Diario minimo di un italiano all'estero

Gli inglesi e l'inglese: 10 frequenti errori di spelling

Conoscere perfettamente la propria lingua non e' facile 23/06/2015

"Sono inglesi', uno dice "sapranno pur parlare inglese alla perfezione, no?". Già, come gli italiani e il congiuntivo... e infatti anche gli inglesi fanno errori, quando scrivono e parlano nella loro lingua natia. Quello nella foto è un errore visibile a chiunque visiti la stazione di Ealing Broadway, tra Heathrow e Londra: "turbulance" (errato) e' stato utilizzato al posto di "turbulence".



Se volete cogliere in fallo un inglese (o un altro native speaker della lingua inglese), ecco alcuni ...

Continua la lettura

Auto-barca: un ibrido per solcare i canali inglesi

Gli inglesi sono eccentrici? Guardate queste foto e decidete voi 22/06/2015
Franken-barca inglese

Quando si parla di "eccentricita'", in Italia si pensa immediatamente agli inglesi. Durante la recente intervista di Radio2Rai a ViaggiareLeggeri, il fatto che un tizio, vicino a Heathrow, avesse deciso di piazzare due cabine telefoniche in giardino, e' stato immediatamente preso come conferma che gli inglesi sono strani. A me non pare, e se avessi un giardino piu' grande anch'io lo decorerei con qualcosa di piu' che erba, pomodori e fagiolini (probabilmente creerei una collinetta su cui piazzar...

Continua la lettura

Roma e Piemonte sono vicine, in Georgia

Toponimdano italiani negli Stati Uniti 21/06/2015
Piemonte da una parte, Roma dall'Altra

C'erano una volta in America... i nativi americani. Poi arrivarono i Vichinghi dalla Scandinavia, ma erano pochi e non lasciarono molte tracce. Poi arrivo' Cristoforo Colombo con la Nina, la Pinta e la Santa Maria, ma erano piccole navi, non transatlantici, e portavano poca gente. Qualche tempo dopo Colombo iniziarono le vere migrazioni (pensa se gli 'indiani' avessero preso a cannonate i battelli in arrivo dall'Europa...), e il Nord America divenne una terra di conquista per gli Europei. Il Nor...

Continua la lettura

Ci sarebbero tante cose di cui scrivere...

... a volte manca la voglia, altre volte il tempo 20/06/2015

A questo punto, con decine (centinaia?) di articoli arretrati per Viaggiare Leggeri e per gli altri piccoli blog in cui scrivo, mi ritrovo di fronte a tre possibilità: posso continuare a tenere da parte quei potenziali articoli (per i quali a volte ho soltanto il titolo, o una foto come spunto), sperando di trovare, in futuro, la giusta combinazione di tempo, idee e ispirazione per completarli al meglio. Oppure posso buttare giù la lista qui, in questa pagina, come promemoria insieme person...

Continua la lettura

Jason Voorhees in agguato sugli Appalachi

Il cattivo di Venerdì 13 e' dalle parti di Atlanta, USA 19/06/2015
Jason Voorhees in agguato sugli Appalachi

Vi pare che gli inglesi siano eccentrici, solo perche' piazzano delle cabine telefoniche in giardino? Vogliamo parlare degli statunitensi? Stavo guidando tranquillo sui monti Appalachi, nel nord della Georgia, diretto verso Atlanta. Una domenica pomeriggio soleggiata passata a vedere la campagna e le colline, finestrini aperti e gomito fuori, l'autoradio coi Credence Clearwater Revival. - Chi c'era in quel giardino?
- Quale?
- A destra, ci siamo appena passati vicino. C'era qualcuno str...

Continua la lettura

Mezzogiorno di fuoco in Sardegna

Pare l'Arizona, ma è a due passi da Sassari 18/06/2015
Mezzogiorno di fuoco in Sardegna

Due e venticinque di un pomeriggio di luglio, tra Capo Conte e Stintino, in Sardegna. Caldo torrido, arriviamo in un piccolo paese, ci fermiamo a mangiare. La chiesa col campanile basso e con la facciata col bordo a onda pare tirata via da una foto del New Mexico. L'aria rovente potrebbe essere quella dell'Arizona, e solo la musica di Ennio Morricone potrebbe rompere il silenzio pomeridiano.
Allontanandosi dalla folla e dai posti piu' frequentati, c'e' tutto, in Italia....

