Note varie dopo pochi giorni ad Atlanta

Problemi idraulici, connessioni Internet lente, e la qualita' della vita scende
08/02/2006 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Riflettevo ieri (e altre migliaia di volte in passato) sul fatto che, a differenza di quel che succede a molti altri italiani, ad ogni trasferimento all'estero la mia qualita' della vita scende di uno o piu' gradini. Trasferendomi in Inghilterra ho vissuto due anni in una casa condivisa con altri, e in cinque anni non sono riuscito ad avere un bagno col miscelatore dell'acqua. Pareti verniciate bene e di fresco? Le avevo ora, e me ne sono andato. Coll'arrivo negli USA sto facendo a meno dell'auto, sto complicando infinitamente la mia situazione bancaria e fiscale, e sto perdendo soldi per la casa inglese che non ha ancora un inquilino. Tornando alla qualita' della vita, da Settimo a Stanwell Moor ad Atlanta sono aumentati progressivamente gli spifferi d'aria e i rumori (qui abbiamo un riscaldamento a ventilatori che sembra d'avere un F104S col postbruciatore in sala...). E i vicini non hanno ancora iniziato a spararsi, quello si' che fara' rumore...

La vasca da bagno ha lo scarico lento. Il lavandino del bagno ha lo scarico lento. Sono lenti non perche' non piacciano a Celentano, ma perche' non sono in grado di smaltire rapidamente l'acqua che contengono. Una doccia da dieci minuti richiede quei dieci minuti piu' altri venti per smaltire l'acqua presente nella vasca. Situazione simile col lavandino.

Ieri ho installato il modem ADSL della ditta per mia moglie, perche' possa lavorare da casa (spostandoci ad Atlanta, siamo sempre in ufficio all'ora sbagliata per contattare l'Estremo Oriente, siamo tredici ore indietro rispetto a Taiwan). Risultato? Ho lavorato un'ora per usare il mio router wireless anziche' il modem fornito da AT&T, poi ho deciso di tenere il laptop di mia moglie connesso a quel modem, e col mio di connettermi alla rete wireless di qualche vicino: la nostra connessione e' molto piu' lenta di quella dei vicini...


Argomenti: Atlanta, vivere all'estero, vivere negli USA, lavorare all'estero
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
British Airways si sveglia e abbassa i prezzi
Successivo
Atlanta - A caccia del Social Security Number


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per sette fa...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.