Diario minimo di un italiano all'estero

Arriva la Pasqua, e tante aziende chiudono per qualche giorno. Anche tante aziende che interessano a chi viaggia. Se viaggiate in questi giorni, potreste sorprendervi la quantita' di Nazioni in cui le feste pasquali non corrispondono a quelle italiane. Ecco quindi una piccola lista non ufficiale di chiusure aziendali, basata su informazioni fornite dalle nostre fonti:

- Argentina: giovedi' pomeriggio e venerdi' santo;
- Australia: venerdi' santo e lunedi' dell'Angelo;
- Brasile: venerdi' santo;
- Canada: venerdi' santo;
- Cile: venerdi' santo;
- Colombia: giovedi' e venerdi' santo;
- Ecuador: giovedi' pomeriggio e venerdi' santo;
- Filippine: venerdi' santo;
- Francia: lunedi' dell'Angelo;
- Germania: venerdi' santo e lunedi' dell'Angelo;
- Hong Kong: venerdi' santo e lunedi' dell'Angelo;
- India: venerdi' santo;
- Indonesia: venerdi' santo (anche giovedi' quest'anno, causa elezioni)
- Messico: venerdi' santo;
- Nuova Zelanda: venerdi' santo e lunedi' dell'Angelo;
- O...

Continua la lettura

Abbiamo parlato di recente del tragico destino del fotoamatore, condannato da una pulsione incontrollabile a cambiare macchina fotografica come un serpente cambia pelle: ogni anno o, se possibile, piu' spesso.

Durante la preparazione dell'articolo "Fotoamatori e acquisti", mi e' sembrato opportuno sperimentare personalmente cio' di cui stavo scrivendo. Sto quindi simulando la fase 6 ("ricerca di una nuova macchina fotografica"). Si tratta della ricerca di un corpo macchina piu' avanzato per sostituire la mia Nikon D40. Alla faccia del nome di questo sito, sto quindi studiando il passaggio da una delle reflex digitali piu' leggere ed economiche sul mercato, quindi ideale per un viaggio, ad una parecchio piu' pesante e costosa. Per dire: la D40 e' cosi' piccola e leggera che, pedalando a Singapore, la porto a tracolla senza borsa, appoggiata sulla schiena o penzolante davant...

Continua la lettura

Lo sanno anche i muri che non si puo' volare dagli Stati Uniti a Cuba dal 1962, da quando gli USA iniziarono il loro embargo contro Cuba, tre anni dopo che i barbudos di Fidel Castro buttarono fuori Fulgencio Batista. Ma pare che le cose stiano per cambiare.

Secondo la CNN, un gruppo di senatori democratici sta lavorando alla rimozione dell'embargo turistico. In caso di successo, Cuba potrebbe ricevere molti turisti dagli USA, e con essi una gradita iniezione di capitali. Se, oltre ai turisti, verranno ripresi anche gli scambi commerciali tra Stati Uniti e Cuba, potrebbe scomparire un piccolo aspetto pittoresco di L'Avana: le auto americane degli anni cinquanta, tutte pinne e cromature, tenute in piedi con maestria dai meccanici locali che, in assenza di auto moderne, hanno mantenuto in ordine di marcia vetture che negli USA sono visibili ormai solo ai raduni di auto d'epoca. ...

Continua la lettura

Capita raramente di fornire informazioni utili alla sicurezza di chi ci legge, ed oggi e' uno di quei giorni: se ieri avete seguito il GP di Formula 1 di Sepang, in Malesia, avrete visto che pioveva a dirotto. Nel frattempo a Singapore, qualche centinaio di chilometri piu' a sud, la pioggia aveva iniziato a cadere gia' in mattinata, e aveva inondato le strade. In realta', dire che la piogga "inizia a cadere", parlando di Singapore, e' quasi sempre poco corretto: a Singapore, la pioggia sembra ogni volta voler emulare il diluvio universale. C'e' di buono che, se la pioggia torinese ti raffredda e quella londinese ti sporca, quella singaporiana ti rinfresca appena: e' sempre tiepida, se non addirittura calda, ed e' un problema solo se sei in giro senza ombrello o, peggio ancora, in bici. Ieri ero ovviamente in giro in bici quando si sono aperte le cateratte del cielo, e dopo tre quarti d'ora di attesa sotto un cornicione su Lor Geylang 37 (o 35, ancora non mi e' chiara la numerazione di ...

