Turismo a Londra: cercate di non sembrare sospetti


07/07/2008 | Autore: ViaggiareLeggeri

Siete a Londra. E' una bella giornata, soleggiata ma con una lieve brezza. Siete felici di essere qui, e fareste fotografie a tutto quello che vedete, dall'HMS Belfast nel Tamigi all'Erotic Gherkin, dai poliziotti di pattuglia in giubbotto antiproiettile agli ubriachi in Regent's Park. Beh, fatele, le vostre foto, ma cercate di sembrare normali, altrimenti rischiate che qualcuno vi segnali alla polizia, che sara' ben lieta di tenervi incarcerati per 28 giorni senza bisogno di accuse, in base al Terrorism Act 2006 e al resto della legislazione anti-terrorismo britannica. Il manifesto della Metropolitan Police Il piu' recente poster lanciato dalla Metropolitan Police (la polizia di Londra) mostra una macchina fotografica, una compatta digitale, che e' "diversa" in una marea di macchine simili, e il poster invita a segnalare chiunque scatti fotografie e abbia un aspetto sospetto.

Come evitare di sembrare "sospetti"? Indossare una kefiah e' probabilmente un pessimo inizio. Un velo, foulard che copra buona parte della testa, un passamontagna sono altrettanto rischiosi. Barba lunga e capelli lunghi equivalgono a dire "Sono un fan di Bin Laden", o quantomeno a proclamare la vostra alternativita'. Abbronzatura, naturale o con lampada che sia, e carnagione naturalmente scura vi piazzano direttamente nella categoria dei cittadini medio-orientale, rendendovi quindi potenziali vittime del racial profiling ("sembri arabo per cui sei un potenziale terrorista"). Borse ingombranti e grossi zaini sono da evitare, se non volete fare la fine del povero Jean Charles de Menezes. Pantaloni/giacca mimetici? Tanti le usano ovunque, ma se accompagnate da uno qualsiasi degli altri elementi qui citati (barba e zaino ingombrante, per esempio) vi renderanno sospetti. E se non volete essere fermati, vi conviene anche evitare di usare il vostro nuovo zoom 150-500mm che v'e' costato piu' di uno stipendio: usarlo sarebbe come camminare con un cartello che dice "Sto preparando un attacco terroristico".

Il rischio e' che, in una piazza piena di biondi, i vostri capelli neri spicchino in modo sospetto. E se siete troppo alti o troppo bassi, attirerete l'attenzione. Se tutti sono vestiti in giacca e cravatta (o in maglietta bianca e baggy jeans, girare in maglietta nera e pantaloncini vi porra' in evidenza). Londra dovrebbe quindi scegliere un nuovo slogan per attirare turisti: "Venite a trovarci, ma cercate di avere la carnagione pallida, altezza media, aspetto medio, abiti medi, non gesticolate, non parlate ad alto volume, non attirate l'attenzione, fate quello che fanno gli altri"... forse e' meglio starsene a casa, dopotutto.




Link: Boingboing.net
Argomenti: Londra e dintorni, terrorismo, sicurezza, polizia
Segui i commenti tramite RSS

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Venti diviso quattro uguale