Diario minimo di un italiano all'estero

16/03/2009: Per i fans di Guerre Stellari di passaggio a Singapore, un negozio di articoli legati alla saga creata da George Lucas;
17/03/2009: Bagagli aerei: un milione all'anno sparisce nel nulla;
20/03/2009: Il vecchio aeroporto di Kallang: peccato non sia visibile la vecchia pista circolare!
21/03/2009: Una Vespa zavorrata a Singapore: una delle tante Vespa in giro per Singapore, con un tocco di originalita';
22/03/2009: Elicotteri militari a portata di mano. Ma non sono in vendita, non ai privati, perlomeno......

Continua la lettura

Un AH-64 Apache a poca distanza dai condomini di Tanjong Rhu Road

Sono abituato al rumore di aerei ed elicotteri, avendo assistito da appassionato di aeronautica a vari raduni aeronautici, sia per aver vissuto a due passi dall'aeroporto di Heathrow per qualche anno. Qui a Singapore, le opportunita' di vedere aeromobili militari senza sforzo si moltiplicano: te ne stai seduto alla tua scrivania, in ufficio, concentrato, e senti rumore d'elicotteri. Guardi fuori dalla finestra, e vedi un Chinook che passa a poche centinaia di metri, piu' in basso del ventiquattresimo piano in cui ti trovi. Sorvola i campi sportivi vicino al City Hall e si dirige verso l'area in cui sono in corso i lavori per il nuovo casino', poi scompare dietro alcuni grattacieli. Passano venti secondi, e appare un Super Puma che segue lo stesso percorso. Poi arriva un Continua la lettura


Vespa con l'avantreno zavorrato

Sentita tanti anni fa:"Eh, ha elaborato la Vespa, ha messo il carburatore da ventuno e il cilindro del centoventicinque, ma l'ha dovuta piombare perche' altrimenti decollava".
"Piombare" voleva dire 'zavorrare', secondo alcuni amici vespisti, e questa Vespa fotografata tra Bugis Station e Sim Lim Square, a Singapore, sembra uscita dall'aneddoto citato poco fa: sul parafango anteriore compare un ... come chiamarlo? Un cavallone alato rampante, che per dimensioni potrebbe quasi essere una polena navale.

Beh, con un contrappeso cosi', almeno si puo' essere quasi sicuri che questo Vespista non andra' in giro ad impennare....

Continua la lettura

Il vecchio aeroporto di Kallang, Singapore

Tempo fa, passando in autobus lungo Nicoll Highway a Singapore, notai qualcosa di strano: eravamo su una strada abbastanza vicina al centro citta', con parecchio traffico, e vicino a noi c'era un bell'edificio che sembrava il terminale di un'aeroporto. Troppo lontano dal Changi International Airport, da Seletar Airport o dalla base militare di Paya Lebar, sembrava che quell'edificio fosse capitato per sbaglio dove si trovava.
Passando di nuovo da Nicoll Highway, tempo dopo, mi avvicinai e "scoprii" cosa ci faceva quell'edificio, li': si tratta del terminale del vecchio Kallang Airport, attivo dagli anni Trenta agli anni Cinquanta ed ora utilizzato da un'associazione legata al governo singaporiano. Il primo aeroporto esclusivamente commerciale di Singapore, e aveva anche aree destinate all'ammaraggio di idrovolanti; pare che la pista di decollo ed atterraggio fosse circolare, per permetterne l'uso...

Continua la lettura

Nel 2007 sono stati "gestiti male" 42 milioni di bagagli aerei, e tra questi un milione sono scomparsi definitivamente. Questo dice l'associazione di utenti aerei AUC (Air Transport Users Council), che ha reso noti questi dati. La cifra di 42 milioni di bagagli comprende bagagli smarriti definitivamente, bagagli in ritardo, bagagli danneggiati, e bagagli inviati alla destinazione sbagliata e poi recuperati. AUC evidenzia la difficolta' nell'ottenere rimborsi dalle linee aeree in assenza di ricevuta per l'acquisto degli oggetti smarriti o danneggiati.

Bisognerebbe fare come il nonno, che teneva tutte le ricevute in un cassetto del salotto. Avrebbe potuto documentare il prezzo d'acquisto del Guzzi Galletto comprato nel 1962, lui. Noi, purtroppo, compriamo oggetti costosi un po' piu' spesso, e per tenere tutte le ricevute sarebbe necessaria una stanza a parte.

