Diario minimo di un italiano all'estero

L'occhio della foca

06/07/2010 16:25:53, di ViaggiareLeggeri
Una foca a Kaikoura

Fotografata a Kaikoura, Nuova Zelanda.
Non avevo mai visto una foca in liberta'. Beh, neppure una balena, ma nel caso delle foche di Kaikoura la facilita' d'accesso e' stata molto superiore: e' bastato fermare l'auto in uno spiazzo, dopo aver avvistato una dozzina di foche che prendevano il sole di fianco alla strada.
Quasi quasi si lasciavano anche toccare, come alcuni bambini hanno infatti provato a fare. Kaikoura e' un bel paese, di quelli che ti viene voglia di venirci a vivere appena l...

Continua la lettura

Una balena a Kaikoura

06/07/2010 12:09:24, di ViaggiareLeggeri
La coda di una balena

Siamo nell'isola meridionale della Nuova Zelanda. Kaikoura, sulla costa orientale, e' un ottimo posto per gli amanti della natura, e si possono osservare balene, delfini, foche, cormorani. Ecco appunto ... una balena.
Non e' stato facile, per me. Vincere il mio naturale desiderio di risparmiare ("braccino corto cronico") m'avrebbe fatto arrivare fin qui sperando di fotografare una balena dalla riva; fortunatamente, quando si e' in due, a volte almeno uno dei due usa il cervello. Abbiamo prenot...

Continua la lettura

All Blacks a Taihape: correre in coppia

04/07/2010 17:39:07, di ViaggiareLeggeri
Gli All Blacks all'opera

La festa con gli All Blacks a Taihape e' stata improntata al divertimento, e i giocatori degli All Blacks presenti si sono dimostrati molto "alla mano" e pronti a ridere di se stessi. In questa foto li vedete all'opera mentre cercano di completare un percorso indossando stivali di gomma (il simbolo della citta' di Taihape) incollati a delle assi, finendo quindi col doversi muovere in coppia. Nessuna caduta, ma tante risate: probabilmente questa e' un'attivita' per la quale i giocatori di rugby n...

Continua la lettura

Gli All Blacks a Taihape: il lancio dello stivale di gomma

04/07/2010 13:24:28, di ViaggiareLeggeri
Richie McCaw degli All Blacks lancia uno stivale

Come preannunciato ieri, c'era aria di rugby a Taihape, villaggio di duemila abitanti al centro dell'isola settentrionale della Nuova Zelanda. E infatti, il gentilissimo gestore del Safari Motel mi ha informato che alcuni giocatori degli All Blacks avrebbero partecipato ad una festa al campo sportivo di Taihape, "capitale mondiale dello stivale di gomma", come dice lo slogan ufficiale della citta'. La festa inizia verso le dieci, con bambini ed adulti che partecipano alla tradizionale compet...

Continua la lettura

Cosa ci sara' nel rimorchio?

04/07/2010 03:20:36, di ViaggiareLeggeri
Fanatici di rugby o ...?

Foto scattata fuori da un motel a Taihape, paesino di duemila abitanti al centro dell'isola settentrionale della Nuova Zelanda.
Sara' un viaggiatore fanatico di rugby, un rappresentante di prodotti Adi***, o altro?...

Continua la lettura

Wai-O-Tapu, il bagno del diavolo

03/07/2010 15:30:00, di ViaggiareLeggeri
Un laghetto verde: il bagno del diavolo

Devil's bath a Wai-Otapu, a sud di Rotorua, Nuova Zelanda. La foto non e' stata ritoccata....

Continua la lettura

Rotorua, un venerdi' sera d'inverno

03/07/2010 13:36:10, di ViaggiareLeggeri

Da Manukau, vicino ad Auckland, abbiamo proseguito fino a Rotorua, al centro dell'isola settentrionale della Nuova Zelanda. Rotorua e' una delle mete turistiche piu' popolari in NZ: e' una localita' termale, e' al centro di un'area con geyser, solfatare (anche sotto laghi di fango) e fumarole. L'odore di uova marce si sente per chilometri, prima di arrivare in citta'. Ma non e' tempo di vacanze, o perlomeno questa sera non pare esserlo: la temperatura e' bassa, e a Rotorua nn si vedono pedoni in...

