Volare senza carta d'imbarco: basta la faccia, con Aegean Airlines

Un progetto pilota in corso all'aeroporto di Atene
27/03/2019 | Autore: Redazione VL

Hai stampato la carta d'imbarco? Questa domanda, o l'alternativa hai scaricato la carta d'imbarco, continuano a far parte della routine pre-partenza di chi viaggia in aereo. Ma forse prima o poi ci libereremo di questa complicazione: Aegean Airlines permette di usare la propria faccia come carta d'imbarco, all'aeroporto internazionale di Atene.

Si tratta di un progetto-pilota per l'Europa per utilizzare i dati biometrici dei viaggiatori in sostituzione sia del passaporto che della carta d'imbarco. Il progetto coinvolge Aegean Airlines (la più grande linea aerea greca per numero di passeggeri trasportati) e SITA (società fondata da varie linee aeree nel 1949 per armonizzare la trasmissione dei dati dei voli) e l'aeroporto internazionale di Atene.
La faccia del passeggero viene 'scannerizzata' (immagino tramite una semplice telecamera, come avviene a Heathrow nell'area Arrivi) al check-in e verificata durante i vari controlli di sicurezza.

Anche in questo progetto il passaporto viene ancora utilizzato, comunque: viene scannerizzato (insieme al viso del passeggero) durante il check-in in aeroporto. Dopo, per ogni passaggio successivo, e' la faccia del viaggiatore ad essere l'unico documento identificativo del viaggiatore richiesto. Alexandros Ziomas, direttore IT ad interim all'aeroporto di Atene, ha dichiarato che i passeggeri apprezzano la facilità d'uso del nuovo sistema, che "ha ridotto il tempo necessario per il check-in e per la verifica dell'identità dei passeggeri a pochi secondi".

Un possibile limite di questo sistema, secondo noi, e' che rende necessario re-introdurre il check-in in aeroporto, dopo che da anni la maggioranza delle linee aeree aveva investito per permettere di svolgere quest'operazione online. Per evitare rallentamenti sara' quindi necessaria la presenza in aeroporto di molti terminali/chioschi per il check-in self service.

Dopo Aegean Airlines e' probabile l'implementazione del servizio da parte di altre linee aeree partecipanti alla Star Alliance, tra cui Alitalia. Tra gli aeroporti in cui la tecnologia SITA viene utilizzata per i controlli biometrici ci sono Brisbane, Doha, Muscat, Orlando, Miami e Boston.

Siamo arrivati ad una società in cui la sorveglianza e' continua? Certo, ma visto che offriamo gratis a Facebook, Instagram e ad altre piattaforme i dati necessari a sapere cosa stiamo facendo in ogni momento, forse non e' il caso di scomodare paragoni col mondo descritto in 1984 o ne Il mondo nuovo di Huxley.



Link: Comunicato stampa SITA
Argomenti: SITA, linee aeree, Grecia, carta d'imbarco, check in
Segui i commenti tramite RSS

<< Precedente
Per acquistare una macchina fotografica tornerei volentieri a Singapore
Successivo >>
Singapore di notte: la City


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sei per otto fa...