Continua la lettura

La scuola italiana insegna a viaggiare pesanti

Il trolley di uno scolaro non verrebbe accettato da Alitalia e Ryanair 17/06/2015
Trolley pesante 12kg: va bene per andare a scuola, non in aereo


Seconda media, tredici anni. Vai a scuola, e magari ti piace. Oppure no, ci vai perche' ci devi andare, e non vedi l'ora di poter essere altro, non piu' qualcuno a cui tutti dicono cosa fare. E come se non bastasse la scuola, devi anche portarti dietro dodici chili di bagaglio, casa-scuola-casa, ogni santo giorno! No, non e' fiction, non e' un romanzo esistenziale sulla vita degli adolescenti italiani. E' la routine quotidiana degli scolari italiani (spero non tutti): portare a scuola do...

Continua la lettura

Vietato buttare le chiavi dell'auto nel WC

Perchè certe cose è bene che ce le dicano 16/06/2015
Non buttate le chiavi dell'auto nel WC, per favore!

Sarà un'eccentrica abitudine inglese, buttare le chiavi nel cesso e poi tirare l'acqua? In realtà il cartello non è un divieto, ma una raccomandazione e una preghiera ai visitatori: per favore, non buttate salviette, pannolini o chiavi nel WC. Mi ricorda un cartello visto in un pub torinese, tanti anni fa: "E' vietato ballare sui tavoli". Che, secondo me, un cartello cosi' ti fa venire voglia di ballare sui tavoli del pub, anche se non ci avevi mai pensato prima.
Avrei voluto mettere...

Continua la lettura

Villaggio del Vecchio West a Stone Mountain, Georgia

Una giornata di svago a due passi da Atlanta, USA 15/06/2015

Stone Mountain e' un monolito di granito alto mezzo chilometro cui abbiamo dedicato un reportage lo scorso Marzo. Oltre alla montagna con teleferica e bassorilievo filo-sudista, a Stone Mountain c'e' anche un villaggio in stile Vecchio West. Probabilmente ci si svolgeranno anche finti duelli, ma la maggior parte del tempo il villaggio e' probabilmente piu' realistico: quieto e sonnolento sotto il caldo cielo della Georgia.

Nella foto, un calendario / orologio ad acqua.

Il villaggio "del West" ...

Continua la lettura

L'immondizia è ovunque

C'è del marcio (anche) in Gran Bretagna 14/06/2015

Lo so, lo so, lo so: quando uno guarda foto di destinazioni lontane per decidere dove andare in vacanza, non si aspetta di trovare foto di cumuli di immondizia. Ma non siamo qui per venderti una vacanza, per spingere un hotel o un prodotto: ci piace guardarci intorno, vedere ciò che a volte non si nota, cercare di capire, e condividere quel poco che sappiamo.
Per cui, oltre al bello vi mostriamo il brutto, la realtà così com'è, "warts and all", come si dice in inglese. E la realtà è ...

Continua la lettura

Abbreviazioni statunitensi: Ped Xing

Cosa vorra' dire Ped Xing? 14/06/2015
Xped Crossing, passaggio pedonale

Quando guidi, a volte ti capita di trovare dei cartelli stradali cosi' lunghi che per leggerli devi fermarti, tipo "Access to Pump Lane restricted 50 yds ahead to buses and cycles only". Altre volte i cartelli sono invece sintetici. Laconici. Criptici. Dovresti avere un esperto della Settimana Enigmistica di fianco, in auto. Piu' che un'indicazione, "Ped xing" e' un rebus. Sta per "Pedestrian crossing", il banalissino attraversamento pedonale. "Ped" per "pedestrian", e la "x" di "xing" va...

Continua la lettura

Una piazza per Sheldon Cooper

Protagonista di The Big Bang Theory onorato a Londra 13/06/2015
Piazza Sheldon

Sheldon Cooper, il protagonista della sitcom The Big Bang Theory, e' un modello per noi nerd: vorremmo essere intelligenti come lui, invece al massimo riusciamo ad essere incapapaci di comportarci in modo socialmente accettabile. Come lui, appunto. A Sheldon sembra essere stata dedicata una piazza, a due passi da Paddington: Sheldon Square.
Indicazione vista all'uscita della stazione della metropolitana di Paddington (linee Hammersmith & City)....

Continua la lettura

Stendere i panni a Singapore

Paese che vai, stendibiancheria che trovi 13/06/2015

Una foto che mostra il particolare modo di stendere il bucato a Singapore. Ne avevamo pubblicata un'altra in Panni stesi a Singapore, questa e' scattata da un angolo differente e permette di vedere meglio come le aste su cui viene stesa la biancheria sono piazzate in modo differente (perpendicolari e non parallele) rispetto a come si fa in Italia. ...

