Diario minimo di un italiano all'estero

Viaggio a Taiwan 2016, 12° giorno: in bici nel nord-est

Pedalando (poco) lungo il mare tra fari, cascate, templi giapponesi e miniere d'oro 02/11/2016

Stiamo andando in auto verso Fulong, verso il nord-est di Taiwan, per fare una passeggiata in bici nella zona lungo la costa. Mia moglie, sua sorella, il loro fratello e sua moglie. E' giovedì 27/10, 12esimo giorno di questo viaggio a Taiwan.

Arriviamo a Fulong, e visti il caldo e l'eta' media dei presenti (io sono il piu' giovane, e sono del '68), decidiamo di noleggiare bici elettriche anziche' bici normali, il noleggio costa 260 TWD (7 euro) al giorno. "Il motore lo usero' solo quando sono stanco, o quando c'e' una salita", mi dico. E' una sfacciata menzogna: finiro' col non pedalare per niente. I miei compagni di escursione si coprono rigorosamente braccia e gambe, tutti in maniche lunghe e pantaloni lunghi (qualcuno con queste maniche da aggiungere alla maglietta), per proteggersi dal sole tropicale. Io sono ovviamente in pantaloncini e ma...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 11° giorno: Hualien-Taoyuan

La gente di Beipu (dove mangia?), i treni taiwanesi, la Fiat 500 che non c'e' 31/10/2016

Mercoledì 26 ottobre, 11esimo giorno del biennale viaggio a Taiwan. Sono a Beipu, vicino a Hualien, davanti ad un locale chiamato Classic, dove sono stato in passato e dove ho appuntamento alle 9,30 con Tommaso, un italiano che vive da queste parti, che ho incontrato ieri molto per caso.



Le possibilita' di vederci, oggi, sono minime: impegni di famiglia, difficolta' nel tenersi in contatto (non ho un telefono taiwanese, il che mi rende impossibile accedere all'utile e onnipresente rete wifi iTaiwan), il fatto che intorno all'ora di pranzo ripartiro' per Taoyuan in treno, tutto contribuisce a rendere improbabile un nuovo incontro. Sono qui, seduto sullo scooter che mio cognato Bradley mi ha prestato, nel lato in ombra della strada, giornata...

Continua la lettura

Una notte in spiaggia a Taiwan a caccia di Pokémon

Un segno di declino della razza umana. O della sua evoluzione. O un modo per passare il tempo a Chishingtan Beach 31/10/2016

Una notte a Taiwan. Siamo vicino a Hualien, sul Pacifico. Chishingtan Beach, su una pista ciclabile a 50 metri dal bagnasciuga. Intorno a noi il buio, sulla pista ciclabile non c'è illuminazione, non a quest'ora, mezzanotte, ma si vede qualcosa grazie alle luci lungo la strada che passa tra la spiaggia e la base della ROC Air Force. Ci fermiamo per una sosta ai bagni pubblici, dico a mia moglie "speriamo ci sia il wifi!", poi controllo: c'è una rete wifi.

Mia moglie, i miei cognati Bradley e Bridget ed io camminiamo sia per digerire la sontuosa cena giapponese che abbiamo fatto a Hualien, sia per un passatempo dei nostri cognati: il Pokémon Go. Chishingtan Beach e' uno di quei posti in cui si trovano molti Pokémon selvatici, mi dicono.

Intorno a noi, nel buio, ci sono una ventina, forse trenta piccole luci, appena visibili. Sono cacciatori di Pokémon, singoli coppie e gr...

Continua la lettura

Decimo giorno a Taiwan, martedi' 25/10. Siamo a Beipu, villaggio a nord di Hualien, sulla costa del Pacifico, 70 km a nord del Tropico del Cancro. Ci siamo alzati tardi, eppure abbiamo dormito poco (eh, il caldo...). Sono le 10,40 e ci prepariamo ad uscire; Bradley ci ha prestato uno dei suoi due scooter, andiamo a cercare un posto dove fare colazione.

