Le tre piste dell'aeroporto di Heathrow ... oppure è Caselle?

Ora Caselle ha TRE piste, e si traveste da aeroporto britannico...
22/09/2014 | Autore: Claudio @ VL

Nonostante il titolo, oggi parliamo dell'aeroporto di Heathrow e della sua futura espansione, che comprendera' una terza pista e probabilmente un sesto terminale. E riguardo al titolo di quest'articolo, non mi sono bevuto il cervello, so che l'aeroporto di Torino ha una pista sola. Continuate a leggere.

Come annunciato in precedenza, in questo periodo si stanno svolgendo incontri con i residenti organizzati da HAHL (Heathrow Airport Holdings Limited, nota in passato come BAA), l'azienda proprietaria dell'aeroporto di Heathrow e di vari altri aeroporti britannici. Gli incontri hanno lo scopo di "vendere" i vantaggi della terza pista ai residenti locali, che poi sono quelli che subiscono gli aspetti negativi dell'aeroporto (il rumore dei velivoli, il traffico sulle strade, le tante auto di tassisti e autisti in sosta nei villaggi).

Sono andato all'incontro che si e' tenuto a Stanwell Moor l'11/09/2014 sperando di ottenere qualche informazione riguardo al piano degli indennizzi, sia per chi resta (per migliorare l'isolamente acustico delle case) che per chi se ne va. Una porzione del villaggio di Stanwell Moor, che non e' lungo il tracciato ipotizzato per la terza pista, verra' infatti demolita per fare spazio ad un grande parcheggio.

L'incontro


L'incontro si e' tenuto nella "village hall". Ampi cartelloni mostravano il futuro aspetto dell'aeroporto, le aree in cui l'espansione causera' modifiche (Harmondsworth sta peggio di Stanwell Moor, e' li' che passera' la terza pista), spiegazioni sulla necessita' di indennizzi progressivi (per chi resta) in basse alla distanza delle proprieta' dall'aeroporto. Niente cifre, per ora, il che rende questo incontro (che poi s'e' ridotto ad una serie di conversazioni individuali tra residenti e rappresentanti dell'aeroporto) piuttosto futile.

Il motivo d'interesse principale dell'evento diventa quindi una fotografia presente sul pannello intitolato "Living near a new third runway" ("Vivere vicino alla nuova terza pista").

La foto incriminata: Caselle per illustrare il futuro di Heathrow



La foto mostra, infatti, un aeroporto differente da Heathrow (unica eccezione in quest'incontro), dotato di una sola pista. Il villaggio vicino all'aeroporto, nella foto, non sembra neppure un villaggio inglese: e' un paesone con molti edifici a piu' piani, tutti con tegole rigorosamente rosse, il che non si usa, in Gran Bretagna. Guardando meglio la foto, si nota che l'aeroporto ha un moderno parcheggio a piu' piani, e che ha un aereo - che pare un Douglas DC-3 Dakota - come gate guardian. E' Caselle! L'azienda proprietaria dell'aeroporto di Heathrow ha utilizzato una foto dell'aeroporto italiano di Torino-Caselle, che ha una sola pista, per spiegare come si vive vicino ad un aeroporto britannico a tre piste.

Spettacolare. Credo che gli amanti del social network sintetizzerebbero questa scelta nell'hashtag #epicFail, fallimento epico. Vi fidereste delle promesse di un'azienda cosi' superficiale (a voler essere benevoli) da scegliere la foto di un'aeroporto che (1) non e' suo, (2) non e' neppure presente sul territorio nazionale, (3) non e' dotato di tre piste, per illustrare la "vita vicino ad una terza pista" aeroportuale?



Argomenti: aeroporti, Heathrow e dintorni, castronerie, foto
Segui i commenti tramite RSS


<< Precedente
Massaggiatori cinesi e gelatai italiani
Successivo >>
Inghilterra: tutti pazzi per il bureau desk


Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Nove piu' tredici uguale...


Codici consentiti