Continua la lettura

Il fotoamatore e' una bestia strana: ama scattare foto ed ama cambiare attrezzatura di frequente, non appena c'e' una nuova fotocamera che promette foto con un megapixel in piu' o sensibilita' un po' piu' alte. Quelli che resistono alla tentazione di cambiare corpo macchina ogni anno si ritrovano a volte con un tarlo che li rode, il dubbio che una macchina piu' recente avrebbe potuto salvare una foto risultata poi mediocre, o rendere bellissima una foto gia' bella. "Ah, se avessi avuto la Canikon D1d10, quella foto l'avrei scattata a ISO 25.000, e non avrei avuto quel lieve mosso, fotografando in notturna la scapoli-ammogliati aziendale!"; oppure "Se avessi avuto un grandangolo piu' corto di quello che mi sono portato ad Angkor Wat, avrei potuto fotografare molto meglio quei templi!". Dubbi che tengono svegli di notte.

L'immutabile ciclo vitale del fotoamatore si puo' riassumere nelle seguenti fasi:

  1. scoperta della macchina fotografica che lo rendera' a...

    Continua la lettura

30/03/2009: sono tanti gli italiani che parlano giapponese? Turisti italiani poliglotti stupiscono una singaporiana col loro giapponese;
31/03/2009: Gente che viaggia low cost: Al Davis (proprietario degli Oakland Raiders della NFL);
01/04/2009: niente pesce d'aprile. Invece, una foto del costruendo ponte a doppia elica di Marina Bay, che riprende la struttura del DNA;
02/04/2009: volete una traduzione ridicola? Eccola: una spigola hi-fi;
03/04/2009: mangiare tanto spendendo poco: la cucina cinese hot-pot;
03/04/2009: Ci sono piu' reflex digitali semiprofessionali ...

Continua la lettura

Lo so, la bagna cauda e la fantascienza americana c'entrano poco con i viaggi. Ma quando si incontrano certe informazioni non e' possibile tenerle per se'...

La bagna cauda (o bagna caôda) e' una tipica fonduta piemontese. La presenza, tra gli altri ingredienti, di aglio e acciughe macerati nel latte e accompagnati da cavoli rende comprensibile il soprannome di "ammazza-dentisti" che il piatto si e' guadagnato col tempo. Io, per quanto mi riguarda, l'ho evitato fino all'eta' di trentatre anni, al punto da non essere presente a casa quando qualcuno progettava di mangiare bagna cauda. In seguito, all'estero, ho iniziato a sentire il richiamo di questo piatto il cui semplice odore vuol dire casa, ed ho iniziato ad apprezzarla, seppur in una versione semplificata. Una bagna cauda "stordisci-dentisti", la chiamerei.

E dove ho trovato questa perla della cucina piemontese? In una serie di telefilm di fantascienza statunitense. Nella serie Babylon 5 c'e' un personaggi...

Continua la lettura

Come dicevo in questo articolo sul mangiare hot pot a Singapore, non ero il solo a scattare foto al cibo che avevo nel piatto, nel ristorante in cui ho cenato venerdi' sera, uno dei tanti ristoranti hot pot su Beach Road (che non e' lungo il mare).

Non so in quanti ristoranti, in Italia, possa capitare di incontrare un cliente con reflex e grandangolo gigante che fotografa il cibo che ha nel piatto. Beh, in questo ristorante non c'ero solo io: a due tavoli di distanza avevamo una comitiva di ragazzini, tra cui una minuta teenager (apparente: avra' avuto venticinque anni) con una Nikon D700, e piu' lontano ho notato due ragazzi con una Canon e una Pentax. Tutte reflex digitali, tutte puntate verso il cibo. Perche' ne parlo? Per iniziare, perche' ho letto di ristoratori italiani che hanno educatamente chiesto ai clienti dei loro ristoranti di non fotografare i piatti che venivano loro serviti. Avranno le loro ragioni, ...

Continua la lettura

Pentolone per cucina hot pot, ristorante su Beach Road a Singapore

In Cina, a Singapore e negli altri Paesi con un alto numero di cittadini d'etnia cinese e' popolare la cucina hot pot o steamboat. Praticamente una fonduta con carne. Al centro della tavola un pentolone, tenuto in ebollizione da una fiamma a gas. Nel calderone c'e' un brodo che puo' essere al peperoncino, quindi molto piccante, o vegetale o al pollo, quindi piu' sopportabile. Si puo' anche avere un pentolone con un divisore verticale, in modo da avere meta' brodo piccante, meta' normale. Nel brodo vengono immersi e cotti a bagnomaria carne, gamberi, frutti di mare, pesce, involtini, funghi, tofu, uova, vegetali a foglia larga... un po' di tutto. Non formaggio ne' olio, pero', e questo rende la fonduta cinese piu' leggera di altre, per esempio di quelle alpine con elevate dosi di formaggio. Della bagna cauda piemontese parleremo un'altra volta...