Continua la lettura

10 modi di dire usati negli uffici inglesi (e americani)

Antiaerea, palloni, capelli sciolti e campanelle 12/06/2015

Ogni Nazione ha i suoi modi di dire, quelle frasi fatte che diciamo senza pensare. Eccone dieci in uso nei Paesi anglosassoni, Gran Bretagna e Stati Uniti in primis. "We are not on the same page": tu ed io (ma soprattutto tu) non stiamo procedendo nella stessa direzione. Adeguati, ovvero fai come ti dico. "Level with me": condividi con me quello che sai. "Altrimenti" non viene detto, ma sotto l'apparente desiderio di collaborazione si puo' spesso intravedere un tono di velata minaccia. ...

Continua la lettura

Londra e' un paradiso senza auto, a volte

Narrowboats e bici lungo Regent's Canal 11/06/2015
Londra e' un paradiso senza auto, a volte

Regent's Canal, vicino a Paddington Station. Treni nella stazione, treni sotto la stazione. Fuori, lungo il canale, bici e passanti vanno e vengono a pochi metri dalle "narrowboats", le strette barche specializzate per la navigazione nella rete canalifera britannica. Come in Cambogia sul lago Tonle' Sap, anche nei canali britannici c'erano persone che nascevano sulle barche, vivevano e lavoravano sulle barche, e raramente mettevano piede a terra. Capitava ancora nei primi decenni del Novecento, ...

Continua la lettura

Picnic all'inglese: il cestino

Alcune note sui cestini per picnic 11/06/2015

I picnic che facevo con gli amici, in Italia, erano molto alla buona: un plaid sull'erba in funzione di tavolo e di letto, perché ci sono sempre quelli che dopo pranzo si addormentano; una borsa-frigo per le bevande, di solito gassate; tanti panini (prosciutto/salame/mortadella/speck/coppa , poi formaggio, una foglia d'insalata e un po' di salsa) preparati prima di uscire di casa, o acquistati in qualche eccellente negozietto anonimo. Il tutto era piuttosto pulito e rapido da preparare. Gli ...

Continua la lettura

Reading, un'universita' punk

Platone con la cresta non lo vedrete mai, alla Sapienza o alla Bocconi 10/06/2015

Cartellone pubblicitario dell'Universita' di Reading visto a Londra. Dice:
Sei pronto per la politica punk? Una frase con un forte impatto. E sul sito dell'universita' (link piu' sotto) si legge: Platone era un estremista. Anche i punk. Non avevano paura di sfidare lo status quo. E neppure noi ne abbiamo. L'universita' di Reading conduce ricerche originali e innovative nelle scienze umane e sociali e nell'arte, dallo studio dell'antichita' al Vaticano medievale alle controculture del d...

Continua la lettura

Banane inglesi

Questi eccentrici Inglesi e le loro piante tropicali 09/06/2015
Banane in Inghilterra

Domanda: quali frutti NON ti aspetteresti di veder crescere in un giardino inglese, all'aperto, in un posto dove il turista italiano medio indosserebbe la felpa per 364 giorni all'anno? a) Mirtilli
b) Lamponi
c) Banane Risposta: molti si aspetterebbero di trovare di tutto, in un giardino inglese, ma non frutti che di solito associamo ai climi tropicali. Un banano in Inghilterra, all'aperto, senza una serra intorno, e' piuttosto inusuale. Eppure, nel solito minuscolo villaggio attaccato a...

Continua la lettura

Copricapi inglesi visti a Hastings

Che teste, gli inglesi! Cappelli con piante, caschi con peluche... 08/06/2015
Un tranquillo pescatore pacifista?

Ad Hastings per weekend del May Day abbiamo visto di tutto: decine di migliaia di moto, danzatori di Morris dance, colazioni per menestrelli medievali, cene fish & chips che e' meglio dimenticare.

E poi abbiamo visto tanti copricapi interessanti. Si sa che le donne inglesi amano portare cappelli che a noi italiani paiono peculiari: ogni anno le vediamo alle corse dei cavalli ad Ascot sulla TV italiana, per le solite notizie di colore su quest'eccentrica Nazione. Ma anche gli uomini portano capp...

Continua la lettura

Alla ricerca di un piccolo smartphone a Taiwan

Certo, Taipei e Taoyuan non sono proprio dietro l'angolo 07/06/2015

C'e' chi viaggia sempre con borse e borsoni al seguito, e c'e' chi preferisce viaggiare leggero. I primi tendono ad avere sempre con se' un tablet, e anche nella scelta del cellulare finiscono col mettere la leggerezza in secondo piano, privilegiando uno schermo di grandi dimensioni, tipico dei phablet (incrocio tra phone e tablet) attuali. Quelli che invece vogliono viaggiare leggeri, quelli che tagliano l'impugnatura dello spazzolino da denti per risparmiare peso, di solito finiscono coll'...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 Successiva

Letture consigliate

A noi è piaciuto scrivere queste cose, a voi potrebbe piacere leggerle e commentarle.


Archivio per mese