Todomondo sospende l'attivita'


25/07/2009 | Autore: Redazione VL

Il tour operator Todomondo ha sospeso le attivita'. Sul sito compare questo comunicato, datato 24 luglio 2009 (ieri):

Gent.le Signora/e

La informiamo che, a seguito dell?azione di responsabilit? e della revoca deliberate dall?assemblea del 14 luglio nei confronti dell?amministratore delegato, la Societ? intende agire a tutela dei suoi clienti e dei propri diritti nelle opportune sedi giudiziarie.

A tal fine, la Societ? ha incaricato una primaria societ? di revisione di effettuare tutti gli approfondimenti di carattere economico, patrimoniale e finanziario per valutare le conseguenze dell?operato dell?amministratore delegato nei confronti della Societ?; i risultati di tale lavoro saranno disponibili nelle prossime settimane.

La Societ? si riserva di effettuare con la dovuta urgenza, tutte le pi? opportune valutazioni al fine di assumere determinazioni definitive che saranno oggetto di un successivo comunicato.

Nel frattempo, resta confermata la sospensione delle partenze.

Ci scusiamo con tutti i nostri clienti e li informiamo che, potranno ottenere i rimborsi dalla societ? stessa in caso di ricapitalizzazione mentre, in presenza dei presupposti di legge (illiquidit? della societ?), potr? essere richiesto il rimborso presso il Ministero delle Attivit? Produttive il Fondo Nazionale di Garanzia per il consumatore di pacchetto turistico (fondodigaranzia@tin.it).

Inoltre, segnaliamo a coloro che avessero effettuato il pagamento mediante carta di credito, di verificare con la propria banca, l?esistenza di eventuali garanzie assicurative.


Come ricorda l'associazione Altroconsumo,
(...) in base all'art.92 Codice del Consumo, se il pacchetto turistico viene cancellato dal tour operator prima della partenza per qualsiasi motivo, il consumatore ha diritto a usufruire di un altro pacchetto turistico di valore equivalente o superiore senza supplemento di prezzo, o a un pacchetto turistico di valore inferiore con restituzione della differenza del prezzo; in alternativa ha diritto al rimborso di quanto gi? pagato entro sette giorni lavorativi dal momento della cancellazione.

Inoltre il consumatore ha diritto a essere risarcito degli eventuali altri danni causatigli dalla mancata esecuzione del contratto (per esempio spese di prenotazione parcheggio aeroporto non fruito).

In base all'art. 91 Codice del Consumo, il tour operator dovr? restituire la differenza tra il costo totale delle prestazioni previste nel pacchetto e quello delle prestazioni di cui il consumatore ha usufruito fino al momento del rientro anticipato.



Link: Il comunicato di Todomondo
Argomenti: tour operator, crisi economica
Segui i commenti tramite RSS


Potrebbero interessarti...


<< Precedente
Myair e la profezia di Carlo Bernini
Successivo >>
Tariffe di salvataggio per passeggeri Myair


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Seconda e terza lettera di 'soffitto'