Viaggio in Romania, tra auto scassate e cibo genuino [Forum]

In Forum > Racconti di viaggio

Viaggio in Romania, tra auto scassate e cibo genuino

(Questo racconto era stato originariamente inserito nel 2005 (tenetene conto quando si parla di prezzi) nella vecchia area "Racconti", ora eliminata. I dati dell'autore sono in fondo. Ho trasferito qui il racconto per suo conto.)

Un incontro con le abitudini di una Nazione differente e poco conosciuta

Dopo aver parlato per caso con un mio amico di nome Angelo che era andato a fare un giro in Romania con un tour operator per 8 giorni, spendendo veramente poco ed avermi fatto vedere in un secondo tempo le foto dei luoghi che aveva visitato in maggio, decido di andare anch'io in Romania.

Colgo l'occasione del fatto che conosco una famiglia rumena che aveva abitato per 5 anni vicino a casa mia e che dopo aveva voluto, forse per nostalgia, ritornare al proprio paese.
Contatto questa famiglia, dopo aver cercato per un paio di giorni il numero di telefono e loro sono contenti di ospitarmi per qualche giorno.

Allora decido di partire.

Ci sono due possibilita' per il viaggio.
Una e' quella di farla in pullman fino a Bacau partendo da Bologna e l'altra di andarci con l'aereo da Bergamo o da Verona. Scelgo la seconda in quanto in 2 ore ci sono, mentre in pullman ci vogliono piu' di 30 ore salvo imprevisti. Il vantaggio del pullman e' che costa molto poco e puoi portare anche un buon bagaglio, mentre l'aereo costa il doppio, ma puoi portare max 25 kili. Pero' in 2 ore ci arrivi, ed il fatto di passare due giorni in pullman non mi attirava per nulla.

Arrivato a Bacau trovo i miei amici ad attendermi, meno male. Dopo un volo che sembrava sulle montagne russe, ed un controllo doganale molto severo, il colmo sarebbe stato che non ci fosse stato nessuno ad aspettarmi. Arrivati in aeroporto, non ho capito il perche', solo gli italiani dovevano aprire le valige per un'ispezione, mentre i rumeni nulla. Questi miei amici abitano in un paese fra Bacau e Iasi.

Mi avevano avvertito che le strade erano alquanto dissestate, ma in certi punti ci vorrebbe un Jeep o trattore per le buche. Questa famiglia ha una comunissima Dacia, che e' un prodotto della Renault, quasi nuova perche' ha solo tre anni di vita.
Nel tempo che sono rimasto, mi ha portato in molti posti orgoglioso di farmi vedere la sua Romania.

In questo paese esiste il Dio della macchina si vede, perche' non ho mai capito come alcune macchine, o pullman oppure i treni potessero ancora viaggiare nonostante lo stato veramente pessimo in cui versavano. Macchine tutte scassate, tenute assieme dal filo di ferro, pullman pitturati a mano per nascondere ammaccature e pezzi che stavano staccandosi, per non parlare dei treni locali, veri e propri cimeli. In centro paese o citta' trovi l'asfalto, ma come esci di poco, ci sono buche paurose. Le strade molto importanti sono controllate, ma le altre no. Ci sono carretti trainati da cavalli ovunque una vada e alle volte sono carichi fino all'inverosimile.

Il pericolo e' di sera perche' questi carretti sono sprovvisti di luci di segnalazione o catarifrangenti e dopo una curva te li trovi di fronte improvvisamente e se vai forte lo centri in pieno. Un'altra cosa che ho trovato pericolosa e' che la gente di ritorno dal lavoro dei campi cammina lungo la strada al buio, ed io non ho capito come fa a vederci e se non stai attenti rischi di investire qulcuno. Infatti lungo molte strade non ci sono assolutamente le luci dei lampioni. Infatti la velocita' media e' di circa 40 Km all'ora.

I luoghi che ho visitato sono molto belli. Ci sono tutti i monasteri della Bucovina meridionale, la Transilvania dove Brasov e' molto carina e moderna. La Transilvania e' famosa per il castello di Dracula, ma come castello e' molto piccolo e circondato di leggenda. Essendo una localita' montana e' facile agli sbalzi di temperatura e climatica. Infatti e' facile che piova. La cosa infatti e' avvenuta quando siamo arrivati per visitare il castello.

