Diario minimo di un italiano all'estero

Le curiose leggi della Georgia

Bevande alcoliche, polli, fuochi artificiali: ci sono divieti di ogni tipo 17/11/2015

Negli Stati Uniti, esistono leggi federali, valide in tutta la nazione, ed esistono leggi specifiche per ogni Stato. Negli anni in cui ho vissuto ad Atlanta, in Georgia, ne ho notate alcune.

- Fino al luglio di quest'anno era vietata la vendita di fuochi artificiali. Per acquistarli era necessario andare in uno degli altri Stati degli USA. Per cui capitava, guidando da Atlanta verso l'Alabama, il Tennessee o le Caroline (del Nord e del Sud), di superare i confini della Georgia e di trovarsi di ...

Continua la lettura

Swirral Edge: via dalla pazza folla

La seconda camminata del 2015 nel Lake District 16/11/2015

Swirral Edge. Il nome non risveglia l'immaginazione come Striding Edge, l'altra cresta che porta al monte Helvellyn, e va bene cosi'. Striding Edge e' affollato tutto l'anno, tanto che ci sono punti, su quella sottile cresta, in cui devi metterti in coda per passare.

Swirral Edge e' un po' il fratellino sfigato, quello che riceve meno attenzioni dagli escursionisti e da chi scrive di montagna.

OK, in parte e' perche' non e' una montagna "vera": e' una cresta che porta ad un colle (Helvellyn)...

Continua la lettura

L'inglese da spiaggia

Parole e frasi inglesi da usare al mare 15/11/2015

Doveste mai trovarvi su una spiaggia a parlare con un/a inglese, o ad ascoltare una conversazione tra inglesi o, più in generale, tra britannici, potrebbe servirvi conoscere parole ed espressioni tipiche. Eccone alcune. Topless: iniziamo con una parola che conosciamo quasi tutti, significa "senza la parte superiore", in questo caso la parte superiore del costume da bagno. È utile ricordare che il suffisso -less si può usare anche altrove: bottomless (senza fondo, senza parte inferiore), sh...

Continua la lettura

Una bella libreria londinese: Skoob Books

Ci trovi persino il libro di Alon Confino 14/11/2015
Leggere non fa mai male

Qualche sera fa camminavo a Londra, e scendendo da Euston Station verso sud, verso il centro citta', mi sono trovato vicino ad un centro commerciale chiamato Brunswick, nel quartiere di Bloomsbury. Devo essere arrivato al centro commerciale dal lato sbagliato - il retro - perche' non ho trovato un ingresso. In compenso, mi sono trovato davanti un negozio di libri usati, sono entrato, e mi sono trovato davanti ad un negozio che pareva una biblioteca, stipato di libri in un modo che e' poco fre...

Continua la lettura

Casini al Colosseo, ma non è colpa di Marino (credo)

L'odissea delle audioguide nell'Anfiteatro Flavio 13/11/2015
Roma

Diciamo che tu sia il responsabile di un edificio d'importanza storica. Che so, il Colosseo.

Diciamo che l'edificio sia famoso nel mondo, compaia in tanti film e attiri tanti turisti, anche gente famosa, tipo il Presidente degli Stati Uniti e gente cosi'.

Diciamo che ogni persona che vuole entrare nel tuo edificio (che e' grande, il piu' grande anfiteatro del mondo) paghi sedici euro. Che non sono proprio pochi.

Se conti di avere dieci visitatori, puoi fregartene di gestire il loro flusso. Se...

Continua la lettura

Gli inglesi e il freddo

Italiani a Londra col piumino, inglesi in maglietta. Sono strani, 'sti inglesi. 12/11/2015
In Inghilterra c'e' neve tutti i giorni dell'anno, copritevi.

Se sei italiano e vai in Inghilterra, ti copri, che sia estate o inverno, perche' ti hanno detto che fa freddo. Se poi ci vai per fermarti, se cioe' vai a vivere in Inghilterra, ti porti dietro tutte le cose che mamma e papa' ti hanno aiutato ad acquistare in vista di quell'escursione sull'Everest che volevi fare quando avevi diciassette anni: il parka canadese con un chilo di piume, la superpippo in pile garantita contro il freddo islandese, i guanti impermeabili antivento con interno in lana m...

Continua la lettura

Argentiera

Una citta' fantasma nel nord della Sardegna 11/11/2015

Statale 69, sto guidando verso sud, verso Porto Conte. Sto tornando in albergo verso Stintino, senza fretta, fermandomi quando vedo villaggi pittoreschi. Gia' avevo notato il cartello per Argentiera all'andata, e mi aveva incuriosito, come capita con i toponimi che ti dicono immediatamente la vocazione di un posto: Carbonia, Campodimele, Guardia Piemontese.



