti ha un fucile montato su ganci, nel retro della cabina), ai camicioni a quadretti tipici dei rednecks, e ho iniziato a pensare all'installazione di corna di bue sul frontale del Dodge. Quando poi ho dovuto reintegrare il livello del carburante, prima di restituire il veicolo, sono rinsavito: ho pagato 45 dollari. Avevo percorso 190 miglia, a circa tre dollari al gallone USA (3,78 litri), il che significa che con 15 galloni , e cioe' 56,7 litri, si fanno 304 chilometri, per un consumo di 5,5 km/l. CINQUE VIRGOLA CINQUE CHILOMETRI PER LITRO??? Spero di aver sbagliato qualcosa, nei miei conti, altrimenti si spiega la costante necessita' statunitense di invadere nazioni produttrici di petrolio.

Cinque chilometri e mezzo al litro. Faccio fatica a pensare a questa cifra. Il mio ciclomotore Motron GL4, con cui feci gite di un giorno a Savona, al Lago Maggiore e a Modane, negli anni Ottanta, faceva oltre quaranta chilometri con un litro. Con la Honda CB125x che lo sostitui' facevo solo lievemente peggio, mediamente, ma il mio record personale, da Londra a Digione, e' di circa cinquantacinque chilometri al litro, ottenuti grazie ad una velocita' ridicola successiva ad un grippaggio e riparazione. Il mio Morini 350 faceva in media 25 con un litro, e 33 km/l a 90 km/h costanti. Il CBR600F che venne dopo faceva circa 14 km/l andando spediti, e fino a 20 km/l andando piano. Ok, sono tutte moto, e il confronto e' impari, ma ... questo e' solo per rammentare(-vi, -mi) che in moto si consuma meno. E in bici ancora meno. E cinque chilometri e mezzo al litro vanno bene solo se siete al volante di un'auto da corsa.

Tags: auto, noleggio, Stati Uniti, vivere negli USA

Fotoamatori e acquisti: noleggiare una macchina fotografica a Singapore

Scritto da ViaggiareLeggeri, 10-04-2009 alle 12:47 | 1 commenti  | Permalink
Nei giorni scorsi abbiamo parlato del ciclo vitale del fotoamatore e condiviso l'esperienza della
selezione di una macchina fotografica. Oggi, come promesso, parleremo di una delle possibilita' a disposizione di chi desideri provare una macchina fotografica prima di acquistarla. Parleremo del noleggio di attrezzatura fotografica.

Non e' una novita' che si possano noleggiare macchine fotografiche, obiettivi, flash e altri accessori. I fotografi professionisti - e probabilmente molti fotoamatori - lo fanno da tempo. Non pretendo d'aver scoperto l'acqua calda: semplicemente, non avevo ancora noleggiato personalmente una macchina fotografica.

Poche settimane dopo il mio arrivo a Singapore, undici mesi fa, uscii per una escursione fotografica e mi trovai a condividere percorso e fermate - quindi a fotografare gli stessi soggetti - con un ragazzo malese; sulla sua macchina aveva lo zoom grandangolo che stavo pensando di acquistare, il Sigma 10-20mm. "L'ho affittato per provarlo", disse, quando gli chiesi quanto l'avesse pagato, e mi offri' l'obiettivo per provarlo sulla mia macchina. Lo comprai poche settimane dopo, al termine di lunghe ricerche a Sim Lim Square, Orchard Road e Funan Centre (se ne parla qui e qui).

Ora, avendo provato le Nikon D90 e D300 alla sede Nikon di Singapore, in Anson Road (non sono necessarie prenotazioni: andate e provate la macchina che desiderate), ho pensato di noleggiarle per provarle in modo piu' approfondito. Dieci minuti con una macchina fotografica sono utili per una prima impressione, ma un weekend insieme e' un'altra cosa (sto parlando di macchine fotografiche o di ragazze?). Dopo la visita alla Nikon Singapore sono passato da Peninsula Plaza e Funan Centre, per vedere i prezzi della macchine in questione in alcuni negozi. Eccoli:

Cathay Photo, al pianterreno di Peninsula Plaza:
- D300, solo corpo: 2100 dollari di Singapore (1040 euro);
- D90 con obiettivo 18-105mm: 1720 SGD (850 euro);

Alan Photo, Funan Centre:
- D300, solo corpo: 2030 SGD (1005 euro);
- D90 con obiettivo 18-105mm: 1690 SGD (835 euro);
- D90, solo corpo: 1390 SGD (690 euro);

John 3:16, Funan Centre:
- D300 con obiettivo 18-105mm: 2400 SGD (1190 euro);
- D300, solo corpo: 2050 SGD (1015 euro);
- D90 con obiettivo 18-105mm: 1650 SGD (815 euro);

Questi prezzi rendono obsoleti quelli indicati su questa pagina mesi fa, al tempo di una ricerca per un visitatore del sito.

Oltre a questi tre negozi, ho notato un negozio di fianco a Cathay Photo, in Peninsula Plaza, che aveva molti corpi ed obiettivi usati di tutte le marche e che vendeva una D300 a 1780 SGD (circa 880 euro); la macchina era in buone condizioni ma, essendo scaduta la garanzia, era coperta da un solo mese di garanzia del negoziante. Troppo poco.

Durante la visita a John 3:16 ho chiesto se ci fosse, dentro il Funan Centre, qualche negozio dove poter noleggiare i corpi macchina che stavo considerando. A quel punto mi sono reso conto che, a differenza degli altri negozi di articoli fotografici menzionati qui e nel resto di ViaggiareLeggeri.com, questo - John 3:16 - e' l'unico negozio in cui non sembravano esserci clienti stranieri: tutti i presenti, escluso me, avevano
aspetto cinese o malese, le due etnie principali di Singapore. E appena fatta la domanda sul noleggio sono iniziate varie conversazioni in inglese, cinese e malay sul dove noleggiare, su quanti corpi macchina aveva a disposizione una ditta e quanti un'altra, sulla scomodita' degli orari di una o di un'altra. Alla fine, tutti concordi che il posto migliore per trovare informazioni in proposito era il sito ClubSnap.com, il piu' popolare sito di fotografia di Singapore, cui sono gia' iscritto. Una visita al sito, un paio di ricerche in Internet, e mi iscrivo alla newsletter del Camera Rental Centre (www.cameraRental.biz). E' venerdi' sera, e a mezzanotte del venerdi' questo negozio invia la sua newsletter con le offerte speciali (meta' prezzo) del weekend. Puntuale, a mezzanotte arriva la newsletter e nell'elenco ci sono la D300, la D90 e la D700. Voglio noleggiare la D300, con la D90 come seconda scelta e la D700 come soluzione di ripiego (nel senso che la noleggerei ed userei per il weekend ben sapendo che non la acquisterei).

Sabato seguo la procedura indicata nella newsletter: vado al Camera Rental Centre, al numero 32A di South Bridge Road, vicino al fiume e a Boat Quay. Salgo al primo piano ed entro nel negozio, piccolo ma pulito, moderno ed ordinato. C'e' un altro cliente prima di me, in un momento finisce e se ne va. Chiedo se hanno ancora un corpo D3...

Tags: fotografia, Nikon, noleggio, Singapore, vivere a Singapore

Argomenti correlati a "noleggio"