Continua la lettura

Prime impressioni sulla Nuova Zelanda

01/07/2010 23:00:00, di ViaggiareLeggeri

Siamo arrivati in Nuova Zelanda da lunedi' pomeriggio, ed e' il momento di descrivere le prime cose che ho notato. La luce, per prima cosa: se amate fare fotografie, adorerete la Nuova Zelanda, perlomeno durante l'inverno. Il sole non e' mai allo zenit, e' sempre piuttosto basso, e le immagini hanno sempre ombre e tridimensionalita' che, nei due anni che ho appena finito di trascorrere a Singapore, m'ero quasi dimenticato esistessero. Dormire e' diventato facile ed un piacere. Come il preced...

Continua la lettura

Il faro di Cape Reinga

01/07/2010 13:15:30, di ViaggiareLeggeri

Cape Reinga, Nuova Zelanda

30/06/2010 23:31:44, di ViaggiareLeggeri
Cape Reinga

Siamo arrivati ieri - 30/06 - a Cape Reinga, il punto piu' a nord della Nuova Zelanda.
...

Continua la lettura

La fresca Nuova Zelanda

28/06/2010 23:41:56, di ViaggiareLeggeri

Siamo arrivati in Nuova Zelanda. E' inverno, e sentivo la mancanza di un po' di fresco, dopo due anni a trentadue gradi costanti a Singapore. Abbiamo passato tante, troppe ore a Sydney per un ritardo del volo che ci ha poi portato ad Auckland. Strano, vedere che stai per salire su un volo per Auckland e per Santiago del Cile, ma la Nuova Zelanda e' davvero un ponte verso il Sud America, per chi vive nell'area Asia-Pacifico. Sono quasi le dieci di mattina, abbiamo dormito bene come non ci capi...

Continua la lettura

La tragedia dell'I-TIGI, trent'anni dopo

27/06/2010 00:00:01, di ViaggiareLeggeri

Il 27 giugno 1980 il Douglas DC-9 immatricolato I-TIGI, nel corso del volo Itavia IH870, diretto da Bologna a Palermo, si inabissava nel mare a nord di Ustica. A bordo, 77 passeggeri e 4 membri dell'equipaggio. * Cinzia Andres
* Luigi Andres
* Francesco Baiamonte
* Paola Bonati
* Alberto Bonfietti
* Alberto Bosco
* Maria Vincenza Calderone
* Giuseppe Cammarota
* Arnaldo Campanini
* Antonio Candia
* Antonella Cappellini
* Giovanni Cerami
* Maria Grazia Croce
* Francesca D'Alfonso...

Continua la lettura

Leggo e traduco:
Il cittadino svizzero Oliver Fricker e' stato condannato a cinque mesi di prigione e tre fustigate. Il trentaduenne consulente informatico si e' dichiarato colpevole nei confronti delle accuse di essere entrato in un luogo protetto e di aver commesso atti di vandalismo su un treno della SMRT (Singapore Mass Rail Transit - ndr). Per essere entrato in un'area protetta avrebbe potuto essere multato fino a S$1.000, con incarcerazione fino a due anni. Per l'accusa di vanda...

Continua la lettura

Quanto consumano i pick-up americani!

24/06/2010 14:05:44, di ViaggiareLeggeri

[NOTA: gli eventi descritti in questo post sono avvenuti nel maggio 2006]
Domenica ho giocato a golf, a nord di Sandy Springs, vicino ad Atlanta. Non posso che concordare con quello che e' gia' stato detto da altri in proposito: se vi piace passeggiare per i prati, fatelo. Se vi piace colpire una pallina con un bastone, fatelo. Se anche volete combinare le due cose, liberissimi di farlo. Ma per favore, non chiamatelo sport. La settimana precedente, invece, ho affittato un pick-up Dodge Ram 1...

Continua la lettura

Piccole differenze tra USA e Regno Unito: l'aspetto, il bere, altre cose

Due Nazioni separate da una lingua comune... e da tante abitudini locali 21/06/2010 18:15:33, di ViaggiareLeggeri

I colleghi USA con cui lavoro qui ad Atlanta sono una novita' rispetto a quelli con cui ho passato cinque anni a Stanwell, in Inghilterra: non hanno tutti quanti lo stesso taglio di capelli (detto "hog aircut" per quelli piu' tozzi e "taglio fatto in casa" per tutti), portano camicie e maglie di tutti i colori e non si limitano a colori spenti ("Colours are for fags", dicono spesso gli inglesi, sia uomini che donne) o a camicie bianche o porpora; e questa liberta' di vestire americana, e questa ...