A Palmadula prendo la Statale 18, che gira tra le colline vicino al mare. Mi fermo, guardo il mare. Calette, baie, angoli nascosti in r...

Continua la lettura

Mangiare tapas a Alicante: recensione ristorante Tapa-Caña

Le tapas non sono un piatto sofisticato, il che e' proprio quel che ci vuole, a volte 10/11/2015

Cosa posso scrivere, nella recensione di un tapas bar? Che le tapas sono un piatto semplice e economico. Che vengono dalla Spagna, e somigliano ai cichéti veneziani. Che riempire la pancia con cinque euro a testa, nel 2015, non e' facile, ma con le tapas ci si riesce. Prologo
Spagna, ottobre 2015. Arriviamo in albergo ad Alicante, sistemiamo le nostre cose in camera. Mia moglie ed io abbiamo fame. Usciamo dall'albergo, siamo in Calle Rafael Altamira, e di fronte a noi vediamo l'insegna di T...

Continua la lettura

Riparare il tetto di un 'conservatory' inglese

Comprare casa. Riparare casa. Vendere casa. E poi comprare casa... 09/11/2015

Vivere in Inghilterra e' come vivere in Italia: prima o poi ti rendi conto che comprare una casa e' un investimento, che pagare un affitto equivale a buttare soldi dalla finestra ogni mese, e allora compri casa. E come in Italia, la casa che acquisti non e' che resti li', immutabile come una montagna, senza un pizzico di manutenzione. Le case inglesi a volte sono peculiari, altre volte sono proprio strane. Per esempio, prendiamo il conservatory.

E' un'estensione della casa, nel senso che non f...

Continua la lettura

La sedia sulla spiaggia di Singapore

E' lunedi'. Ma non e' necessario che sia un brutto lunedi'. 09/11/2015

Vogliamo iniziare bene questa settimana?


Mi piace questa sedia, piazzata su una spiaggia deserta sulla costa orientale di Singapore, vicino al parco di Pasir Ris. Mi ricordo la sabbia, morbida e umida ma non bagnata, ideale per una passeggiata a piedi nudi. Mi piace persino la nave portacontainer, e le ciminiere dello stabilimento industriale sullo sfondo.

Se volete, provate voi a dare un significato alla foto. Io voglio solo augurarvi buon lunedi' e buona settimana. E buon viaggio, se siete ...

Continua la lettura

Foliage in citta' (e moto con la mimetica nascoste tra le foglie)

Per vedere bel fogliame non e' necessario andare nel New England. Pero' aiuta. 07/11/2015

Arriva l'autunno ... anzi no, e' gia' arrivato da piu' di due settimane. Dicevo, arriva l'autunno e pare sia obbligatorio andare per boschi ad osservare il foliage, che dirlo in inglese fa fine. E' poi solo il fogliame, che d'autunno cambia colore: le foglie diventano gialle, arancioni, spesso rosse. La fotosintesi va in letargo, carotenoidi e antocianine si mettono al lavoro, e negli Stati Uniti i turisti si dedicano al leaf peeping (sbirciare il fogliame) principalmente in New England, mentre ...

Continua la lettura

Ho provato lo zaino Big Pack Sprinter 22: non va bene per i pesciolini rossi

Raro ed esotico, ma non ideale nella piovosa Inghilterra 06/11/2015

Quest'anno volevo rifare una gita nel Lake District tipo quella dello scorso anno: pullman o treno fino a Penrith, autobus locale fino a una valle, traversata di una collina/montagna e campeggio libero. Ma senza soffrire per il peso eccessivo dello zaino come mi capito' lo scorso anno, quindi ho pensato di alleggerire i componenti principali della mia attrezzatura: zaino, sacco a pelo, tenda e materassino. Il mio zaino Eurohike pesa 1,8 chili, il che non e' un buon inizio, se uno vuole portare n...

Continua la lettura

Curare il mal di testa facendoti venire mal di testa

A Singapore la pubblicita' e' controproducente, a volte 06/11/2015

"Sollievo rapido per i mal di testa", dice questa pubblicita' che tappezza l'autobus numero 196 di Singapore. Non so voi, ma a me basta guardare l'autobus, per ritrovarmi col mal di testa. ...

Continua la lettura

Twickenham, non solo rugby

Esplorando la capitale del rugby inglese 04/11/2015

I campionati mondiali di rugby sono appena finiti, la Nuova Zelanda ha vinto, la quiete e' tornata a Twickenham, colta e costosa citta' lungo il Tamigi a sud-est di Londra. Rimangono giganteschi palloni da rugby a decorare pub e prati. Acquisto il biglietto a/r Staines-upon-Thames - Twickenham online, sei sterline e diciassette pence. Vado alla stazione di Staines all'ultimo momento, non trovo parcheggi gratis in zona, spendo altre tre sterline e mezza per un parcheggio a pagamento. Ci sono ...