Guida uno scooter a Taiwan, capirai come mai ci sono tanti templi




Prime impressioni sulla guida di uno scooter a Taiwan: su tutte le strade principali c'e' un'ampia corsia destinata ai mezzi a due ruote, e in quella corsia convivono scooteroni, vecchi catorci a due ruote carichi di bombole del gas (spero vuote), ciclisti in lycra da 40km/h e vecchietti in simil-grazielle che procedono veloci come un ghiacciaio.

I semafori ci sono, sono luminosi, ma sono nel posto sbagliato: la corsia per le due ruote e' all'estrema destra, vicino al bordo esterno della strada, mentre il semaf...

Continua la lettura

Le 16 tribù aborigene taiwanesi

15 cartoline per ricordare i loro nomi 28/10/2016
Le sedici tribu' taiwanesi

A Taiwan ci sono quasi 23 milioni di abitanti. Il 2% della popolazione, 533,600 persone, appartengono a una delle 16 tribù aborigene ufficialmente riconosciute. Mi sono state regalate delle cartoline che mostrano i nomi delle tribù, insieme a qualcosa di caratteristico per ciascuna, e credo sia un utile ausilio per chi vuole imparare i nomi degli aborigeni taiwanesi. Ecco le cartoline.



Ed ecco le tribù illustrate nelle cartoline. Con "(J)" ho evidenziato le tribù che vennero riconosciute originariamente dal governo coloniale giapponese (il Giappone occupo' Taiwan tra il 1895 e il 1945):

  • Atayal (J): 87.000, il nome significa "persona coraggiosa";

  • Bunun (J): 56.800 membri;

  • Hla'alaua: 294 membri. Ufficialmente riconosciuta dal 2014, questa tribù veniva in precedenza considerata parte degli Tsou;

  • Kanakanavu: 267 membri. Anche i Kanakanavu sono stati r...

    Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 9° giorno: shopping a Hualien

Una cravatta aborigena, il disco di una poetessa Hakka, un te' blu 27/10/2016

Nono giorno a Taiwan, lunedi' 24/10. Una giornata tranquilla, sono partiti sette dei nostri compagni di viaggio, siamo rimasti soltanto mia moglie ed io, ospiti dei nostri cognati Bridget e Bradley nel loro Bed & Breakfast a Beipu, paesino nei dintorni di Hualien, sulla costa orientale di Taiwan.

Ci alziamo tardi, passiamo la mattinata in casa, poi usciamo (mia moglie ed io) dopo pranzo con Bridget, nostra cognata e padrona di casa. Suggerisco un pullman, ma Bridget ha gia' chiamato un taxi, che arriva in 4 minuti; l'autista e' una donna, come capita spesso a Taiwan, e guida in modo preciso e prudente, meglio della maggioranza dei connazionali. Alla radio "Lord Reign O'er Me", The Who. Ne parlo solo perché è la prima volta, in questo viaggio, che sento musica non taiwanese (con l'eccezione di Funiculi' Funicula', ascoltata grazie alla suoneria di un cellulare qualche giorno fa). In generale mi pare che...

Continua la lettura

Visita al villaggio taiwanese di Qiaozi con un cane come guida

Che spirito, questo Border Collie... 27/10/2016

Qiaozi e' un piccolo villaggio di pescatori sull'isola di Beigan, nell'arcipelago taiwanese delle Matsu. Ho raggiunto a piedi uno dei templi piu' in alto sulla collina dietro al villaggio, mia moglie e le sue due sorelle mi chiamano, alcuni tornanti piu' giu', sullo stesso sentiero su cui sto scendendo. C'e' un cane con loro, un Border Collie. Mi ricorda molto il mio vecchio bastardino chiamato Toby, che sembrava un Border Collie, solo piu' basso. Era un gran saltatore, capace quasi di levitare in aria parallelo al terreno, visto che saltava spingendo contemporaneamente con tutte e quattro le zampe. Abbiamo passato insieme gli anni Novanta