Se viaggiate spesso in aereo, ci sono buone possibilita' che ab...

Continua la lettura

Per i fans di Guerre Stellari

Probabilmente non sono rari, i negozi che vendono oggetti legati al ciclo di Guerre Stellari: questo pero' e' ben fornito. Si trova al terzo piano (secondo, se li contate all'italiana) di Suntec City, uno dei tantishopping mall di Singapore. Il nome del negozio e' Simply Toys, e la quantita' e varieta' di spade laser in vetrina e' sufficiente ad incuriosire anche chi non e' fanatico della saga di George Lucas.

Giorni fa abbiamo parlato dei fan singaporiani di Star Trek, ora di Star Wars: se saltano fuori anche dei fan club di Spazio 1999 e U.F.O., quest'isoletta potrebbe rivelarsi uno dei posti con piu' alta densita' di amanti della fantascienza nel mondo...

...

Continua la lettura


Ronald McDonald, il bidone della spazzatura umano, o quasi

Singapore, come saprete, e' una citta-stato ossessionata dall'ordine e dalla pulizia, e anche Ronald, il pupazzo di McDonald's, fa la sua parte: nonostante i tanti cestini, ci sono molti passanti che preferiscono buttargli la spazzatura in grembo.

Foto scattata di fianco a Plaza Singapura, un centro commerciale su Orchard Road....

Continua la lettura

Fort Canning, Museo Nazionale e dintorni, Singapore

Visita al National Museum di Singapore, stasera (sono le 22, ora). Ci sono arrivato verso le 18, ora in cui l'ingresso diviene gratuito, anche se limitato alle mostre permanenti. Quella dedicata alla storia del cinema di Singapore e, ancora di piu', la galleria riservata alle "foto di famiglia" sono per me le piu' interessanti, per il mio interesse per fotografia e cinema, e per la conferma visiva della tradizione multietnica di Singapore: foto d'inizio Novecento che mostrano famiglie cinesi, indiane, armene (la presenza di una comunita' armena a Singapore mi stupi', inizialmente, quanto quella di una comunita' ebraica a Nanchino, in Cina).

Uscendo dal museo dal retro ci si ritrova ad una delle entrate gotiche di Fort Canning, fortezza per modo di dire: come la Linea Maginot, non venne mai messa alla prova e non servi' allo scopo per cui era stata progettata: non creo' problemi ai giapponesi quando conquistarono l'isola nel 1942. Fort Canning si trova su una collina p...

Continua la lettura

AirAsia ha avuto un'idea preoccupante formidabile: selezionera' dieci candidati per il lavoro di pilota di linea in base a cio' che i candidati scriveranno nel loro blog. Ecco il testo dal sito AirAsia:

So YOU wanna be a pilot? Simple. What do you have to do? Blog. What? Thats it? Yes, you're reading it right. Blog.

We hope you're putting your hands in the air because the blog will be giving the opportunity to 10 individuals to live their dreams in the sky. Blog and be a pilot. Simple rules right?
Quindi, in breve: scrivi in un blog i motivi per cui AirAsia dovrebbe farti fare il pilota, e AirAsia ti dara' un'occasione per diventarlo davvero. Se scrivi in un blog, magari l'opportunita' ti fara' piacere. Se invece non sei un blogger, e voli spesso, immaginiamo il brivido che ti sta passando per la schiena: in volo, la tua vita rischiera' di essere...

Continua la lettura

Siamo a Sentosa, l'isola molto turistica e poco esotica a sud di Singapore. Mia moglie ed io, accompagnati dal nostro ex collega Dan in visita a Singapore, siamo in spiaggia e ci godiamo il caldo. Dormicchiamo. Oltre trenta gradi, siamo alla fine di gennaio ma sarebbe lo stesso se fossimo alla fine di febbraio, agosto o novembre: di pomeriggio la temperatura scende raramente sotto i trenta gradi, a Singapore, e spesso supera i trentacinque, in qualsiasi mese.

