Aspettando la cena pasquale

A volte mangio anch'io
31/03/2013 | Autore: ViaggiareLeggeri

A volte anche gli italiani che vivono all'estero tornano in Italia, sia che si tratti di cervelli in fuga, sia che siano braccia rubate all'agricoltura, come il vostro corrispondente. Fa piacere tornare ad utilizzare cose che all'estero si vedono poco, come la tovaglia o il pane di forme inusuali (e un pane a treccia e' gia' inusuale). Si prepara la cena, in questa prima giornata con ora legale del 2013, col cielo che e' ancora chiaro a pochi minuti dalle otto di sera. Cena pasquale in arrivo, e su questa tavola torinese sta per arrivare un piatto non propriamente pasquale, la bagna cauda.

Buon appetito a tutti, e Buona Pasqua.

Tavolo pronto per la cena



Argomenti: foto, mangiare, Piemonte
Segui i commenti tramite RSS

Potrebbero interessarti...


Commenti


01/04/2013 09:06:03, Mauro
Avendo una sorella che vive in Francia, riesco a capire il senso delle parole del Nostro corrispondente, quando arriva in Italia si sfoga nel mangiare tutti quelle piatti che in Francia o non ai trovano o sono fatti in maniera tanto diversa da renderli irriconoscibili uno fra tutti la pizza! Ma sopratutto, senza essere retorici, credo sia il ritorno alle proprie origini ciò che più fa piacere nel ritrovare sulla tavola i cibi con cui siamo cresciuti.
01/04/2013 21:29:07, ViaggiareLeggeri
Mauro (e Anna, e Andrea, e Paperinik, e mamma (mia), e lettori tutti:

Ammetto qui il mio peccato: nella seconda meta' degli anni Novanta ho passato tanti weekend nella zona del lago di St. Croix, vicino al Verdon, in Francia. Li' ho iniziato, prima per curiosita', poi per ... gradimento, a mangiare la pizza all'ananas. Ora non la mangio da anni, ma non mi dispiacerebbe provarla di nuovo.

E con quest'uscita credo d'aver irritato qualche gastronomo purista. Non mi dispiacerebbe.
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Cinque per due uguale...