Questo, invece, e' un cane piu' grande, con un bello sguardo vivace e intelligente, il pelo curato ed un collare, e' chiaro che e' il cane di qualcuno che gli vuole bene. Appena lo chiamo, abbandona mia moglie e mia cognata, che lo stavano coccolando, e viene da me. Lo chiamo Toby, ...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 8° giorno: da Ruisui a Hualien, tanto cibo e case folli

Pranzo e cena in due ore, e altre cose. 26/10/2016

Ottavo giorno a Taiwan, domenica 23/10. Iniziamo bene: un altro blackout. Come ieri sera, riguarda il pianterreno e il secondo piano. Per il resto il Lin's Inn, il posto self catering che abbiamo affittato, è perfetto. E' possibile che 11 persone, tra cui quattro giovani e un semi-giovane come me, pieni di dispositivi digitali da mettere in carica e da utilizzare contemporaneamente, abbiano messo in ginocchio il sistema elettrico della casa. Pero' anche le quattro sorelle, tra cui mia moglie, con bagni e asciugacapelli, magari avranno contribuito. Resettiamo l'impianto elettrico e tutto torna a posto. E prima di uscire fotografo una cosa strana trovata in questo posto: pare una racchetta da tennis, ma e' elettrica e serve per uccidere le zanzare. Ah, Taiwan!

La titolare del B&B si chiama Jesse, al momento del check-out chiacchieriamo un po', visto che parla un ottimo inglese (con pronuncia Made in USA, come ogni taiwanese, ma di questo la colpa e'...

Continua la lettura

Gadget taiwanesi: la racchetta ammazzazanzare

Perche' e' meglio friggerle 26/10/2016

Taiwan è una bella isola, ma spesso è molto umida, e le zanzare prosperano.

Taiwan ha molte aziende di informatica e di elettronica.

Taiwan ha pure una passione per i gadget originali.

Era scontato che qualcuno, prima o poi, producesse qualcosa del genere. È una specie di racchette da tennis, ma con maglie strette a sufficienza da non lasciar passare le zanzare. Si colpisce o cattura una zanzara, poi si preme un pulsante, e ZAP! Una scossa elettrica percorre la rete e uccide la zanzara. La scossa non è dannosa per gli esseri umani.

Questo oggetto si chiama "buuampai", in cinese....

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 7° giorno: Hualien, Ruisui e i territori aborigeni

Aborigeni Amis, Stonehenge taiwanese, tempio giapponese 24/10/2016

Settimo giorno del viaggio a Taiwan, e' sabato 22 ottobre. Siamo a Hualien, ieri sera abbiamo mangiato e bevuto con parenti e siamo andati a dormire troppo tardi oggi, infatti alle nove, l'ora in cui avremmo dovuto partire, siamo in piedi solo in tre, anziché tutti e 11 (moglie, suocera, cognate/i, nipoti). Oggi andremo verso sud, lungo la costa orientale e turistica di Taiwan, e ci fermeremo a dormire in un hotel/B+B/guest house.

Il bed & breakfast di Bradley e Bridget è a Beipu, poco fuori da Hualien, a circa un chilometro da una base delle Forze aeree taiwanesi. Di solito la mattina ci si sveglia grazie a F-16, Mirage o al "caccia indigeno" Ching-Kuo (il nome di un ex presidente taiwanese), ma devono aver cambiato direzione di decollo, stamattina non ho visto nessun aereo.
Il B+B, dicevo. Pianterreno con salotto e cucina/sala da pranzo (e gabinetto), poi due piani, ciascuno con due ca...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 6° giorno, addio Matsu: Beigan, Taipei, Hualien

Scarpinata, poi aereo, metropolitana e treno per andare ai Tropici 24/10/2016

Sesto giorno a Taiwan, giovedì 20/10, siamo ancora a Beigan, la seconda isola delle Matsu, a Taiwan.

Dopo una notte in cui ho dormito poco, con un materasso adatto ad un fachiro piu' che ad un turista, mi alzo e aspettp il mio turno per usare il bagno: siamo in sei, e ce n'e' solo uno, in questa casetta.