Abbiamo un'isoletta artificiale di fronte a noi, e dietro le centinaia di navi che transitano negli Stretti di Singapore ogni giorno. Dan ed io andiamo a nuoto sull'isoletta, che sara' ottanta metri per trenta, a dir tanto. Camminiamo in spiaggia, parlando dei bei vecchi tempi a Londra, del periodo meno bello che abbiamo trascorso entrambi ad Atlanta, e del suo nuovo lavoro che lo porta a viaggiare tra Leeds, in Inghilterra, e Sydney, in Australia. E' curioso come, lavoran...

Continua la lettura

03/03/2009: Hockey su prato a Singapore
06/03/2009: Nuova Alitalia: debiti, concorrenza, scioperi ... niente di nuovo, insomma
07/03/2009: Benvenuti su ViaggiareLeggeri.com

Solo tre articoli, ma ci sono state altre cose da fare. Non nuovi viaggi, purtroppo ...un nuovo sito, piuttosto. Ieri, alle sette e dieci di mattina, ora italiana, Viaggi.affari.to si e' trasferito su www.viaggiareleggeri.com, come spiegato qui.Cambia il nome del sito, la posizione del menu' di navigazione, i colori, qualche funzione, ma le discussioni nel forum, gli articoli nel blog, e in generale tutti i testi che erano disponibili in precedenza su Viaggi.affari.to sono ora visibili qui. ...

Continua la lettura

Dov'e' finito www.viaggi.affari.to?

Oggi, 7 marzo 2009, Viaggi.affari.to ha traslocato su www.viaggiareLeggeri.com. Cambia tutto e non cambia niente: le discussioni nel forum, gli articoli nel blog, e i vostri racconti di viaggio sono sempre qui, forse anche piu' fruibili di prima.

Eravamo affezionati a Viaggi.affari.to: e' stato il nome di questo sito per tanti anni (dal 2003-2004), e lo scorso anno e' stato persino menzionato in un programma televisivo. Pero' era arrivato il momento di cambiare: la presenza di quell'affari nel nome del sito creava equivoci, tra l'altro: questo sito non e' destinato a chi viaggia "per affari" o per uno specifico motivo: e' per tutti.

Troverete anche nuove sezioni, come le gallerie fotografiche e le guide, per esempio. E se decidete di registrarvi sul sito (gratis, s...

Continua la lettura

Reuters ci informa che Alitalia, dopo la recente privatizzazione sponsorizzata dal governo italiano, prevede di perdere duecento milioni di euro nel corso del 2009, secondo quanto dichiarato dall'amministratore delegato Sabelli. Come si fa a perdere duecento milioni di euro? Quando perdo una moneta da due euro mi metto a cercarla e di solito la trovo, ma Alitalia fa le cose in grande. Con perdite di queste dimensioni, i fornitori di Alitalia vedranno pochi soldi, e anche i dipendenti non e' che possano stare tranquilli. Certo, l'amministratore delegato guarda al bicchiere mezzo pieno, e dice che le perdite avrebbero potuto essere MOLTO piu' alte.

Lufthansa e le Ferrovie dello Stato faranno concorrenza ad Alitalia sulla rotta Roma-Milano. Altra cattiva notizia per Alitalia, la concorrenza non e' uno stimolo ma una tragedia, se un'azienda non vi e' abituat...

Continua la lettura

Partita di hockey femminile di fronte al City Hall, Singapore

Sabato mattina, tempo caldo ma non torrido, buono per una pedalata. Sarebbe ideale se ci fossero dieci gradi in meno, ma perlomeno oggi non piove. Superato il ponte sul Kallang Basin, pedalo sul rettilineo d'arrivo del GP di Singapore, passo di fianco ai teatri sulla baia, e arrivo alla zona del City Hall.

I campi sportivi di fronte al vecchio municipio di Singapore offrono sempre qualche spettacolo sportivo interessante. Oggi e' la volta di campionato di hockey su prato, vedo squadre maschili e femminili. Mi piazzo dietro una porta e scatto alcune foto. Ci sono alcuni goal, la pallina arriva parecchio veloce a pochi centimetri dalla mia faccia, pr fortuna la rete e' ben tesa e arresta la palla. Il cielo e' stupendo, fa caldo ma non ancora troppo, e lo scenario di questi campi di calcio con i grattacieli della city a fare da sfondo e' sempre spettacolare....

