Il quartier generale di ViaggiareLeggeri


16/02/2011 | Autore: ViaggiareLeggeri

Oggi non parliamo di viaggi, di luoghi esotici o di incontri con peculiari tradizioni locali. Vi accompagneremo invece in una visita guidata in un luogo di cui vi abbiamo parlato alcuni giorni fa: il quartier generale di ViaggiareLeggeri, il posto in cui il codice di questo sito viene creato, in cui vengono composti gli articoli del blog, in cui viene moderato il forum, in cui vengono tenute le copie di backup del materiale del sito, in cui vengono lette le email dei lettori e vengono ricevuti gli ospiti: sponsor, dirigenti di aziende del settore viaggi, altri nerds.

Il nostro spettacolare ufficio



Sul tavolo, da sinistra a destra, sono disposti: un monitor collegato ad un obsoleto HP Omnibook XE3, ripescato dal solaio dopo cinque anni di naftalina, al momento dotato di Windows XP ma presto destinatario di un sistema operativo open source; un Acer Travelmate 370 del 2005 con Ubuntu 10.04 LTS; un ampio monitor Samsung collegato ad un Acer Aspire 4736G con Windows 7 e Ubuntu 10.10. Sul pavimento, a destra, sono temporaneamente sistemati un server fatto coi Lego e il router BT Hub2.0.

Perche' tre computer? Semplice: il pavimento della stanza non e' perfettamente orizzontale, c'e' una certa inclinazione dalla finestra (dietro la tenda) verso la porta (il punto da cui e' stata scattata questa foto), e la Grande Sedia Dirigenziale (grigia, nella foto) ha le rotelle, per cui... uno inizia a lavorare sul computer vicino alla finestra, poi scivola verso la porta continuando a digitare freneticamente sul computer di mezzo, infine s'arresta presso l'HP dove continua la composizione dell'articolo. La sedia viene riportata alla posizione iniziale, e la composizione dell'articolo continua durante il successivo scorrimento. Questo metodo di lavoro spiega la lentezza nel produrre nuovi articoli, e l'ilarita' di chi si trova ad osservare la redazione di ViaggiareLeggeri al lavoro.

Sotto il tavolo, l'armadietto fotografico acquistato a Singapore per proteggere macchine e obiettivi dall'umidita', una stampante inkjet Epson CX5500, una foresta di cavi e alimentatori, e alcuni dischi rigidi da 2,5".

In primo piano, sulla sinistra, si vede quello che e' probabilmente l'oggetto piu' importante presente nella stanza:una coperta scozzese, acquistata intorno al 1980, e tuttora utilizzata per tenere al calduccio i piedi, cosa altamente raccomandabile visti i tagli al bilancio aziendale (leggi: non piu' di tre ore di riscaldamento al giorno).



Argomenti: informatica, foto, open source, lavoro
Segui i commenti tramite RSS

Commenti


16/02/2011 14:47:32, Mauro
Bellissima Postazione di Lavoro, Se Mi ? concesso potrei suggerire come possibile soluzione alla pendenza del pavimento di fissare al muro di fondo una puleggia in cui fare passare un cordino tipo quelli di alpinismo ed ad un capo legare la Grande sedia dirigenziale ed all'altro farlo passare da aun dissipatore in modo che ci si possa fermare nel punto voluto.
Oppure si mette sempre una puleggia dalla parte del Muro vicino alla finestra dall'altro un motore tipo quello delle tende elettriche con telecomando su cui sempre gira il cordino di cui sopra che pero va a formare un anello legando entrambi i capi alla Grande sedia dirigenziale che si sposter? opportunamente grazie al telecomando!!
Oppure se non si vuole Spendere soldi e divertirsi Si fissa al muro un gancio a cui si lega un capo di un Elastico da Portapacchi e dall'altro La Sedia dirigenziale Bungee Dirigenziale!!!
Ok Ho tanta fantasia la smetto se no rischio insulti!!!
16/02/2011 14:53:49, ViaggiareLeggeri
Idee interessanti. Ora ci pensero'...
16/02/2011 16:48:03, Mauro
A volte mi sento Tanto Wile Coyote !!! Evviva La ACME!!
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per due uguale...