Continua la lettura

Il ritorno a casa dei soldati-ragazzini americani

Giovani marines all'aeroporto di Atlanta, Georgia 20/06/2010 06:47:58, di ViaggiareLeggeri

Un giorno qualsiasi all'aeroporto Hartsfield-Jackson di Atlanta, USA. Soldati in divisa mimetica ritornano a casa dal loro tour of duty in Iraq o in Afghanistan. Molti sono giovani, ancora adolescenti, e sorprendentemente minuti, lontani dall'archetipo del Marine dalla mascella d'acciaio e dal fisico atletico. Magrolini, pochi tra loro arrivano al metro e settantacinque, nonostante gli stivali d'ordinanza; hanno zaini non enormi ma che sulle loro spalle paiono giganteschi.

Quando i soldati arr...

Continua la lettura

Il buon samaritano arriva di domenica mattina con un jump-starter

Per tanti americani, quel che conta non e' guadagnare ma "fare la differenza" 18/06/2010 13:11:53, di ViaggiareLeggeri

Atlanta, domenica mattina, temperatura intorno allo zero. Sara' pure febbraio, ma non dicevano che ad Atlanta fa sempre caldo, e che per questo e' soprannominata "Hotlanta"? Sono nel cortile davanti al condominio e, come ieri, la mia auto non si avvia. Faccio un paio di tentativi, niente. Un tizio sta aiutando un altro vicino che ha problemi con la batteria: dopo molti tentativi, sento quel motore che si avvia. Il tizio (quello che stava aiutando l'altro) viene da me e dice che e' la batteria. M...

Continua la lettura

Come sentir meno la nostalgia dell'Italia

Limoncello fatto in casa ad Atlanta, USA 16/06/2010 18:04:00, di ViaggiareLeggeri
Limoncello made in Atlanta

[Atlanta, 2007] Uno vive all'estero, e finisce col sentire la mancanza di tante cose. Alcuni sentono la mancanza dei vecchi amici con i quali sono cresciuti, ad altri manca il brasato della zia e le torte ai fiori di zucca della nonna. Altri ancora hanno nostalgia delle loro montagne o del loro mare. Io avevo nostalgia del limoncello, che negli USA viene venduto a prezzi (al bicchiere) vicini a quelli dell'uranio, per cui ho deciso di preparare qualcosa che mi facesse sentire in Italia: limo...

Continua la lettura

Far la spesa e mangiare al ristorante ad Atlanta, tra tanti sorrisi artificiali

La bocca a forma di cuoricino e' naturale o fatta con chirurgia plastica? 11/06/2010 11:20:50, di ViaggiareLeggeri

Siamo ad Atlanta dal trentun gennaio, e ieri sera siamo andati per la prima volta a fare la spesa. Una camminata di 35 minuti, erano gia' quasi le sette e mezza quando siamo arrivati al supermercato Kroger, e abbiamo quindi pensato di cercare un ristorante e cenare, prima di fare acquisti. Ne troviamo uno, entriamo e la cameriera inizia a riempirci di smancerie. Porta il menu, accompagnato da un bicchiere d'acqua e dal pane (wow ... pane! Dopo cinque anni senza, in Inghilterra, ecco un ristorant...

Continua la lettura

Ecco una chiesa ... e un'altra... e un'altra

Turin, in Georgia, e' una cittadina piena di chiese 09/06/2010 07:57:46, di ViaggiareLeggeri

Sono costretto a menzionare la religione, probabilmente sto per avere una crisi mistica, o forse e' solo l'impatto con la vita negli USA. Lo scorso weekend abbiamo noleggiato un'auto, una "piccola" Chevrolet, 2200cc e 145 HP, e siamo andati in giro a sud-ovest di Atlanta, con l'obiettivo di visitare Turin, un piccolo villaggio in quell'area; siamo poi ritornati a Sandy Springs risalendo verso nord e poi proseguendo verso est fino a casa.

Beh, a parte Turin, un buco con 156 anime, case semi-diro...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 Successiva

Archivio per mese