In aereo, cinture di sicurezza allacciate. Sempre

Come diceva Cereghini
20/11/2012 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

Casco in testa ben allacciato, luci accese anche di giorno, e prudenza. Sempre!

[Nico Cereghini]

Sostituite il casco con le cinture di sicurezza, dimenticatevi delle luci accese, che non sono sotto il vostro controllo, e la raccomandazione del leggendario (*) Nico Cereghini diventa valida anche per i voli in aereo. E' di pochi giorni fa la notizia che 45 passeggeri sono rimasti contusi durante il volo Neos NO 731 da L'Havana a Malpensa, quando il Boeing 767-300 (I-NDMJ) in cui viaggiavano ha incontrato un'inaspettata turbolenza. Era il momento del pasto, e molti passeggeri e assistenti di volo, oltre ad oggetti vari, si sono ritrovati sollevati, spostati e scossi per dieci secondi. La turbolenza - che ha portato ad una variazione +500 metri (ascesa) e, successivamente, -500 metri (discesa) rispetto al piano di volo, non ha comportato rischi per la sicurezza strutturale del velivolo ma, come detto, ha causato danni ai passeggeri, pur se non gravi.

Quest'esperienza e' utile a ricordarci alcune cose.

La prima e' che tenere le cinture di sicurezza allacciate durante tutta la durata di un volo e' una buona idea e non comporta rilevanti perdite di comfort, e vi tiene attaccati al sedile in caso di turbolenze.

La seconda e' che, in aereo, tutto cio' che non e' fissato all'aereo stesso puo' schizzare in ogni direzione. Finche' si tratta di un'aranciata i danni sono pochi, ma quando un'inaspettata turbolenza arriva quando il vostro iPad/Nexus/Galaxy e' sul vostro tavolino, c'e' il rischio concreto che il vostro tablet nuovo fiammante prenda il volo e atterri bruscamente.

La terza osservazione e' che, finito di lavorare/giocare col vostro computer portatile durante il volo, la cosa migliore da fare e' riporlo nel bagaglio e ripiegare il tavolino.

Quarta cosa: quando gli assistenti di volo iniziano a servire il pasto, e' bene farsi trovare seduti: non solo per il rischio di ricevere una peperonata con le cozze invece dell'aragosta che volevate, m aanche per evitare di trovar bloccato dai carrelli porta-vivande il corridoio che porta al vostro sedile.

Quinta e ultima osservazione: un'aereo non e' un auto. Se in auto potete ragionevolmente prevedere che le uniche accelerazioni presenti siano quelle longitudinali (in fase di accelerazione e di frenata) e laterali (in curva, per il piacere dei bambini seduti dietro, che giocheranno a schiacciarsi a vicenda), in aereo sono presenti anche accelerazioni verticali (ascesa e discesa), spesso causate da turbolenze, come appunto nel caso del volo Neos NO 731, che possono spostare tutto cio' che non e' fissato al velivolo (gia' detto, ma meglio ripeterlo).

(*): Leggendario in quanto supero' il pluri-iridato Giacomo Agostini in una gara motociclistica negli anni Settanta, e cadde poche curve piu' in la', attirandosi la simpatia dei fan del motociclismo. Un Kevin Schwantz minore (ok, molto minore), e un ottimo presentatore televisivo e ambasciatore del motociclismo.



Link: AVHerald.com
Argomenti: da paura, linee aeree, liste, sicurezza, suggerimenti e raccomandazioni
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Vestiti vecchi per viaggiare leggeri
Successivo
Mustafa, Little India, Singapore


Commenti (0)Scrivi

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Undici meno sette uguale...


Codici consentiti



Avvisi dagli amministratori

01/10/2021: Aggiornamento indirizzo chat Ryanair
Segnaliamo agli utenti che abbiamo modificato la pagina con l'indirizzo della chat Ryanair, visto che l'azienda irlandese ha spostato tale servizio. L'articolo e' qui.