Linee aeree mostreranno prezzi tutto compreso (anche Ryanair e EasyJet!)


05/07/2012 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

Londra, 05/07/2012 - Dodici linee aeree, comprese Easyjet e Ryanair, hanno concordato di includere le spese per il pagamento con 'debit cards' (carte bancomat) nei prezzi dei biglietti pubblicizzati sui loro siti, anziche' aggiungere tali spese al termine del processo di prenotazione online. La decisione e' stata "stimolata" dall'Office of Fair Trading (OFT) britannico. Le dodici linee aeree hanno accettato di rendere visibili all'inizio della procedura di prenotazione le spese per il pagamento tramite carte di credito. Oltre alle due popolari low cost, aderiscono all'accordo Aer Lingus, BMI Baby, Eastern Airways, Flybe, German Wings, Jet2, Lufthansa, Thomas Cook, Thomson e Wizz Air.

Cosa significa per noi clienti? Per esempio, con Ryanair, le sei sterline di tariffe amministrative verranno incluse nei prezzi pubblicizzati (non sul sito Ryanair) a partire dal primo agosto 2012, e dal primo dicembre 2012 verranno incluse anche nei prezzi pubblicizzati sul sito della linea aerea irlandese. Come gia' detto, le dodici linee aeree sono ancora libere di non includere il sovrapprezzo per pagamento con carte di credito nei prezzi pubblicizzati, ma perlomeno quel sovrapprezzo non dovrebbe piu' piombarci addosso a sorpresa (*) al momento di eseguire il pagamento, proprio quando pensavamo d'aver aggirato l'assicurazione e evitato d'acquistare le varie offerte e cotillons che il sito Ryanair ci propone durante quell'eccitante avventura che e' la prenotazione di un volo su www.ryanair.com.

Esiste il rischio che quest' "operazione trasparenza" porti ad un aumento dei prezzi dei biglietti delle linee aeree che vi prendono parte. Puo' succedere. Non date per scontato che siano sempre le linee low cost a proporre i biglietti piu' economici: a volte volare con Lufthansa costa meno che con Ryanair.




(*): sorpresa relativa, visto che tale sovrapprezzo e' in uso da anni.



Link: BBC
Argomenti: linee aeree, pagamenti, carte di credito, Gran Bretagna, Ryanair
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Dieci consigli per chi viaggia in Egitto
Successivo
Il Coccio di Piano a Londra


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Se ho cinque spammer e due vengono arrestati, quanti ne restano liberi?


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.