Casetta? Guest house? Bed & Breakfast? Hotel? Come si distinguono


A Taiwan le distinzioni linguistiche tra un tipo di struttura e l'altra sembrano sfumate, o perlomeno lo diventano quando si cerca di tradurle in una lingua straniera. Questa e' una casetta di due piani che viene affittata a turisti, nel prezzo e' compresa una colazione, ma non un'English Breakfast o "continentale" (latte e cereali): ci sono dumplings, te' e altro cibo salato. Mi dicono che in altri B&B la colazione non c'e' neppure, il che comunque non succede solo a Taiwan (a me e' successo in Valle d'Aosta lo scorso inverno).

Non vi stupite, quindi, se...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 5° giorno: Beigan, case di pietra, templi, esercitazione militare

E un cane reincarnato, e il sesto villaggio delle Cinque Terre... 22/10/2016

Giovedi' mattina, 20/10. Siamo sul traghetto per Beigan, un'altra delle isole dell'arcipelago Matsu, a Taiwan, il piccolo battello (50 posti a sedere, credo) si muove parecchio, e in tv c'è Donald Trump, il che non aiuta lo stomaco di chi soffre il mal di mare. In tv stanno mostrando un servizio su una turista straniera con zaino, tenda e sacco a pelo, che è stata fermata della polizia perché un tizio, vedendo una tenda piazzata nei dintorni della propria casa, ha pensato "Una tenda? Dentro ci sarà sicuramente un criminale!", e ha chiamato la polizia. La ragazza è di aspetto asiatico, ma magari è americana o altro, e si è spaventata molto vedendosi fermata dalla polizia. Il depliant turistico su "Backpacking on Matsu Islands", ritirato all'ufficio informazioni, mi pare una presa in giro, in questo momento.



Il battello per Beigan è molto più piccolo del traghetto che da Keelung ci ha portati a Nangan. Siamo seduti nell...

Continua la lettura

Come si comporta Eva Air quando un volo è in ritardo

Esperienza personale a Beigan (Taiwan) 21/10/2016

Sono all'aeroporto di Beigan, piccola isola taiwanese nell'arcipelago delle Matsu; fa caldo ed è una giornata umida, non c'è un filo di vento. All'una e venti del pomeriggio avrei dovuto prendere il volo Eva Air 8786 per la capitale, Taipei, ma il volo è in ritardo. All'altoparlante dell'aeroporto annunciano che il ritardo arrivera' probabilmente alle due, e il tabellone dei voli verra' aggiornato solo quando saranno certi dell'entita' del ritardo. Nel frattempo, all'una e venti, dieci minuti prima che il volo sia in ritardo, Eva Air invita i passeggeri del volo 8786 a visitare il banco del check-in, dove troveranno una bevanda per ristorarsi.

Non so se Eva Air (nome ufficiale Eva Airways) sia pronta a rimborsare i passeggeri in caso di ritardi piu' lunghi, non so se li accudisca amorevolmente e li porti in hotel quando necessari...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 4° giorno: la dea Matsu, la base dei servizi segreti, le lacrime blu

Cose non t'aspetteresti di trovare, cose che vorresti trovare 20/10/2016

Quarto giorno a Taiwan, 19/10/2016: siamo ancora sull'isola Nangan, nell'arcipelago delle Matsu, a una dozzina di chilometri dalle coste cinesi.

Nangan non e' un'isola enorme (10kmq, 7.500 abitanti; confrontala con altre isole), per cui non e' difficile raggiungere i posti che uno vuole vedere, anche solo perche' 1) sono indicati piuttosto bene, anche in inglese (e anche posti che uno non s'aspetterebbe di vedere indicati), e 2) spesso sono enormi e quindi visibili da lontano. E' il caso della statua di Chiang Kai-shek che da' il benvenuto nel porto, ed e' il caso della statua della dea Matsu (Mazu) che e' visibile da molti punti dell'isola.

