Passeggere assatanate, un rischio per gli assistenti di volo


15/09/2011 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

Ah, lavorare come assistente di volo... vedere Nazioni esotiche, svolgere un lavoro delicato, conoscere persone interessanti ... probabilmente non la pensereste cosi' se una passeggera ubriaca di whisky vi avesse afferrato per le palle in pubblico, durante un volo. Ma succedono anche queste cose. La passeggera in questione, secondo l'Evening Standard, e' Katherine Goldberg, un'insegnante venticinquenne di Londra.

L'aggressiva insegnante, nel corso di un volo Virgin Atlantic diretto da Johannesburg, Sud Africa, verso Heathrow, ha scolato piu' di mezzo litro di whisky e poi, disinibita un pochino piu' del dovuto grazie all'alcool, ha assalito un assistente di volo afferrandolo nell'area inguinale, pretendendo sesso. Immediatamente. Sul posto. Sul volo VS 602. Non sarebbe stato meglio passare all'assistente di volo un bigliettino con il numero di telefono? Ah, gia', con quella pinta di whisky in corpo non era facile ragionare.

Forse sarebbe meglio se ai passeggeri inebriati non venissero servite altre bevande alcooliche, che ne dite?

La passeggera e' stata arrestata dopo l'atterraggio in Gran Bretagna, e' comparsa in tribunale ed ora e' libera su cauzione. E se invece fosse stato un passeggero ad assalire una assistente di volo...?


Argomenti: assistenti di volo, linee aeree, Virgin
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Ryanair: o usate il nostro bancomat o pagate 12 sterline a testa
Successivo
Aeroporti da evitare: il Franz Kafka Airport di Praga


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale portoghese si chiama...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.