TSA, Pubbliche istituzioni, Bagaglio a mano, Divieti

Controlli in aeroporto: il senatore, la vecchietta, l'emigrato

di ViaggiareLeggeri, 05 dicembre 2011 | Tempo lettura 2' | 0 commenti | Commenta

Il senatore Antonio Rusconi, la signora Lenore Zimmermann ed io, l'autore di questo blog.

Tutti e tre viaggiamo in aereo, a volte. Ma le similitudini finiscono qui.

Antonio Rusconi, Senatore della Repubblica, era all'aeroporto di Fiumicino e stava per imbarcarsi verso Linate. Nel trolley, che contava di portare in cabina, aveva una bottiglia di spumante, dono di una Senatrice. Le regole sul trasporto di liquidi nel bagaglio a mano sono chiare: come ricorda l'ENAC: nel bagaglio a mano, i liquidi vanno trasportati in contenitori non piu' grandi di 100 millilitri, inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacit? non superiore ad 1 litro. La bottiglia di spumante del senatore era ovviamente ben piu' grande di 100ml. Poteva imbarcare il trolley come bagaglio in stiva, Mr. Rusconi, ma in questo modo avrebbe perso tempo attendendo il trolley a Linate (senza parlare del rischio che venisse smarrito). Oppure avrebbe potuto lasciare la bottiglia ad un portaborse (e se non aveva un portaborse a portata di mano, e' un politico inusuale). Infine, come ogni passeggero normale, avrebbe potuto rinunciare a portare la bottiglia con se', consegnandola al personale di sicurezza dell'aeroporto.

Oh, ho dimenticato qualcosa? Ah, gia'! Stiamo parlando di un Senatore! Mr. Rusconi ha mostrato il tesserino di Palazzo Madama, e gli e' stato consentito di portare il trolley - con bottiglia di spumante - come bagaglio a mano. E, come ha detto il senatore,

(...) non avrei avuto difficolt? a lasciare anche quella bottiglia, valeva due euro, il punto era il valore affettivo. Accidenti magari ho fatto una stupidaggine, una superficialit?. S?, diciamo pure che sono un superficiale, ma privilegiato no.

No?


Passiamo a qualcun altro. Io stavo volando da Torino a Singapore via Parigi, qualche tempo fa. All'aeroporto di Caselle, al duty free, avevo acquistato una bottiglia di olio piccante al peperoncino, che contavo di utilizzare a casa mia, a Singapore. Costava ben piu' dei due euro dello spumante del senatore, e avendola acquistata al duty free in aeroporto, dopo il controllo del bagaglio a mano, non credevo potessero esserci problemi.
Invece, al Charles De Gaulle di Parigi, due gentili ma puntigliosi addetti alla sicurezza mi ricordarono che portare una bottiglia nel bagaglio a mano e' vietato. Abbandonando il mio pregiato olio piccante in terra francese, dissi
Povero il mio bell'olio! Si staranno leccando i baffi, questi tizi, al pensiero del bottino del giorno!

E abbandonai l'olio.


Lenore Zimmermann e' una signora ottantacinquenne di New York, alta un metro e cinquanta, con un defibrillatore interno, e che cammina con un girello per adulti. La signora Zimmermann era in partenza da New York per Fort Lauderdale (Florida), e ha chiesto al personale della sicurezza aeroportuale (TSA) se fosse possibile evitare il full body scanner, che temeva potesse interferire col suo defibrillatore. In questi casi, di solito il personale TSA effettua una perquisizione fisica, ma non questa volta: secondo l'ottantacinquenne viaggiatrice, gli addetti alla sicurezza l'hanno accompagnata in uno stanzino e l'hanno spogliata completamente. Il caso e' esploso sui giornali statunitensi (eccone uno), e la TSA ha negato che la signora sia stata sottoposta ad una strip search, e che gli eventi si siano svolti come sostenuto dall'anziana cittadina. La signora Zimmermann, che ha problemi cardiaci e di deambulazione ma non pare aver problemi di comunicazione, ha dichiarato
Mentono per pararsi il culo, perche' hanno paura che gli faccia causa - e gli faro' causa!

La signora Zimmermann e' il simbolo di quella quota crescente di anziani che viaggiano in aereo e vengono sottoposti a controlli umilianti (cose che capitano anche ai bambini) e che vorrebbero un po' piu' di buon senso nell'esecuzione di tali controlli.



Di ViaggiareLeggeri, 05 dicembre 2011 | Tempo lettura 2' | 0 commenti | Scrivi
Altri articoli in TSA, Pubbliche istituzioni, Bagaglio a mano, Divieti

©2004, 2019 ViaggiareLeggeri.com. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.




Feed RSS del blog Vuoi essere avvisato dei nuovi articoli? Clicca qui!
PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

Queste pagine potrebbero interessarti


Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi commenti, registrati!

Il tuo commento 

Aggiungi un commento a Controlli in aeroporto: il senatore, la vecchietta, l'emigrato

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatoria, non verra' pubblicata)
Sito internet (facoltativo)


Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per tre uguale...





Prima di salvare il tuo messaggio, usa il buon senso... e se hai dei dubbi, leggi il decalogo per chi scrive nel forum
 

Per abbellire il tuo messaggio, usa questi comandi 
Se digiti... comparirà
[b]grassetto[/b] grassetto
[i]corsivo[/i] corsivo
[u]sottolineato[/u] sottolineato
[s]sbarrato[/s] sbarrato
[size=14]Testo alto 14 punti[/size] Testo alto 14 punti
[color=red]Testo rosso[/color] Testo rosso
[mail]io@email.com[/mail] io@email.com
[url]http://www.viaggiareleggeri.com[/url] http://www.viaggiareleggeri.com
[url=http://www.viaggiareleggeri.com]sito[/url] sito
[list][*]Primo punto della lista[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  • Primo punto della lista
  • Secondo punto
  • Terzo punto
[list=1][*]Primo punto della lista numerata[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  1. Primo punto della lista numerata
  2. Secondo punto
  3. Terzo punto
[quote]Nel mezzo del cammin di nostra vita[/quote]
Nel mezzo del cammin di nostra vita
[foto]http://www.viaggiareleggeri.com/galleryPics/2634.jpg[/foto] Foto



Permalink: Controlli in aeroporto: il senatore, la vecchietta, l'emigrato