La statua della dea Matsu


Contrariamente a quanto dice Wikipedia, sembra che questa sia la statua della dea Matsu piu' alta del pianeta, con un'altezza di 28 metri (Wikipedia assegna questo titolo ad una statu...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 3° giorno: impressioni su Nangan, Matsu

Piu' vicini alla Cina che a Taiwan 19/10/2016

"Dormi con la tua lancia, attendi l'alba", sono parole di Chiang Kai-shek, il generalissimo leader dei Cinesi nazionalisti nella lotta contro i giapponesi prima e contro i comunisti di Mao Zedong poi. Sono scritte con giganteschi caratteri rossi sulla collina di Nangan, vicino al porto dell'isola principale dell'arcipelago taiwanese, e riflettono il desiderio di Chiang di difendersi dagli attacchi della Cina comunista e di liberare, un giorno, la madrepatria.

Benvenuti a Nangan, isole Matsu


E' martedi' 18 ottobre, terzo giorno. Ho dormito poco sul traghetto da Keelung, forse due ore, durante una traversata durata dieci ore. Ora, sei e trenta di mattina, mi alzo e mi vesto. In pochi minuti siamo pronti a sbarcare: mia moglie, mia suocera, cognata 1, cognata 2, mio nipote Duncan ed io. Il traghetto arriva rapidamente vicino al molo, ma poi impiega un bel po' a completare la procedura di attracco e ad iniziare quella di sbarco. Scendiamo.



Dop...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 2° giorno: in giro a Taoyuan e Keelung, poi traghetto per Matsu

Sole, cibo, Keelung by night e le strane sensazioni che danno le cuccette dei traghetti 18/10/2016

I tifoni Haima e Sarika si avvicinano a Taiwan, questa notte c'è vento e ci sono tettoie che rimbombano, qualche piano più sotto del quinto in cui siamo. Sono le 4:30 e siamo svegli, occhi sbarrati verso il soffitto. Scherzi del jet lag: potremmo ritrovarci senza energie alle undici del mattino come alle tre del pomeriggio. Verso le 7,00-7,30 facciamo colazione. Per me ci sono un cappuccino e dei dumplings fritti. A quanto pare il traghetto per le isole Matsu, che dovremmo prendere stasera, potrebbe essere sospeso a causa dei tifoni (e del maltempo che li precede); mi preoccupa un pelino il fatto che il mezzo di trasporto sostitutivo sia l'aereo, come se il maltempo non creasse problemi a queste cosine leggere che volano ma rendesse impossibile ad una pesante nave attraversare una breve striscia di mare.

9,45: mia cognata numero 1 (sono tre, piu' un cognato) e mia moglie vanno dalla parrucchiera. La cognata si offre di fare la guida in questa zona, ci sono due mercati tradizionali...

Continua la lettura

Viaggio a Taiwan 2016, 1° giorno: da Londra a Taipei

Da Londra a Taipei passando per Bangkok. Poi si mangia. 17/10/2016
Cena (o colazione?) su un volo Eva Air

Partenza da Londra sabato sera col volo Eva Air delle 21,50, prima tratta Londra-Bangkok della durata di oltre 11 ore, poi sosta nella capitale tailandese per il cambio equipaggio, seguita da una seconda tratta Bangkok-Taipei di quasi 4 ore. Tutto fila liscio, compreso il mio test per scoprire cosa bisogna fare quando si perde la carta d'imbarco. Mia moglie disapprova.

Durante i due voli Eva Air ci viene portato da mangiare quattro volte, il mio stomaco non sa piu' se sia ora di fare colazione, pranzo o cena. Sorprendentemene buono il vino rosso, purtroppo non italiano.

Film visti in volo: "Star Trek Beyond", che e' piaciuto a tanti, ma che secondo me non riesce a catturare lo spirito della serie originale (quella con Shatner, Nimoy, Kelley, Takei e gli altri). Mi riprometto di scrivere un post sulla parola scozzese "lassie".
Poi "Free State of Jones", bello e co...