La cosa sorprendente e' che pochi chilometri sulla cartina, equivalgono a molte ore di macchina.

Infatti, bisogna considerare che le strade sono tutto un su e giu' per le colline e le montagne e che poi non essendo belle bisogna andare piano. Lungo la strada troviamo infatti molti camion e macchine in panne.
La cosa non mi sorprende piu' di tanto vedendo come sono le varie macchine. Per noi italiani comperare in Romania bisogna fare due conti. Se paghi e sanno che sei straniero ti fanno un prezzo molto alto, mentre se paga un rumeno per te allora il prezzo e' basso. Io facevo sempre pagare al mio amico. In realta' era come se avessi pagato io.

Consiglio a tutti quelli che volessero visitare la Romania, che fra parentesi e' un bel paese, di non farsi vedere che si e' troppo italiani e di non farsi vedere con tanti soldi in tasca. Un errore madornale e' quello ad esempio troppi euro in banca (dove consiglio comunque il cambio). Al massimo cambiatene 200.

I rumeni hanno la tendenza con una scusa o l'altra a scroccare tutto. Infatti per esperienza diretta abitando in una casa privata per qualche giorno era giocoforza invitare a cena i miei amici, papa', mamma e figlia, ebbene mi sono trovato a dover offrire a piu' di 10 persone la cena al posto dei tre. Meno male che la' con poca spesa si mangia e posso dire che ho speso l'equivalente di circa 30 euro, mentre se le stesse persone si fossero autoinvitate in italia si superavano abbondantemente i 200 euro.

Ci sono delle cose che costano veramente poco, rispetto che da noi. Tutto quello che e' alimentare, pane, frutta, verdura, ecc. c'e' un abisso nei costi. Ad esempio un panino comperato in Italia, ha lo stesso prezzo di un Kg. in romania. Costano pochissimo le patate, la frutta, ecc. Il vantaggio e' che non sono trattate, sono biologiche. Infatti avendo pochi soldi quasi tutti, non possono spendere per antiparassitari, estrogeni e porcherie varie.

Percio' il latte sa veramente di latte. Mano male che il mio amico parla benissimo l'italiano altrimenti per un italiano che va in Romania senza conoscere almeno qualche parola, e' molto dura e rischia di farsi fregare sui prezzi. Infatti il rumeno scritto riesci in qualche modo per approssimazione a capirlo, essento neolatino, ma quando lo parlano allora incominciano i guai.

Comunque dopo aver girato il possibile sono ritornato a casa dopo una settimana e mezza.
Incominciavo ad avere nostalgia della mia lingua e delle mie comodita'.
Infatti non ho mai capito e forse mai lo capiro' perche' solo noi italiani in bagno abbiamo il bidet, mentre ovunque giri, in Svizzera, Spagna, e Romania non esiste e non sanno nemmeno cosa sia. In Romania ci torno ancora perche ci sono posti fantastici, ma mi organizzo diversamente. Nel senso che vado anch'io come il mio amico Angelo con un tour operator oppure vado in albergo.

Nota dell'autore
Per chi volesse qualche informazione o consiglio, nel limite della mia conoscenza, la mia mail e' ba_ant@virgilio.it

Aggiornamento della redazione - 26/01/2021
I messaggi seguenti in questa discussione erano in una pagina differente, collegata alla vecchia sezione Racconti del sito. Li abbiamo spostati qui in quanto sono commenti e risposte a questo racconto.

Hai fatto un viaggio interessante? Raccontalo!. Oppure partecipa alla rubrica Il tuo bagaglio.

