Cinque domande a Windjet


23/08/2012 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

CRISI WINDJET - Secondo il Corriere, la linea aerea Windjet, da tempo in crisi, e' "sulla buona strada" e "potrebbe riprendere a volare". Parole attribuite al presidente di Windjet, Antonino Pulvirenti, che afferma, sempre secondo il Corriere, di aver "lavorato su due opzioni entrambe valide per il rilancio dell'azienda". Si trattarebbe di un commissariamento o della formazione di una nuova societa'.
Cito interamente un paragrafo dell'articolo perche' ... beh, leggetelo e poi ditemi che ne pensate:

Tra le compagnie che potrebbero essere interessate a stringere accordi con Windjet in prima linea la Linvingstone. Seguono Meridiana e le straniere Transavia, Easyjet e Ryanair. Ma per stringere la mano al patron Pulvirenti è necessario avere molta liquidità, si parla di una decina di milioni di euro, e dare garanzie all'Enac.

Noi di ViaggiareLeggeri.com dobbiamo ammetterlo: non possediamo una linea aerea (probabilmente l'avevate gia' intuito da soli). Nella nostra ignoranza ci poniamo alcune domande:

1) Perche' una linea aerea - Livingstone, Meridiana, Transavia, Easyjet o Ryanair - dovrebbe presentarsi ora con "molta liquidita'" quando invece puo' permettersi di aspettare che Windjet scompaia completamente, per ottenere poi a prezzi da saldo gli slot aeroportuali per decollo e atterraggio attualmente utilizzati da Windjet?

2) Perche' una linea aerea con finanze sane (pensiamo soprattutto a Ryanair e Easyjet) dovrebbe accollarsi i debiti di Windjet?

3) Come fa Pulvirenti a credere che una linea aerea in piena crisi e che ormai non vola piu' (e con un brand dotato di una reputazione non proprio brillante, dopo aver lasciato a terra tanti passeggeri) possa trattare da una posizione di forza con potenziali investitori?

4) Quale sara' il nome della prossima linea aerea siciliana creata o diretta da un membro della famiglia Crispino? C'e' stata Air Sicilia di Luigi Crispino, Free Airways (Amministratore Delegato Armando Crispino), Windjet (General Manager Armando Crispino)?

5) Dopo tre tentativi senza successo, la prossima linea aerea siciliana verra' pianificata per durare a lungo o fallira' anche lei in fretta, lasciando a piedi i viaggiatori della Trinacria?


Argomenti: Windjet, lettera aperta, linee aeree in crisi, Sicilia
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
I paradossi degli idiomi inglesi
Successivo
Tornado, RIAT 2012


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Undici meno sette uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.