Atlanta, Bere, Italianità, Vivere negli USA, Nostalgia

Come sentir meno la nostalgia dell'Italia

Limoncello fatto in casa ad Atlanta, USA

di ViaggiareLeggeri, 16 giugno 2010 | Tempo lettura 1' | 9 commenti | Commenta

[Atlanta, 2007]

Uno vive all'estero, e finisce col sentire la mancanza di tante cose. Alcuni sentono la mancanza dei vecchi amici con i quali sono cresciuti, ad altri manca il brasato della zia e le torte ai fiori di zucca della nonna. Altri ancora hanno nostalgia delle loro montagne o del loro mare. Io avevo nostalgia del limoncello, che negli USA viene venduto a prezzi (al bicchiere) vicini a quelli dell'uranio, per cui ho deciso di preparare qualcosa che mi facesse sentire in Italia: limoncello fatto in casa. Trovare l'alcool per uso alimentare e' stato facile (e costoso), trovare dei limoni che non avessero la buccia coperta di cera un po' meno: nella maggior parte dei supermercati di Atlanta la frutta viene trattata con una cera lucidante per rendere la superficie del frutto brillante e liscia come una perla. Alla fine abbiamo trovato alcuni chili di limoni con superficie non trattata presso Trader Joe's (vedi link precedente), e abbiamo preparato il limoncello. E dopo una lunga attesa...
Limoncello made in Atlanta


Perfetto limoncello made in USA.




Di ViaggiareLeggeri, 16 giugno 2010 | Tempo lettura 1' | 9 commenti | Scrivi
Altri articoli in Atlanta, Bere, Italianità, Vivere negli USA, Nostalgia

©2004, 2019 ViaggiareLeggeri.com. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.




Feed RSS del blog Vuoi essere avvisato dei nuovi articoli? Clicca qui!

PUBBLICITÀ

Queste pagine potrebbero interessarti


Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi commenti, registrati!

Commenti (9)

Scrivi
Il 29-10-2014 alle 17:29, luce ha scritto:

Salve...so che l'articolo e' stato scritto 4 anni fa ma vivendo nei pressi di Atlanta mi chiedevo se era possibile contattare altri italiani nello stato della Georgia....questa e' l'unica nostalgia!
Il 29-10-2014 alle 21:03, ViaggiareLeggeri ha scritto:

Ciao Luce,
L'articolo e' stato pubblicato nel 2010, ma come spiega la nota iniziale, era stato scritto nel 2007 (l'avevo pubblicato su un altro mio sito). Io ho lasciato Atlanta nel 2008, me la ricordo ancora molto bene e periodicamente mi torna la nostalgia, come ora (sto ascoltando una compilation di "Southern Rock", Lynyrd Skynyrd e cose del genere). Mi manca Stone Mountain, ci sei stato/a?

Tieni d'occhio il blog, ho tante cose da pubblicare, dopo un recente viaggio a Taiwan, ma cerchero' di scrivere qualcosa sulla Georgia, nei prossimi giorni.

Ciao!
Il 23-03-2015 alle 06:54, caterina ha scritto:

Ciao ragazzi, ciao Luce!!
Tra meno di un mese mi trasferirò ad Atlanta da San Diego. Da quello che sento e leggo non posso dire che il mio salto sarà di qualità...è davvero così pericolosa e piena di palmetto bugs come dicono??
Luce non appena mi sistemo possiamo incontrarci, che dici??
Se avete qualche consiglio da dare sono tutta orecchi.
mio marito lavorerà a Norcross ma vorremmo cercare casa in una zona abbastanza vivibile a piedi!
Il 23-03-2015 alle 11:50, ViaggiareLeggeri ha scritto:

Ciao Caterina,
Per iniziare... benvenuta su Viaggiare Leggeri! Non ti stupire se Luce non ti rispondera': per i commenti nel blog non e' possibile ricevere notifiche, e' percio' possibile che Luce non sia ri-capitata su questa pagina dopo aver inserito il suo messaggio, lo scorso anno.

Venendo ad Atlanta: non mi pare sia pericolosa. Certo, ricordo una visita "downtown", a sud dei grattacieli del centro, e "dilapidated" sarebbe un complimento, per quella zona, dove non mi sarei stupito se ci fossero state "gang" di criminali all'opera. Ma quello e' un pericolo immaginato, non visto.

Rispetto all'Inghilterra, la gente e' molto piu' calorosa (e "fisica": ci si abbraccia spesso, in Georgia) e, soprattutto, ama parlare per raccontare storie e condividere opinioni e fatti personali, il che a me e' piaciuto.

Confermo invece la presenza di scarafaggi, che non sapevo si chiamassero "palmetto bugs". Ne ho scritto in Di amici se ne vedono pochi, ad Atlanta, ma arrivano altri ospiti... e in Atlanta: c'era mezzo grado, ora sono quasi venti, di notte, il primo dicembre. Planano e forse volano pure, e in generale non cercano di evitare gli esseri umani. Non hanno paura.

Mi hai fatto venir voglia di scriver ancora della Georgia. Dovrei avere qualche foto di Dahlonega, Helen (la Baviera in Georgia...) e Stone Mountain da pubblicare.
Il 23-03-2015 alle 11:51, ViaggiareLeggeri ha scritto:

Mi smentisco da solo: dimenticavo che ho aggiunto da mesi il pulsante per ricevere notifiche anche nel blog, ma non so se Luce ha scelto di ricevere questi aggiornamenti.

