Tasche piu' leggere senza macchina fotografica e PDA: lo smartphone Samsung SGH-i600


14/04/2009 | Autore: Claudio @ VL

... lo so, lo so: non sono stati inventati oggi, gli smartphone. E neppure ieri. Hanno gia' qualche anno. Ma solo da pochi giorni e' entrato nella mia "caverna digitale" un cellulare Samsung SGH-i600. Anche lui vecchio di qualche anno, ma sufficiente allo scopo: alleggerire le mie tasche.

Come si alleggeriscono le tasche? Spendendo un capitale per comprarlo, forse. Ma se lo comprate da un collega di quelli che io-ho-sempre-il-modello-piu'ganzo, come ho fatto io, potete cavarvela con una cifra ragionevole. Nel mio caso, questo Samsung l'ho pagato 120 SGD (dollari singaporiani), circa 60 euro.
PDA piu' compatta digitale piu' cellulare uguale smartphone?


In realta', usare uno smartphone alleggerisce le tasche in quanto consente di fare a meno di altri aggeggi elettronici. Nel mio caso, mi ritrovavo spesso ad avere in tasca un cellulare Nokia 2680 Slide, a volte una macchina fotografica Canon SD850 IS, e altre volte anche un computer palmare (un PDA) HP iPaq 2795. Cio' mi costringeva a viaggiare a tasche piene, o ad indossare pantaloni "cargo pants" con molte tasche, scelta non praticabile quando andate al lavoro (se come me siete tenuti a rispettare un "dress code" in ufficio). Ma anche potendo, non tutti amano portare molte cose in tasca. E non tutti amano impazzire (ed essere scambiati per dei maniaci) quando si rende necessario esplorare le proprie tasche una volta per cercare il cellulare, un'altra per la macchina fotografica compatta, un'altra per tirare fuori il palmare. Un solo dispositivo semplifica la vita.

Il mio smartphone ideale deve avere:


La scelta del Samsung SGH-i600 non e' stata terribilmente complicata. Entrato per caso in un negozio di cellulari a Suntec City (Singapore), ho notato subito il Samsung SGH-i780, il successore dell'i600/i607 (noto negli USA ed altrove come "Blackjack"), il quale spiccava in una marea di cloni dell'iPhone con la sua tastiera QWERTY hardware. In mano, l'i780 aveva le dimensioni giuste: piu' largo di un cellulare normale, ma non piu' alto, e molto sottile. Solo il prezzo di circa 500 SGD (250 euro) non mi era gradito per niente. In ufficio, parlando di questo cellulare con un collega, viene fuori che lui ha l'SGH-i600, non lo usa (e' passato ad un HTC), e sarebbe lieto se volessi accettare il suo in prestito, in modo da facilitare la mia scelta. Dopo due settimane e varie indagini online e in negozi di Singapore, abbiamo concordato il prezzo e ho quindi pensionato il PDA, la compatta Canon e il cellulare Nokia. Il peso che mi porto in tasca ora e' di 105 grammi, contro 97g (cellulare Nokia) + 164g (PDA) + 165 (macchina fotografica). Un risparmio di peso sensibile.

Samsung SGH-i600 anziche' SGH-i780: perche'?


Dopo aver provato l'i780 in negozio, prendere in mano l'i600 ha riservato una sorpresa: benche' molto simili, il modello vecchio (i600) era studiato ancora meglio di quello nuovo, dal punto di vista ergonomico. In mano, tutto e' a portata di dito e si usa bene con una mano sola, grazie anche alla rotella laterale stile Blackberry, assente sull'i780.

A cosa ho rinunciato?
- Macchina fotografica da 2 megapixel: ho confrontato su Cnet.com le foto fatte con l'i600 e quelle fatte con l'i780 e non ho notato differenze drammatiche;
- GPS;
- Touchscreen: non un problema in se', ma questa mancanza porta a incompatibilita' con alcuni software (vedi sotto);
- "Cool factor": l'i600 che ho comprato e' usato, usato sul serio, e non pare proprio un gadget. Cio' mi permette di usarlo senza preoccuparmi di usurarlo o di danneggiarlo.


Lo smartphone Samsung SGH-i600 come PDA

L'HP iPaq 2795 ha uno schermo piu' ampio ma e' privo di tastiera hardware, costringendo ad usare uno stilo su una tastiera a schermo. Non ha la rotellina laterale stile Blackberry (l'unica cosa che salverei dell'omonimo dispositivo), presente invece sul Samsung SGH-i600 e estremamente pratica per me.

Lo scaricamento e l'invio della posta elettronica sono rapidi tramite POP3, meno tramite IMAP, ma temo sia dovuto al mio fornitore e non al cellulare. La navigazione Internet, con Internet Explorer e' buona, e anche siti non ottimizzati per i cellulari, come questo (*) vengono caricati e visualizzati quasi senza problemi. Quel "quasi" si riferisce all'impossibilita' di usare il copia e incolla, al bizzarro comportamento di Explorer di fronte al codice <input type=file>, che non viene mostrato, all'impossibilita' di rimpiazzare la homepage del browser. Problemi non da poco per cui, in assenza di una versione gratuita di Opera che funzioni su questo smartphone, e in attesa che Mozilla Fennec arrivi perlomeno alla prima beta version, ho installato Iris come secondo browser.