Rif.: Viaggio in Romania, tra auto scassate e cibo genuino

Condivido pienamente tutto ciò che hai scritto, auto scassate e cavalli con carri stracolmi al buio. Sono partito il 2 ottobre in macchina (da solo), 2400 km,strade rotte e buie (freddo e pioggia) e anche molto stressante,da film HORROR, sconsiglio vivamente di partire da soli, anche per chi è abituato a viaggiare! Se capiscono che sei italiano sei fregato, chiaramente non tutti i rumeni sono furbi ma la maggior parte ci prova sempre, piccolo esempio: far lavare la macchina per un rumeno costava 4 euro, per me (italiano) 8 euro. Fare riprese con videocamera a Bucarest è rischioso, per poco mi prendevano a cazzotti, perchè è tutto illegale, tassisti, telefonini finti per strada, mercati abusivi, e il mercato di Bucarest è tutto cinese ed è vietatissimo girare con videocamere perchè nessuno paga le tasse!Ero ospite della famiglia della mia ragazza, eravamo in piena campagna un pò distanti da Bucarest,ho visto tanta miseria, sembra di essere tornati indietro nel tempo..appena sono arrivato da loro sono stato portato subito su un carro e cavallo e via per strada dove passano TIR e macchine ma cavalli e carri a volontà, girano anche al buio ed è pericolosissimo perchè non tutti ci vedono bene come me!A prescindere dalla povertà e dai vari furbetti c'è anche qualcosa da vedere, tipo Brasov, (transilvania), Constanta e forse Bucarest ma a me non è che sia piaciuta tanto!Sono ripartito da Bucarest ieri alle 09.00 e arrivato alla dogana rumena/ungherese alle 19.00, ho dovuto viaggiare tutta la notte e tutta stamattina per arrivare oggi pomeriggio alle 15.30. a casa (italia) P.S. portafogli e cellulari sempre nelle tasche davanti (non dimenticate), ieri mentre chiedevo informaz. a un peco (autogrill), un rumeno sbucato da non so dove (insieme a 2 suoi amici si è offerto di farmi strada (evitate assolutamente), quando gli ho fatto capire che non lo seguivo ho intuito che non aveva gradito così sono dovuto ripartire quasi mettendolo sotto!

Rif.: Viaggio in Romania, tra auto scassate e cibo genuino

Salve, io sono stato varie volte in Romania, la prima a febbraio 2005 e da allora ci torno una o due volte all'anno con la mia compagna che nel frattempo vive con me in Italia. Condivido alcune delle vostre osservazioni, ma eviterei di generalizzare. Io conosco di più la Transilvania, che è un po' come il nostro Nord mentre Bucarest è un po' come Roma e la Moldavia come il nostro Sud. Insomma, dappertutto trovi i furbacchioni e le zone più arretrate. Che diremmo noi se uno straniero, dopo essere stato a Napoli in questo periodo, concludesse che l'Italia è coperta dall'immondizia? Ci sono bei posti, per chi ama la natura e non l'affollamento. Consiglio Sinaia e Poiana Brasov per chi ama la montagna, ma anche Paltinis. Merita una visita Sibiu, Alba Iulia oltre a Brasov e direi anche Cluj-Napoca. Si mangia genuino, anche se dopo l'ingresso in Europa anche lì i prezzi sono cresciuti. La prima volta con 6,50 € abbiamo mangiato pizza e birra in due, adesso ce ne vogliono 11-12.

Io ho imparato a parlare rumeno e riesco a conversare con amici e parenti di lei. Il fatto di andare lì con una persona del posto è stato fondamentale per le prime volte. Adesso mi arrangerei anche da solo, ma all'inizio se sei un pesce fuor d'acqua rischi, come dappertutto credo. Le persone che ho conosciuto sono state tutte gentilissime e bene educate. Per dire, i ragazzini ti salutano per strada con un saluto di rispetto se vedono che sei "un po' più grande". Qui ti dicono "ciao" anche se manco li conosci e a qualcuno questo non piace. L'equivalente del nostro "prego" in risposta a "grazie" è "cu placere", cioè con piacere. Sono piccole cose ma io sono uno che apprezza i modi cortesi. Un'ultima cosa: abbiamo chiamato l'idraulico per un piccolo intervento, è venuto subito, ha fatto un lavoretto coscienzioso e ci ha chiesto 11 € scusandosi se erano troppi...

vivo a Bucarest da 1 anno e mezzo

Ciao a tutti. Volevo dire che venire in Romania non e' cosi' pericoloso.

Io ci vivo dal dicembre 2006, a Bucarest, e non e' di certo piu' pericoloso che starsene in giro per Roma. Logicamente, come anche in Italia (io sono di Venezia), si cerca di "fregare" un po' il turista. Le strade da quando la Romania e' entrata nelle comunita' europea sono un po' migliorate, soprattutto per quanto riguarda le buche e la manutenzione. Ultimamente si stanno costruendo 2 autostrade che andranno ad unirsi alle 2 gia' esistenti e che collegheranno Arad (al confine con l'Ungheria) con Bucarest e Costanza.