Continua la lettura

Aeroporto di Bangkok, Tailandia

Cosa puoi fare quando scopri d'aver perso la tua carta d'imbarco sul volo Eva Air Londra -Taipei via Bangkok? E' un problema "di nicchia", sicuramente, ma puo' capitare.

Come si manifesta il problema


Hai un biglietto aereo Londra-Taipei con breve sosta a Bangkok. Ti imbarchi a Londra, tutto bene. In volo verso Bangkok, mentre prepari i documenti per lo sbarco temporaneo nella capitale tailandese, ti accorgi di non avere piu' con te la carta d'imbarco.

Come arrivare ad una soluzione


Primo: panico.

Secondo: cercare freneticamente nella tasca porta-riviste davanti a te, poi sotto il sedere, poi sotto il sedile, infine lanciare per aria cuscino, coperta e riviste varie mentre cerchi intorno al tuo posto a sedere.

Terzo: rispondere alle parole incredule di moglie/marito/partner ("Ma come si fa a perdere la carta d'imbarco???") con occhi da povera vittima, non da imperdonabile disattento. Eventualmente, suggerire che si tratta di un complo...

Continua la lettura

Recensione laptop Lenovo Ideapad 100s

Viaggiare leggeri con un portatile che pesa un chilo 16/10/2016

Giorni fa ho parlato dei laptop leggeri visti in un negozio di elettronica inglese. L'ho poi acquistato, e l'ho usato per scrivere tre articoli per il blog di Viaggiare Leggeri, quindi credo di poterne parlare. E' un Lenovo Ideapad 100s, pagato £129 (cioe' 129€, visto che siamo circa a 1 sterlina = 1 euro).

Le dimensioni sono 17,5 x 292 x 202 mm, e il peso rilevato e' 1.050 grammi (dichiarato: 1Kg). L'alimentatore pesa 150 grammi, quindi molto poco. Ne parlo perche' e' inutile comprare un dispositivo ultraleggero se poi l'alimentatore e' un pesantissimo mattone.

Il momento della pesatura del Lenovo Ideapad 100s

Sono disponibili vari colori, e dopo aver visto questo laptop in negozio, ne ho acquistato uno rosso, come quello esposto. Di solito utilizzo computer neri o grigi, eppure questo lapto...

Continua la lettura

Pensierini del giorno, 15-10-2016

Sacchi da bivacco, Taiwan, Kaepernick, DWB, BA, micro-avventure, racial profiling, Regno (dis)Unito, materassini, lavoro 15/10/2016
Una foto che non c'entra quasi niente

Alcune cose che mi passano per la testa oggi.

--------

Sono in partenza per Taiwan, e mi sono capitate sotto gli occhi le foto di alcune citta' abbandonate nell'ilha formosa. Foto di pochi anni fa, tra il 2010 e il 2012. Cercando informazioni per visitare queste ghost towns, ho scoperto che sono state demolite per fare spazio a nuove costruzioni (o a nuovi parchi). Demolire. Le cose. Che non servono piu'. Proprio come si fa in Italia...?

--------

La tenda che uso nelle mie escursioni pesa relativamente poco, 2,2 kg, ma resta uno degli oggetti piu' pesanti che porto nello zaino. Ultimamente sono riuscito ad alleggerire lo zaino stesso (passando da 1,8kg a 750 grammi col Montane Ultra Tour 40) e il sacco a pelo (dai 1,8 kg del mio vecchio Ferrino ai 1.290 grammi del Robe...

Continua la lettura

Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 Successiva

Letture consigliate

A noi è piaciuto scrivere queste cose, a voi potrebbe piacere leggerle e commentarle.


Archivio per mese


Avvisi dagli amministratori

01/10/2021: Aggiornamento indirizzo chat Ryanair
Segnaliamo agli utenti che abbiamo modificato la pagina con l'indirizzo della chat Ryanair, visto che l'azienda irlandese ha spostato tale servizio. L'articolo e' qui.