Ultimi preparativi prima di partire con Ryanair


04/11/2010 | Autore: ViaggiareLeggeri

A quasi cinque anni dal mio ultimo viaggio con Ryanair, e a innumerevoli articoli di distanza dallo stesso, sto per volare di nuovo con la compagnia low cost irlandese. In questi cinquantotto mesi non sono diventato un viaggiatore esclusivamente terricolo, ne' ho sostituito gli aerei con le navi. Semplicemente, il lavoro e i casi della vita mi hanno portato altrove, in aree del pianeta non servite da Ryanair. In questi anni ho volato parecchio e ho avuto a che fare con varie linee aree; ho visto a distanza le "innovazioni" che Ryanair ha copiato da Southwest, tipo le bibite vendute a bordo a peso d'oro (grazie Air Asia), e ho vissuto sulla pelle del mio portafoglio l'introduzione delle "entrate ausiliarie, con cui le linee aeree guadagnano piu' che con il biglietto (grazie United Airlines).

Ma prepararsi per un volo con Ryanair e' un'altra cosa.

Intanto, gli orari. Vado da Torino a Londra e tornero' fra una settimana. Oggi volero' ad un'ora ragionevole, le 10,25. Al ritorno, invece, il gate a Stansted chiudera' alle 6,25, per cui meglio essere li' un po' prima. Diciamo alle cinque e mezza di mattina. Partendo dalla zona di Staines, vicino a Heathrow, ci vorranno ... un'ora abbondante e almeno un centinaio di sterline per andarci in taxi, oppure due ore e venticinque sterline con un pullman della National Express, oppure un'eternita' prendendo un bus locale, poi la metropolitana fino a Liverpool Station, e da li' lo Stansted Express, che a volte pare essere parecchio lento. Sia come sia, do' per scontato che la notte prima di tornare in Italia non dormiro'. Ma non incolpo Ryanair di questo: ho visto l'orario del volo e l'ho acquistato, quindi la responsabilita' e' mia.

I bagagli, invece, sono una complicazione peculiare della linea aerea gialloblu. Pagare trenta euro (a/r) per portare a bordo quindici chili di bagaglio in stiva non e' una cosa tremenda, visto che consente a chi vuole viaggiare davvero leggero di volare col solo bagaglio a mano spendendo meno. Ma il dover acquistare un trolley appositamente per viaggiare con Ryanair e' una rottura di scatole: la maggior parte delle linee aeree con cui ho viaggiato rispetta le linee guida della IATA, 56cm per 45cm per 25cm. Ryanair no. Ryanair impone dimensioni non superiori a 55cm per 40cm per 20cm, con un limite di 10kg per il peso. E infatti sto viaggiando con un piccolo zaino anziche' con un trolley, oggi. E ho giocato a metti-in-valigia-pesala-togli-dalla valigia per quasi un'ora, ieri.

Cosa indossare? Se portate un giaccone, non tenetelo in mano: o addosso o dentro al bagaglio a mano. Idem per la borsetta da donna: va messa nel trolley. Qualche regola e' ovvia, tipo il divieto di portare macchine fotografiche nel bagaglio in stiva, ma tra regole ovvie e meno ovvie, e tra regole Ryanair e regolamenti internazionali, la preparazione del bagaglio diventa un percorso a ostacoli.

Grazie alle discussioni su Ryanair nel forum di ViaggiareLeggeri, poi, e' facile farsi l'idea che Ryanair abbia tutti i difetti del mondo: cerca in tutti i modi di far rimanere a terra i passeggeri, in modo da ... non so, risparmiare sul consumo dell'aereo, immagino. Ryanair mente e non mantiene le promesse. Ryanair pare essere molto scortese. I panini serviti a bordo sarebbero gommosi e il personale di bordo poco disposto ad accettare critiche. I suoi aerei sarebbero poco sicuri, nonostante le statistiche dicano il contrario. I passeggeri sovrappeso paiono sottoposti a pressioni psicologiche, e chissa' che Ryanair non decida di far pagare un sovrapprezzo anche ai passeggeri sottopeso, o troppo alti, o troppo bassi, o calvi, o con la barba, o col piercing.

Paranoia. Questo e' la condizione in cui si trovano molti passeggeri che volano con Ryanair. Per fortuna ho scritto una serie di consigli per viaggiare con meno stress: mi converra' rileggerli. E magari farli leggere anche ai tizi molto stressati che vedo in coda davanti a me a Caselle...


Argomenti: Ryanair, appunti di viaggio, pesi e misure, bagaglio a mano

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi commentare tu?

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale francese si chiama