Ciao!
Il 24-03-2015 alle 00:10, caterina ha scritto:

Ciao!!!
Ti rismentisco :) non ho ricevuto notifiche delle tue risposte, la curiosità mi ha riportata nel tuo blog e ho scoperto i tuoi commenti per caso! Vado subito a leggermi i tuoi articoli..non ti nascondo che questo fatto degli scarafaggi mi da uno sconforto...leggo di gente che se li ritrova in ovunque in casa!!
Dal resto dei tuoi racconti e dal tono con cui scrivi mi pare che la Georgia ti abbia lasciato un buon ricordo. Sono felice di leggere che la gente è calorosa, qui in California non è proprio così!
quindi adesso vivi in Inghilterra? Da quanto dicono, gli Inglesi non sono molto amichevoli. Io ho vissuto in Scozia per un po', gli scozzesi sono adorabili!!! Se hai posti da suggerire o cosa da fare non esitare a scrvere..non perderò di vista il tuo blog ;)
Il 24-03-2015 alle 00:50, ViaggiareLeggeri ha scritto:

Posti da suggerire in Georgia? Probabilmente dovrei suggerirti di visitare http://www.viaggiareleggeri.com/argomenti/Atlanta, ma ... ti riassumo in breve i posti che piacciono a me:

- Stone Mountain, un monolite di granito appena fuori Atlanta;
- Dahlonega, bella cittadina nella contea del vino
- Helen, un finto villaggio bavarese. Pacchiano? Interessante.
- Savannah. Perche' negli US of A questa citta' e' un pezzo di storia antica.
- Museo dell'USAF Warner Robins: se a te o a tuo marito piacciono gli aerei e la storia.

Ho scritto anche riguardo ai supermercati in cui facevo la spesa, ma se gia' vivi negli USA, ti sarai gia' fatta un'idea dei posti in cui ti va di fare acquisti.

Di californiani ne conosco pochi, pochissimi, anzi: due (a meno che conosca altri statunitensi senza sapere che sono californiani).
Una era una vicina nevrotica, appunto ad Atlanta, un'altra e' una collega che lavora nel mio ufficio a Londra, la mia impressione dei californiani e' limitata al campione poco rappresentativo: 50% stronzi (la ex vicina), 50% volenterosi, competenti, educati e curiosi nei confronti del mondo (la collega qui a Londra).

Se vuoi ricevere notifiche, prova a cliccare il pulsante "Manda notifiche", in questa pagina.

Ora vado a dormire, ma ti preannuncio per i prossimi giorni la pubblicazione nel blog di alcune foto di un'escursione a Stone Mountain.
Il 24-03-2015 alle 08:05, caterina ha scritto:

Ciao!!!
Ti rismentisco :) non ho ricevuto notifiche delle tue risposte, la curiosità mi ha riportata nel tuo blog e ho scoperto i tuoi commenti per caso! Vado subito a leggermi i tuoi articoli..non ti nascondo che questo fatto degli scarafaggi mi da uno sconforto...leggo di gente che se li ritrova in ovunque in casa!!
Dal resto dei tuoi racconti e dal tono con cui scrivi mi pare che la Georgia ti abbia lasciato un buon ricordo. Sono felice di leggere che la gente è calorosa, qui in California non è proprio così!
quindi adesso vivi in Inghilterra? Da quanto dicono, gli Inglesi non sono molto amichevoli. Io ho vissuto in Scozia per un po', gli scozzesi sono adorabili!!! Se hai posti da suggerire o cosa da fare non esitare a scrvere..non perderò di vista il tuo blog ;)
Il 01-04-2015 alle 08:48, ViaggiareLeggeri ha scritto:

Caterina, Luce,
se vi puo' interessare ho pubblicato foto e impressioni su Stone Mountain, un monolito di granito vicino ad Atlanta.

Il tuo commento 

Aggiungi un commento a Come sentir meno la nostalgia dell'Italia

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatoria, non verra' pubblicata)
Sito internet (facoltativo)


Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Se e' canadese, viene dal ...





Prima di salvare il tuo messaggio, usa il buon senso... e se hai dei dubbi, leggi il decalogo per chi scrive nel forum
 

Per abbellire il tuo messaggio, usa questi comandi 
Se digiti... comparirà
[b]grassetto[/b] grassetto
[i]corsivo[/i] corsivo
[u]sottolineato[/u] sottolineato
[s]sbarrato[/s] sbarrato
[size=14]Testo alto 14 punti[/size] Testo alto 14 punti
[color=red]Testo rosso[/color] Testo rosso
[mail]io@email.com[/mail] io@email.com
[url]http://www.viaggiareleggeri.com[/url] http://www.viaggiareleggeri.com
[url=http://www.viaggiareleggeri.com]sito[/url] sito
[list][*]Primo punto della lista[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  • Primo punto della lista
  • Secondo punto
  • Terzo punto
[list=1][*]Primo punto della lista numerata[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  1. Primo punto della lista numerata
  2. Secondo punto
  3. Terzo punto
[quote]Nel mezzo del cammin di nostra vita[/quote]
Nel mezzo del cammin di nostra vita
[foto]http://www.viaggiareleggeri.com/galleryPics/2634.jpg[/foto] Foto



Permalink: Come sentir meno la nostalgia dell'Italia