Metti una sera a cena ... un'omelette con le ostriche

Prelibatezze taiwanesi a Londra
28/01/2013 | Autore: Claudio @ VL

Venerdi' sera, sono a Londra perche' ne ho voglia. Mi manca un po', la capitale, da quando ho cambiato lavoro e non sono piu' costretto ad andarci tutti i giorni in treno o in metropolitana. Ora ci vado solo da visitatore, e la apprezzo molto di piu'. Venerdi' sera e' stata una serata cosi': poco dopo le sei esco dall'ufficio, vicino a Heathrow, e mi tornano in mente dei dipinti visti in passato al British Museum. Il venerdi' il museo e' aperto fino alle otto e mezza, e non mi dispiacerebbe mangiare taiwanese, stasera. Vado alla stazione di Hayes, pago due sterline per il parcheggio, vado in treno fino a Paddington e poi con la Bakerloo Line della metropolitana vado fino a Charing Cross, che poi e' la stazione di Trafalgar Square. Bei giochi di luce con le fontane, in piazza, ma fa fresco, un grado sopra lo zero, per cui entro nel museo dopo aver scattato solo poche centinaia di foto. Nel museo fotografare e' vietato, quindi mi godo le opere dei maestri fiamminghi fino a che qualcuno inizia a borbottare vicino a me. Il mio stomaco.

Esco, il museo sta chiudendo. Attraverso Leicester Square, mi ritrovo a Chinatown. Ancora quella voglia di mangiare taiwanese, o perlomeno cinese. Conosco un ristorante taiwanese in Lisle Street, ma mi chiedo se ce ne siano altri, in zona. Raggiungo Gerrard Street, e in una via laterale - Macclesfield Street - ne trovo uno, Leon's Legend. In realta' non sono neppure sicuro del nome (la ricevuta mostrera' poi il nome Cafe de Chine), ma nel menu', fuori, vedo qualcosa che non mangio spesso: l'omelette alle ostriche, piatto tipico taiwanese. Entro, sono fortunato: mi trovano subito un tavolo, nei minuti successivi arriveranno varie coppie e comitive che si ritroveranno ad attendere. Insieme alla frittata alle ostriche ordino del deep fried rice e del latte di soia caldo con l'uovo. La cameriera mi ripete un paio di volte che l'uovo e' sodo, le dico che va bene cosi' e che stia tranquilla, che se non dovesse piacermi al massimo lo lascero' li', cosa che non ho la minima intenzione di fare in ogni caso.

L'uovo si scioglie facilmente nel latte di soia caldo, e la frittata e' pesante ma ottima. Pago quindici sterline e sessanta pence, esco e riprendo la mia passeggiata in centro, batteria ricaricata, sfizio alimentare soddisfatto.

Omelette taiwanese alle ostriche




Argomenti: mangiare, Taiwan, Londra e dintorni, foto

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi commentare tu?

Lascia un commento

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per due uguale...