Azione collettiva contro British Airways per bagagli smarriti


15/04/2009 | Autore: ViaggiareLeggeri

Un gruppo di passeggeri statunitensi ha avviato una class action (azione collettiva) contro British Airways. I passeggeri accusano British Airways di aver gestito i loro bagagli in modo sconsiderato, causandone lo smarrimento o il danneggiamento, e vogliono ottenere rimborsi per le loro perdite effettive, superiori ai 1.500 dollari fissati come cifra massima dalla Convenzione di Montreal.

La causa collettiva riguarda smarrimenti e danni ai bagagli per voli British Airways tra il 5 settembre 2005 e il 5 settembre 2007 in transito da Londra-Heathrow. Se state pensando di aggregarvi, la causa e' aperta solo a cittadini statunitensi e a stranieri residenti in permanenza negli USA, ed e' stata presentata a Seattle dallo studio legale Hagens Berman Sobol Shapiro, di Seattle. Secondo la causa, British Airways smarrisce 23 bagagli ogni 1.000 passeggeri trasportati, il 60% in piu' della media delle linee aeree, e nell'aprile 2007 il sistema di gestione bagagli di BA operava 25% al di sopra della propria capacita'. I bagagli in arretrato (da inoltrare ai passeggeri) sarebbero stati 40.000, nel marzo 2007, secondo fonti British Airways.

Alcuni estratti dal testo dell'azione collettiva:

(...) BA commonly allowed baggage to fall off of carts
(...) BA misroutes baggage and leaves it outside in pouring rain
(...) BA prematurely auctioned off some of the lost luggage, sometimes after being lost for only a few weeks
L'accusa piu' allarmante, secondo ViaggiareLeggeri, e' quella descritta nell'ultima frase: British Airways avrebbe messo all'asta bagagli solo poche settimane dopo che erano stati "smarriti"!

Nell'attesa che le azioni collettive diventino realta' anche in Italia, valgono le solite raccomandazioni cui pochi sembrano badare:
  1. Prima di consegnare i vostri bagagli alla linea aerea, togliete tutte le etichette adesive relative a voli precedenti: potrebbero causare dubbi o equivoci, e non ce n'e' proprio bisogno;
  2. Dentro ogni bagaglio, inserite un biglietto da visita, o un'etichetta scritta al computer, non a mano, con il vostro nome e numero di telefono (con prefisso internazionale "+39") o email o indirizzo di residenza;
  3. Evitate valige e bagagli non impermeabili: potrebbero passare ore all'aperto, sotto la pioggia
  4. Prendete in considerazione l'uso di un corriere internazionale per spedire il vostro bagaglio (*)
  5. Viaggiate leggeri: quel che non portate non si puo' rompere o smarrire!

Se poi volete viaggiare con la valigia di tela del 1977 perche' "non mi ha mai dato problemi", dentro ci mettete abiti costosi e un paio di iPhone comperati a Bangkok, e l'idea di piazzare in valigia un biglietto col vostro nome vi fa orrore perche' "dovete difendere la vostra privacy", beh... state cercando guai.



Link: Travelindustrywire
Argomenti: bagagli smarriti, British Airways, azioni legali, diritti dei consumatori, Stati Uniti
Segui i commenti tramite RSS

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Se e' canadese, viene dal ...