Lungo Beach Road, a Singapore, ci sono tre ristoranti, quasi di fronte alle Shaw Towers, che sono specializzat...

Continua la lettura

Lo stereo con spigola incorporata

Siete in un supermercato, in Italia o all'estero, e cercate uno stereo compatto, che non costi troppo ma che non sia troppo scarso. Finalmente trovate un modello che sembra fare al caso vostro, ne controllate le caratteristiche tecniche. Ed ecco la sorpresa: lo stereo che state per acquistare contiene una spigola, anche nota come branzino!

Non si tratta evidentemente di un hifi ittico ma di una traduzione disastrosa. "Spigola" e' la parola che il traduttore (umano o software che fosse) ha scelto per tradurre "bass", che in inglese significa sia "basso/bassi" che "spigola". Par di capire che il contesto della parola non e' stato preso in considerazione, a meno che non si tratti invece di una nuova tecnologia. Magari il prossimo prodotto dell'azienda sara' un televisore all'astice.

Foto scattata al Carrefour di Suntec City, Singapore. ...

Continua la lettura

Il ponte DNA di Singapore

Marina Bay, la baia di Singapore piu' vicina al centro citta', e' un cantiere a cielo apero. E' in costruzione un grande casino', un ponte stradale, e un ponte pedonale che promette di essere bellissimo. Lungo 280 metri, la sua struttura consiste in un piano pedonale attorno al quale corrono strutture tubolari che riproducono la doppia elica del DNA, utile a ricordare (a investitori e ricercatori, soprattutto) che Singapore vuole espandere le sue attivita' nel campo della medicina genetica.

Sul ponte ci saranno anche protezioni parasole, per riparare i pedoni dal sole equatoriale di Singapore. Il completamento del ponte, nella foto, e' previsto entro il 2009. Sara' cosi' carino che probabilmente verranno piazzati custodi che obbligheranno i ciclisti a rimuovere il fango dalle ruote, prima di percorrerlo... sempre ammesso che ai ciclisti venga consentito il transito, anche solo con bi...

Continua la lettura

Immaginate di essere seduti a bordo di un'aereo della Ryanair o easyJet o di un'altra linea low cost, appena imbarcati. Sareste sorpresi di vedere che il passeggero che vi si siede di fianco e' il proprietario di una squadra di calcio, uno che guadagna parecchi milioni di dollari all'anno? E' successo ai passeggeri di un volo Southwest Airlines diretto da Orange County ad Oakland, che si sono trovati a bordo Al Davis, il proprietario degli Oakland Raiders, squadra della National Football League (NFL) statunitense. Davis, settantanovenne, ha scelto di volare con una linea low cost per il breve volo di ritorno ad Oakland (80 minuti) dopo un incontro con gli altri proprietari di squadre della NFL.

Probabilmente avere tanto denaro non sempre significa essere spreconi... lo sapranno, i proprietari di squadre della nostrana Serie A?...

Continua la lettura

Una mia collega e' in vacanza in Giappone da venerdi', e restera' nella terra del Sol Levante per undici giorni. E' di Singapore, di etnia cinese, e si lamenta che in Giappone, tutti i venditori lungo le strade la scambiano per una connazionale e le parlano in giapponese (che lei non conosce) cercando di venderle le proprie mercanzie. La collega, stufa ma poliglotta e un poco perfida, alla fine ha iniziato a rispondere "Je suis Singaporean! Parlez-vous anglais?", lasciando interdetti i venditori (*).

La collega sta visitando l'area delle terme di Hakone, vicino al monte Fuji,e dice che per fortuna tutti parlano almeno un po' di inglese, da quelle parti, "persino la vecchietta che vende tortine di fagioli rossi in un banchetto lungo la st...

Continua la lettura

Il 23 marzo abbiamo pubblicato una foto della Church of God di Alexandra Street. Molto moderna, molto 'cool'. Il giorno dopo, il 24, altra chiesa ma molto piu' tradizionale: la chiesa metodista di Kampong Kapor. E indovinate cos'abbiamo pubblicato il 25 marzo? Una foto del tempio buddista birmano di Singapore. Uhm ... troppe chiese, sara' segno di una crisi mistica in arrivo? Altre foto e articoli su chiese di Singapore sono visibili qui.

Il 26 marzo ci siamo spostati di pochi metri rispetto al tempio buddista birmano per dare un'occhiata al Sun Yat Sen Memorial di Singapore.

27 marzo: si parla di differenz...

Continua la lettura

Ponte pedonale sul fiume Kallang, a Singapore

Ponte pedonale senza nome sul fiume Kallang, a Singapore. Si trova qui.

Ho provato a chiedere il nome ad alcune persone che erano in zona, ma la risposta che ho ottenuto e' stata "Bike ... can". Alla faccia dell'inglese come (presunta) prima lingua di Singapore.