Continua la lettura

Gli articoli della settimana appena conclusa:

23/02/2009: Aleoca: un prodotto pseudo-italiano che fa danni alle bici italiane?
24/02/2009: Bevande di nuovo gratis sui voli US Airways. Ma non sperate vi portino un'amarone.
27/02/2009: Trekkies a Singapore durante la Chingay Parade di un mese fa.
28/02/2009: Ryanair: se ti scappa, paghi: bagni a pagamento anche in quota, ora. E io che di solito mi trattengo per giorni proprio per farla gratis nei bagni dei velivoli Ryanair...
1/03/2009: Aleoca Ossario, bel nome per una bici. Hanno in catalogo anche la Aleoca Scorfano, questi sciagurati.

Due giorni senza articoli, questa settimana. In quei giorni abbiamo ...

Continua la lettura

Grazie ad un commento di un lettore nel blog, ora sappiamo che Aleoca pesca parole a caso per darsi un'identita' italiana.

Ricordiamo che Aleoca e' un'azienda produttrice di biciclette, con sede a Singapore e fabbrica in Cina, che usa una bandierina tricolore, slogan italianeggianti ("Le Italiano Concetto"), e nomi italiani per vendere i propri prodotti. Ne parlammo per la prima volta qui.

Roberto ha segnalato l'esistenza di un modello Aleoca che dimostra come questa ditta, che pure sfrutta l'italica reputazione nel settore delle due ruote, probabilmente non sappia neppure dove sia l'Italia: se foste voi a produrre biciclette, mettereste sul mercato una bici chiamata Ossario?

Chi compra un...

Continua la lettura

Come preannunciato nei mesi scorsi (qui, qui e qui), le linee aeree sono arrivate a far pagare l'uso dei bagni in volo. L'annuncio viene dal noto showman Michael O'Leary, amministratore delegato della Ryanair: la linea aerea irlandese si prepara a far pagare una sterlina per l'uso del bagno in volo.

La prossima frontiera delle ancillary revenues? Vediamo cosa resta a disposizione delle linee aeree, per quanto riguarda le potenziali fonti di entrate:

- Trasporto fino al velivolo a pagamento: se non paghi, cammini;
- Bocchettoni dell'aria fresca attivabili a gettone;
- Luce sopra il sedile a pagamento;
- Sapone e carta igenica a pagamento, nel bagno che gia' sara' a pagamento;
- Interventi degli assistenti di bordo a pagamento: 1 sterlina alla prima chiamata, 2 alla ...

Continua la lettura

I Trekkies di Singapore al Chingay Parade 2009

Ritorno a parlare di Chingay Parade 2009, quasi un mese dopo che si e' svolta la parata, per pubblicare una foto, come promesso al Singapore Trekkies di www.StarTrek.sg.
...

Continua la lettura

Il primo agosto 2008, US Airways aveva iniziato a far pagare 2 dollari per ogni bevanda non alcolica ordinata a bordo dei suoi voli. Ora US Airways ha fatto marcia indietro, per fortuna. Dopo sei mesi di questo spiacevole esperimento, a partire da marzo ricomincera' ad offrire a bordo gratuitamente bevande gasate, succhi di frutta, acqua e caffe' (e the, immaginiamo). Misterioso e sconcertante silenzio sul destino delle bevande alcoliche.

In un'email ai dipendenti, Doug Parker, amministratore delegato di US Airways, ha informato i dipendenti che il programma ha avuto successo, dal punto di vista della creazione di entrate aggiuntive. La sospensione dell'esperimento deriva dal fatto che US Airways era tra le poche linee aeree (forse l'unica) operanti nel mercato USA a far pagare le bevande a bordo, e questa sua distinzione negativa influiva sulla percezione che l'azienda dava di se'. E negli USA, perception is reality.

In questo caso, l'esempio da seguire non e' quel...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 Successiva

Letture consigliate

A noi è piaciuto scrivere queste cose, a voi potrebbe piacere leggerle e commentarle.


Archivio per mese


Avvisi dagli amministratori

01/10/2021: Aggiornamento indirizzo chat Ryanair
Segnaliamo agli utenti che abbiamo modificato la pagina con l'indirizzo della chat Ryanair, visto che l'azienda irlandese ha spostato tale servizio. L'articolo e' qui.