La connettivita' wireless dell'i600 e' curiosa: impiega un attimo a connettersi ad una rete, se autorizzato, ma bastano pochi minuti di inattivita' per disconnettersi. Questo comportamento non e' dovuto alle impostazioni di timeout della connessione wireless del Samsung, sotto Quick List -> Wireless Manager -> Menu -> Wi Fi Settings -> Menu -> Wi Fi Settings (non e' uno sbaglio, sono due pagine differenti) -> Turn off Wi-Fi if not connected in n minutes: anche impostando la disconnessione su "Never", l'i600 si stacchera' dalla sua rete dopo pochi minuti di inattivita'.

Per quanto riguarda il software, non ho ancora trovato un programma di text-editing che giri su questo smartphone e che mi permetta di modificare codice PHP e di preparare bozze di testi: tutti quelli provati producono errori in fase di installazione o di avvio e, in breve, non girano. Per quanto ho capito, si tratta di errori causati dall'incompatibilita' tra tali programmi e gli smartphones senza touchscreen. Ogni suggerimento e' ben accetto...


Lo smartphone Samsung SGH-i600 come macchina fotografica

C'e' poco da dire: le immagini migliori scattate con il Samsung SGH-i600 sono di scarsa qualita', anche a voler essere ottimisti, ma sufficienti ad illustrare un testo, e a tale scopo alcune sono gia' state pubblicate in questo blog ("La spigola nello stereo", "Una Vespa zavorrata a Singapore", "Per i fans di Guerre Stellari", "Spazzatura a Singapore: la raccoglie Ronald" e "Fort Canning, Museo Nazionale e dintorni"), e altre lo saranno in futuro. Da notare che non solo le foto, ma anche i testi degli articoli sopra citati sono stati digitati e caricati sul sito tramite l'i600.
Per foto serie (vedi le gallerie fotografiche del sito), di solito uso una reflex; non mi aspetto che questo cellulare possa fornire immagini adatte ad essere stampate...


Lo smartphone Samsung SGH-i600 come telefono cellulare

Quasi me ne dimenticavo: l'i600 e' "anche" un telefono. Funziona, e tanto basta. Il volume della suoneria non e' sufficientemente alto per essere udito in metropolitana o camminando nel traffico, ma questo e' un problema comune ad altri cellulari.


Lo smartphone Samsung SGH-i600 per chi viaggia

Google Maps e Microsoft Live Search sono scaricabili gratuitamente in rete e girano bene sull'i600. Google Maps, in particolare, permette di accedere alle mappe gia' visitate anche senza essere connessi ad Internet (entro certi limiti: verificate di persona).

Un limite di questo - e probabilmente di altri smartphones - e' che, se usato estensivamente con connessione wireless, tende a consumare in fretta la batteria. Consigliabile metterlo sotto carica ogni notte.

Conclusione

Ho esaminato altri smartphone (Motorola Q, Nokia E63 e E71, vari modelli Asus e HTC), e nessuno mi ha convinto piu' del Samsung SGH-i600. Permette di ricevere ed inviare email gratis (purche' siate vicini ad un hot-spot, il che - grazie a Starbucks e McDonald's - non e' difficile), di inserire nuovi articoli in questo blog senza avere un computer a disposizione, e di corredarli con foto. E' quindi ottimo per la funzione che gli ho assegnato.
Questo non significa che sia lo smartphone ideale per tutti: se desiderate un cellulare che faccia buone foto e che permetta di sostituire tutte le vostre macchine fotografiche, questo NON e' il modello adatto. Se volete leggere (o riscrivere) la Bibbia sul cellulare, preparatevi ad un bel mal di testa, a causa del suo piccolo schermo. Infine, se volete avere un cellulare che vi intrattenga con videogiochi, sospetto che il Samsung SGH-i600 non faccia al caso vostro: si tratta di un prodotto destinato piu' ad lavoro piu' che al divertimento.






(*): se pero' volete leggere i contenuti di questo sito in versione ottimizzata per gli schermi piccoli, provate www.viaggiareleggeri.com/pda.



Argomenti: telefonia, fotografia, scrivere, vita da nerd, viaggiare leggeri
Segui i commenti tramite RSS

<< Precedente
Ampliamento aeroporto di Jersey (isole del Canale)
Successivo >>
Azione collettiva contro British Airways per bagagli smarriti


Commenti


27/07/2010 07:52:16, Manuela (fiOrdivanilla)
Ciao ! ho letto con molto interesse l'articolo, giacch? anch'io possiedo un sgh i600. Per? sono disperata, non riesco assolutamente a caricare foto su internet tramite il cellulare. Mi sapresti spiegare gentilmente come fare?
Te ne sarei grata

Manuela
28/07/2010 12:21:58, Claudio @ VL
Ciao Manuela,
dovresti spiegarmi cosa intendi per "caricare foto su Internet". Se intendi dire che con l'SGH-i600 non riesci a pubblicare fotografie su Facebook/Flickr o altri siti, forse dipende dai siti stessi.

Tra l'altro, non e' che le mie esperienze con questo smartphone siano cosi' soddisfacenti: di recente, si spegne da solo quando vuole, e in questo momento - e da alcuni giorni - rifiuta di funzionare come telefono: wireless ON, Bluetooth ON, telefono OFF.

Fammi sapere piu' in dettaglio quali problemi stai avendo col tuo Samsung, e faro' del mio meglio per aiutarti.

Ciao!
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Cinque meno tre uguale...