Scioperi addetti bagagli a Stansted, ritardi per i passeggeri Ryanair


23/05/2012 | Autore: Redazione VL

Venite a Londra per il weekend del Giubileo della Regina? Viaggiate verso Stansted? Rischiate di passare ore ad aspettare i vostri bagagli.

Il personale addetto alla gestione dei bagagli dell'aeroporto di Stansted, dipendente Swissport e aderente al sindacato GMB, ha indetto uno sciopero che iniziera' alle 5,30 del 2 giugno 2012 e si concludera' alle 5,30 del 6 giugno 2012. E, tanto per fornirvi un'anteprima, ci sara' uno sciopero di 24 ore dalle 5,30 del 23 maggio e un'altro - di 48 ore - a partire dalle 5,30 del 26/05/2012.

Scrivo Stansted, penso Ryanair. La linea low cost irlandese e' il maggior utente di Stansted, e come lei anche Thomas Cook, Thomson, AtlasJet e BelleAir utilizzano Swissport per la movimentazione e gestione dei bagagli. EasyJet utilizza un'azienda differente e non dovrebbe essere affetta dallo sciopero.

Secondo un portavoce Ryanair, lo sciopero non avra' alcun effetto sui voli (intende dire "niente ritardi"?), anche se i passeggeri non saranno in grado di effettuare il check-in. Che, come sapete, va fatto online, pena il pagamento di una penale. Un portavoce del sindacato GMB ipotizza che Ryanair, per evitare ritardi nei voli, potrebbe decidere di non caricare i bagagli sui voli. Agghiacciante. E visto che hanno parlato tutti, sentiamo cosa dice Richard Prince, il responsabile della Swissport per l'aeroporto di Stansted: lo sciopero e' causato dalla decisione di Swissport di passare dalla rotazione turnistica quattro-due (quattro giorni di lavoro, due di riposo) al cinque-due, e l'unica alternativa e' la perdita di posti di lavoro. Come dire: fatevene una ragione...

Un consiglio: se viaggiate con Ryanair il weekend del due giugno, portatevi un bagaglio a mano che sia visibilmente piu' piccolo delle dimensioni massime consentite (ricordiamolo: 55 centimetri per 40 centimetri per 20 centimetri). Altrimenti rischiate di doverlo lasciare a casa.



Link: Guardian
Argomenti: Ryanair, scioperi, bagagli in stiva, bagaglio a mano, Londra e dintorni
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Reading dal finestrino
Successivo
Dieci cose di Singapore che mi mancano oggi


Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale portoghese si chiama...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.