Comprar scarponi a Keswick, Lake District

Negozi per escursionisti per tutti i gusti
24/08/2011 | Autore: ViaggiareLeggeri

Dopo il collasso dei miei scarponi LaSportiva, ieri, mi sono ritrovato con le gambe doloranti e, soprattutto, senza scarponi in un'area famosa per i tanti percorsi escursionistici. Nonostante ripetute mie promesse di appendere al chiodo gli scarponi (o quel che ne resta) e di rinunciare alle camminate in montagna, mia moglie mi ha convinto ad andare a Keswick, a mezz'ora da Ennerdale, per comperare un nuovo paio di scarponi.

Keswick (pron.cesik) e' una bella citta' del Lake District, meno affollata di Windermere e Ambleside, e ogni due negozi ce n'e' uno che vende scarponi e articoli per l'escursionismo. Il problema e' che, per ogni negozio che vende scarponi validi di marche affidabili (Scarpa, Karrimoor, Asolo, Meindl) ce ne sono tre che vendono scarponi di dubbia qualita'. E' utile un minimo di preparazione, prima do buttarsi nell'acquisto di calzature che possono compromettere la vostra salute. Ok, nel mio caso sono stati scarponi di marca (LaSportiva) a farmi interrompere un'escursione di 40km nel Lake District occidentale, a causarmi dolori alle ginocchia e a farmi rischiare anche qualcosa in piu', ma di solito le marche citate finora sono garanzia di qualita'.

Ho un paio di scarponi Asolo AF530 (o qualcosa del genere) da vent'anni, e non mi hanno mai dato problemi. Decido quindi di cercare scarponi Asolo con suola Vibram, uno o piu' strati di GoreTex, e una struttura simile a quelli che ho da tanto tempo. Niente attacchi per ramponi, niente di veramente tecnico.

Come dicevo, la quantita' di negozi tra cui scegliere e' elevata, a Keswick, e un paio d'ore bastano appena per vederli tutti. I piu' grandi non sono necessariamente i migliori, e i piu' noti (Millets, Blacks) non sono ne' economici ne' particolarmente forniti di prodotti di qualita'. In un paio di piccoli negozi trovo degli scarponi Asolo che mi piacciono, ma nella taglia sbagliata prima, ad un prezzo troppo alto poi: costano 150 sterline nel primo dei due negozi, 180 nel secondo. Mia moglie, che ieri aveva visitato Keswick, ricorda d'aver visto un altro negozio, non nella via principale, vicino ad un concessionario Fiat. Un grosso negozio. Lo troviamo, si chiama George Fisher, e nonostante sia molto grande, non ha tantissime marche: solo le migliori e (ahi!) piu' costose. Ha degli scarponi Asolo che mi piacciono, gli Asolo Fandango MM. Li provo nella taglia 9 1/2 (43 e 2/3), poi nella 10: meglio la prima. Provo anche un paio di Asolo in pelle, ma sono dolorosi (per me) nella zona dei lacci e del tallone. Compro i Fandango alla non modica cifra di 150 sterline, con possibilita' di restituzione e rimborso nel caso fossero scomodi. Cifra elevata, 150£: dovro' usarli per qualche bella escursione, per giustificare quest'acquisto.




Prima di uscire dal negozio mostro ad un commesso la foto degli scarponi "desuolati"; lui chiama una collega piu' esperta (una "boot nerd"), che li identifica come LaSportiva Fusion. Come tutti quelli che hanno visto quella foto, ammette di non aver mai visto niente del genere. E infatti gli amici con cui ero arrivato fino a High Stile hanno pensato fosse un difetto di fabbricazione.

Spero di non trovarmi mai piu' con scarponi senza suola.



Argomenti: scarpe e scarponi, acquisti, cartoline, Gran Bretagna, Lake District
Segui i commenti tramite RSS

Commenti


24/08/2011 18:45:28, Mauro
Da una Breve ricerca che ho fatto su internet, li hai pagati esattamente quanto la Asolo stessa suggerisce come prezzo:
http://www.asolo.com/ita/prod_det.php?area=3&catid=23&itemid=187
Neanche un centesimo di sconto!!! Nei negozi italiani on line non ho trovato alcun riferimento a quel Modello!
Comunque dicono che gli scarponi Buoni un po fanno male!!!
Si un par di....ciufoli per quelle cifre dovrebbero farti volare non camminare!!!
25/08/2011 00:25:29, Tino
..in effetti fanno male...al portafoglio! :-)
28/08/2011 16:39:03, ViaggiareLeggeri
Ciao Tino, ciao Mauro,
Sono tornato a casa, e mi fa piacere vedere che perlomeno non ho pagato gli scarponi PIU' del prezzo consigliato. Capitano anche casi del genere...

Tra l'altro, durante una seconda visita al George Fisher (il negozio) ho visto che ci sono parecchi altri scarponi oltre a quelli che avevo visto inizialmente.

Gli scarponi fanno male inizialmente, poi di solito piede e scarpa si abituano (magari scrivero' in futuro di aneddoti alpinistici sul come preparare/allargare/dare forma agli scarponi). I vecchi Asolo che ho in Italia sono un'eccezione, sono comodi dalla seconda volta che li ho indossati. I La Sportiva che ho distrutto pochi giorni fa stavano appena iniziando a diventare comodi, dopo sette-otto anni che li ho comprati. Ma non li avevo indossati molto.
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale francese si chiama