Bucarest e' sicuramente molto caotica e direi che ha pochino da vedere di molto interessante. Consiglio piuttosto di stare in Transilvania o in Bucovina (dove ci sono moltissimi monasteri da visitare).

Nella zona di Brasov sono fantastiche da vedere le cittadelle fortificate, ormai tutte siti salvaguarati dall'Unesco. Da visitare poi assolutamente SIBIU (capitale europea della cultura 2007), Sighisoara (cittadina medievale) e Timisoara. Per quanto riguarda le riprese con videocamera o fotocamera, non ci sono assolutamente problemi, salvo fare un po' di attenzione allo scippo degli stessi. Il mangiare costa meno che in Italia e consiglio i MICI, le SARMALE, o la CIORBA DE BURTA. I primi sono delle salsiccette molto speziate, fatte con diversi tipi dicarni mescolate, molto buone. Da accompagnare con senape e patate fritte. Le sarmale invece sono fatti con carne macinata avvolta in foglie di cavolo o di vite marinata (un po' come i crauti), mentre la ciorba de burta e' una zuppa di trippa di mucca. Consiglio di evitare di comprare apparecchiature elettroniche o vestiti, perche' ormai costano come in Italia.

vivo a Bucarest da due anni

La prima volta che vidi la Romania fu nel 1999 e da allora fino ad oggi non posso far altro che parlarne bene,la grande fortuna di questo bellissimo paese e'che nonostante l'influenza evidente dell' europa dell'ovest ha mantenuto tuttora le caratteristiche forse un po'antiquate ma sicuramente piu genuine per tutto cio'che riguarda interazione sociale e tutto quello che ne consegue.Per fare un esempio:c'e' meno diplomazia nel dialogo e si tende generalmente a dire le cose senza girarci troppo intorno e parlo anche a livello giornalistico televisivo e politico,vi sono comunque anche qui persone con due facce ma generalmente non riescono ad essere cosi serafici come gli italiani e vengono subito svelati.

La Romania e' un paese non solo che ha mare,montagna,e riserve forestali e floreali immense che garantiscono all'europa un bel polmone di ossigeno,ma il governo romeno sta sostenendo in controtendenza con una certa linea europea,il mantenimento di coltivazione naturale e l'originalita'di tantissimi prodotti,in poche parole , prodotti geneticamente modificati in Romania sono una minoranza.

Per quanto riguarda invece la tranquillita'di poter girare in Romania e specialmente a Bucarest senza seguire le statistiche dove evidenziano Bucarest come una delle capitali Europee con minor rischio delinquenziale sulle strade,e per rischio intendo quello vero cioe'scippi,rapine e quant'altro,posso dire che mi trovano comunque daccordo per ora; anche forte in seguito di aver potuto vedere precedentemente quasi tutte le capitali europee.

Devo dire che oltre alle bellezze naturali,vi sono anche tantissime leggende veramente affascinanti per qualsiasi turista un po mistico che voglia approfondire,ed approfittare dei racconti dei diversi anziani appassionati,e non parlo solo,della vera storia di Dracula il Principe;comunque come avete potuto capire dalle mie poche righe che la Romania e'per me la mia seconda patria,consiglio di visitare in questo paese non solo Bucarest ,Sibiu,Sighisoara,Bran ed il Castello,Mamaia,Piatra Neamt e la telegondola ,Brasov,Sinaia e i suoi Castelli aventi la prima ventilazione condizionata concepita in un castello nell'Europa del novecento,ma visitate anche i paesini andate in transilvania e sui carpazzi mangiate le cose tipiche come il formaggio stagionato nella quercia e avrete l'onore di tornare indietro nel tempo in un'epoca fantastica un po'come il film Ritorno al Futuro,e cercate di guardare il paese con gli occhi di un bambino,cercando di svuotare la mente da tutte le cose brutte che vi sono state propinate dai media,quindi se vi decidete di voler visitare la Romania avete fatto la scelta giusta.Buon Viaggio e la salute prima di tutto.