La prima volta che avevo visto questo ponte, mi ci ero ritrovato vicino senza ben sapere dove mi trovassi. Ricerche in vari database online non mi avevano permesso di reperirne il nome e l'esatta posizione, e il modo in cui l'ho ritrovato, oggi, e' stato quello che uso da sempre per ritrovare posti di cui non conosco l'esatta ubicazione: perdermi. Ed ha funzionato....

Continua la lettura

Due anni (2006-2008) ad Atlanta, Georgia, avevano lasciato qualche segno sul mio fisico: porzioni abbondanti di cibo troppo grasso (anche quello magro), strade fatte per guidare e non per pedalare o camminare, e poche cose da vedere che fossero raggiungibili senza auto, piu' la mia naturale propensione ad evitare le palestre, avevano contribuito a portare il mio peso a settantacinque chili, quattro in piu' di quando ero sbarcato ad Atlanta per la prima volta. Non tanti in assoluto, tutt'altro, ma troppi per un fisico gracilino come il mio. Eppure, nel corso di un sondaggio in ufficio, istigato da un collega d'ufficio single che cercava scuse per attaccar bottone con le colleghe americane, sia io che il collega britannico, di corporatura simile alla mia, eravamo stati definiti "scrawny", praticamente pelleossa. Il collega americano piu' leggero, poco piu' basso di noi (quindi sul metro e ottanta) pesava oltre novanta chili. "Scrawny", quindi magri.

Saliamo sulla macchina del tempo pe...

Continua la lettura

Il Sun Yat Sen Memorial di Singapore

Il dottor Sun Yat Sen e' considerato il padre della Cina moderna, e anche i cinesi nazionalisti lo considerano il padre della patria (Taiwan, nel loro caso). L'iscrizione di fronte al memoriale, "Un uomo ha cambiato la Cina, (ed e') il Dottor Sun Yat Sen", sembra quasi sminuire le capacita' del Dottore, adorato dai cinesi della diaspora ovunque, nel mondo....

Continua la lettura

Tempio buddista birmano a Singapore

"Hai purtato i'scarpett?", diceva il mio insegnante di educazione fisica di terza media. "Hai portato le scarpe da ginnastica?", intendeva dire. Beh, un ragazzino che ha visitato il tempio buddista birmano in Tai Gin Road, a Singapore, ha certamente portato le sue scarpette. Le ha dovute lasciare fuori, come si fa entrando in tutti i templi buddisti e indu' (e probabilmente di altre religioni), e quel teschio con le tibie incrociate, fuori da una chiesa, fa una strana impressione. Come se una delle due non avesse significato: l'andare in chiesa o l'indossare scarpe con il simbolo dei pirati (simbolo funesto).

Il tempio risale al 1875, e pare ospiti la piu' grande statua di marmo del Buddah al di fuori della Birmania. "Pare" in quanto chi scrive era sudato fradicio dopo una lunga pedalata, quando e' arrivato di fronte al tempio, e non si e' reputato degno di entrare in un luogo consacrato. Soprattutto per il timore di spingere tutti i fedeli presenti ad una conversione...

Continua la lettura

Chiesa metodista di Kampong Kapor, a Singapore

La chiesa metodista di Kampong Kapor a Singapore. "Kampong" e "kampung" significa "villaggio", in linguaggio malay....

Continua la lettura

Sede della Church of God in Alexandra Road

A volte riesce difficile riconoscere una chiesa da un edificio con uso differente, come abbiamo visto in Qual'e' la chiesa? pochi mesi fa. La chiesa avventista con sede in Alexandra Road, a Singapore, non fa eccezione: passandoci davanti in bicicletta, giorni fa, ho avuto tutto il tempo per studiarlo con attenzione, ma continuavo a pensare che il nome "Church of God" fosse uno scherzo: in un palazzo cosi' io ci vedrei volentieri una piccola multinazionale, una web agency, o uno studio di progettazione e styling auto, oppure un negozio di informatica un po' pretenzioso, o magari persino un club alla moda. Invece e' una chiesa protestante. Probabilmente bella, e molto adatta ai tempi: non evoca sacrificio o poverta', ma impegno, guadagno e sfoggio. ...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 Successiva

Letture consigliate

A noi è piaciuto scrivere queste cose, a voi potrebbe piacere leggerle e commentarle.


Archivio per mese


Avvisi dagli amministratori

01/10/2021: Aggiornamento indirizzo chat Ryanair
Segnaliamo agli utenti che abbiamo modificato la pagina con l'indirizzo della chat Ryanair, visto che l'azienda irlandese ha spostato tale servizio. L'articolo e' qui.