Violare le regole a Singapore


02/02/2009 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Up. O down. Dipende.

Il cartello diceva "Up", io sono andato "down", e cio' nonostante non sono comparsi all'improvviso i poliziotti singaporiani o il loro temutissimo Gruppo Antiterrorismo. E neppure la polizia privata Cisco-Certis, che e' quella che si vede di piu' in giro.

Uno inizia col non rispettare i cartelli sui sentieri dell'isola di Kusu e poi finisce, prima o poi, col guidare una gang di criminali. Ahi ahi...



Argomenti: Singapore, foto, leggi e regole, scale
Segui i commenti tramite RSS


Potrebbe interessarti...

Il cartello piu' inutile del mondo

Precedente
Riassunto dal 28 gennaio al 1 febbraio 2009
Successivo
Chingay Parade, un gruppo di partecipanti


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Quarta e quinta lettera di 'soffitto'


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.