Continua la lettura

Visitiamo il cimitero armeno a Singapore

Due Novembre, il giorno dei morti 02/11/2015

Il Due Novembre si ricordano i morti, i nostri e quelli degli altri, volendo. Non so se sia il giorno piu' adatto per visitare un cimitero, ma e' la prima cosa che m'e' venuta in mente (visitare un cimitero), dopo che ho visto che giorno e' oggi. Il Cimitero Armeno di Singapore non e' uno dei classici cimiteri da visitare come Montmartre e Highgate. E' un posto quieto, di solito deserto, a due passi dai grattacieli del centro di Singapore. Ci sono arrivato per caso, al cimitero armeno ...

Continua la lettura

A Firenze, le cuffie si chiamano "whisper". Non "headphones".

Perche' tanto l'inglese lo sappiamo tutti, no? NO? 30/10/2015

Estate 2015, vicino ad un fast food davanti alla stazione di Firenze. Un centinaio di persone, turisti quasi tutti stranieri, guide turistiche italiane, per una serie di tour in pullman: Chiantishire, Siena, Pisa. Le guide cercano di raggruppare le comitive che dovranno accompagnare, e iniziano a dare istruzioni e a fornirci le cuffie per ascoltare la descrizione dei luoghi che visiteremo. "Turisti quasi tutti straneri, guide turistiche italiane". E io?
Io ero la ragione del "quasi tutti st...

Continua la lettura

Escursione a Red Tarn con Nick Nolte, Robert Redford e il medico della mutua

La prima camminata del 2015 nel Lake District 29/10/2015

Che poi non e' che il medico della mutua, Robert Redford e Nick Nolte fossero con me. Pero' quasi.

Luglio 2015, dal dottore, nel villaggio di Stanwell, Inghilterra:
Dottore: "Le radiografie mostrano che hai delle ginocchia molto piu' vecchie della tua eta'."
Io: "Strano, quando sono nato erano nuove."
Dottore: "Cosa fai per ridurre il dolore?"
Io: "Cerco di evitare di camminare. Che mi scoccia un po' visto che camminare in montagna e' una delle cose che mi piacciono. E anche correre."
Dottore...

Continua la lettura

Come conservare il sacco a pelo: l'immagazzinaggio

Metti da parte il sacco a pelo? Lascialo respirare! 28/10/2015

Arriva l'inverno, e molti di noi non useranno il proprio sacco a pelo fino alla prossima primavera (o estate, nel caso dei piu' freddolosi). Il consiglio principale per conservare il sacco a pelo e' di non utilizzare la sacca di compressione, quella che utilizziamo per ridurre il nostro "letto portatile" a dimensioni minuscole. Il metodo di conservazione e immagazzinaggio raccomandato e' di solito quello di mantenere il sacco a pelo disteso, per esempio sotto un letto, oppure appeso, al ripa...

Continua la lettura

Materassino autogonfiabile Multimat Trekker 25, impressioni d'uso

Sarebbe ottimo se fossi un rettangolo 26/10/2015

Tempo fa acquistai un materassino autogonfiabile, e ora che l'ho usato in varie occasioni ne posso parlare in dettaglio. Si tratta del Multimat Trekker 25, pagato 48 sterline (circa 65 euro) tre anni fa, e ora disponibile online a prezzi più bassi. Iniziamo dai dati tecnici del materassino: - Autogonfiabile
- Dimensioni: 1830 x 510 x 25mm
- Peso (dichiarato): 855g
- Stagioni (dichiarate): 4
- Valore Tog: 5,3
- Materiale esterno: poliestere 150D e membrana TPU per tenuta pneumatica; t...

Continua la lettura

Spazzolino ultraleggero per viaggiare leggeri

Non sempre risparmiare peso costa un capitale 23/10/2015

Quella del viaggiare leggeri e' una filosofia che comprende approcci alternativi alla riduzione di peso del bagaglio. C'e' chi spende per acquistare l'attrezzatura piu' leggera possibile. Ci sono gli stoici della vacanza/viaggio/escursione, quelli che rinunciano a qualsiasi comodita' e partono per un giro del mondo in autostop con un sacco a pelo e i vestiti che hanno addosso. Ci sono quelli che riesaminano il proprio modo di viaggiare in modo da ridurre il peso dello zaino (per esempio rinu...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 Successiva

Letture consigliate

A noi è piaciuto scrivere queste cose, a voi potrebbe piacere leggerle e commentarle.


Archivio per mese