Marco


viaggio in romania

vorrei programmare un viaggio in Romania nel 2010 potete darmi indicazioni? Itinerari, Prezzi ed altro specialmente sulla sicurezza.
grazie

viaggi romania

io organizo viaggi in romania....e proprio una bella esperienza...ho un agroturismo la,io sono romena,se siete interesati....asantercole@yahoo.it

Viaggio indimenticabile in Romania

A parte che l'esperienza raccontata da qualcuno risale a un po di anni fa e le cose cambiano in fretta in Romania.
Non condivido per niente il racconto di qualcuno permeato da pregiudizi che vuole rappresentare la Romania come un paese del terzo mondo, non è per niente cosi. La Romania ha le sue realtà diverse da regione a regione, ma non è una nazione disastrata e pericolosa.
Sono appena tornato da un viaggio in moto con amici ed è stato bellissimo senza alcun problema in completa spensieratezza ci siamo divertiti , visto tanti luoghi bellissimi e conosciuto gente simpatica.
Abbiamo fatto quasi 1000 foto e deciso di raccontare tutto in un sito che è:
http://sites.google.com/site/badanttour/home
La Romania è per me una meta turistica valida e che cokpisce nell'animo.

3 mondo

Napoli al confronto e una citta mite . Ci vivo da 8 anni e chi dice che la Romania non fa schifo non la conosce . Provate ad avere a che fare con la polizia . o in ospedale tanto non avete diritto e se riusciste ad averne pagehereste cmnq la corruzione per avere cure ed anche le cure
Ospedali senza medicine senza aghi per siringhe ..Letti macchiati di sangue scarafaggi e cani randagi nei corridoi , armadietti legati col filo di ferro .
Poi l'Italiano e' giudicato " fraier cu bani " imbranato coi soldi .

Laciate perdere i perbenisiti bigotti , provate sulla vostra pelle , io ho fatto famiglia e casa in romania , e tra poco torno in italia per sempre .
Il 3 mondo e' in romania ma la tecnologia no ad esempio internet e' al secondo posto al mondo .
La mentalita' romena e di rubare e di non lavorare , parlo in generale . poi e' molto maschilista .
Rari sono i maschi che non sputano ogni 10 passi e mangiano semi come i pappagalli , buttano tutto per strada , dalla macchina a piedi sempre

Mai fidarsi di chi ti dice :
sono tuo fratello ti aiuto io
andate sempre con qualcuno di fidato ( rarissimo ) a fare qlss cosa , es : a me 20 mil di preventivo per impianto idraulico . a mia moglie 5 mil , stessa ditta stesso lavoro :)
Napoli e' molto meglio.
Ho scritto alle iene . al gabibbo a rai 3 per venire a fare un reportage sullo schifo della sanita' ma non frega a nessuno . ciao

RE : Misterx

Beh... Le tue testimonianze non mi sembrano molto positive... Comunque si vedono anche come si comportano qui da noi... Di sicuro non ci andro' mai !

Pubblicità
data-full-width-responsive="true">

Misterx, sei sempre in Romania o sei tornato in Italia?

Misterx,
ora vivi in Italia o in Romania? Ci fai sapere? Mi interessa sapere se sei tornato in patria e se ti stai trovando bene, o se c'e' qualcosa che ti manca, della Romania. E se ora vivi in Italia con tua moglie, sarebbe interessante sapere come si trova lei, qui, magari aprendo una discussione separata nel forum. I commenti degli stranieri che visitano (o si trasferiscono in) una Nazione sono sempre interessanti, che si tratti di italiani che vivono in Romania o di rumeni che vivono in Italia.

Ciao!

Bucarest

Ciao,
io abito a Bucarest da 8 anni, e posso dire che e piu sicura delle nostre citta ----niente scippi, niente furti alle auto e niente stupri.
www.viaggiromania.com

Parere personale

la romania non mi attira proprio. e poi, basta entrare in un qualunque bus di Roma per sentirsi a bucarest. Se bevono e si comportano come i rumeni "ospiti" in Italia, non deve essere il paese piu' bello del mondo...

Eh no, Eddy!

E invece Bucarest è molto bella. Una città particolare, un po' magica. Per non parlare della regione della Transilvani. Prova a farci un giro anche solo per un weekend e poi dimmi!





Argomenti discussi in questa pagina: antropologia spicciola, destinazioni, racconti, Romania

Vuoi essere aggiornato?

Segnalami i prossimi commenti via e-mail, registrati!


Ritorna alla lista delle aree del forum

Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.