Viaggio a Taiwan 2016, 14° giorno: Sanxia Old Street

I rossi mattoni (e il fetido tofu) di una via in stile giapponese

08 novembre 2016 FOTOREPORTAGE Tempo lettura 6'

Sabato 29 ottobre, quattordicesimo e ultimo giorno di questo intenso viaggio a Taiwan, domani si riparte verso l'Europa. Mi alzo tardi, sono riuscito a dormire fino alle nove nonostante i 30 gradi presenti in camera da letto, qui a Taoyuan, a quanto pare mi sto abituando al clima tropicale proprio ora che sto per partire. Faccio colazione con cereali con Duncan e Mark, i miei nipoti taiwanesi, figli della mia cognata n.2 (seconda per eta'), due ragazzi poco più che ventenni; c'è anche Katie, la ragazza di uno dei due, che ha dormito qui.
Cosa guardano i giovani taiwanesi in tv, il sabato mattina? Tre puntate di fila di Game Of Thrones, in inglese con i sottotitoli in inglese più cinese tradizionale, ecco cosa. "Come mai vi piace? Non c'è troppa violenza?", chiedo io, che non ne ho mai visto una puntata. "Nah, e poi il bello è che anche i personaggi principali rischiano di morire in qualsiasi momento!". Alla faccia della mentalità kawaii taiwanese (d'importazione giapponese), tutta faccette adorabili e pensierini dolci!

Usciamo di casa, ci fermiamo al tempio dietro l'angolo. Non lo facciamo, di solito, quindi mi chiedo se sia una sosta da fare una volta alla settimana, di sabato. Non mi risponde nessuno, visto che la domanda è solo nella mia testa.



Andiamo a noleggiare delle bici messe a disposizione dal comune allo Yangming Park (qui). Come succede ovunque, si sceglie la bici, si appoggia una scheda magnetica su un lettore, e si va via con la bici, una tre marce con buoni freni, pratico cestello e solido cavalletto centrale.



Pedaliamo (mia moglie, mia cognata n.2 ed io) fino al ristorante di mia cognata n.1. Strano, si sta bene, la pioggia notturna pare aver abbassato la temperatura fino a 25 gradi. Fa più fresco qui fuori che in casa, e il cielo è grigio e gonfio di pioggia, anche se per il momento non piove.



Mangiamo. Bene. Arrivati all'ultimo giorno, forse mi sto abituando a porzioni e frequenza dei pasti taiwanesi: se non mangio un pasto completo ogni due ore inizio a diventare nervoso. A Taiwan si mangia tanto e spesso, e pare incredibile che l'Ilha Formosa non sia ai primi posti nelle classifiche mondiali relative all'obesità (non lo è, e l'obesità è molto meno comune di quanto sarebbe logico aspettarsi).

Torniamo a Yangming Park, riattacchiamo le bici alle 14,30, la spesa è di venti dollari a testa (circa 50 centesimi di euro). Il sistema di noleggio delle bici è pratico, le bici vanno bene... what's not to like?

Nel pomeriggio piove, e andiamo in auto a visitare una pittoresca vecchia via di una citta' qui vicino, Sanxia (o Sansia). Si tratta di Sanxia Old Street (il vero nome della via è Minquan (Old) Street, ma ormai è conosciuta col nome della citta').



Una casa da te' d'aspetto tradizionale. Le ampolle e gli alambicchi che usano per preparare te' inusuali sono tradizionali o moderni? Lascio la parola agli appassionati di questa bevanda


Sanxia Old Street/Minquan Old Street è un esempio curato e preservato di architettura coloniale giapponese del primo XX secolo. E' un'affollata via costeggiata da portici in mattoni rossi, utilizzata tradizionalmente da mercanti e commercianti, ora popolata da case da te', da negozi che vendono oggetti artistici e d'artigianato, ceramiche, abbigliamento, souvenir, e specialità gastronomiche, tra cui i cornetti chiamati Bull Horn Croissants (più simili al pane che ai croissant), i dolci fatti solo con lo zucchero, il tradizionale e incredibilmente fetido stinky tofu (fatelo provare agli amici vegetariani e vegani...).

Non tutto quel che c'è in Sanxia Old Street è tradizionale o vecchio: questa macchinetta mangia-soldi, per esempio.

Non saprei dire se i due ragazzi che stanno tirando e tendendo "qualcosa" siano occupati in una attività tramandata di generazione in generazione dal tempo della dinastia Ming, o se sia un'idea recente... in ogni caso, quello che stanno facendo produce qualcosa di commestibile (e buono!)... e ne parlerò in un altro post.




Stinky Tofu, il tofu puzzolente


Lo "stinky tofu" è una delizia, per chi lo apprezza. E' uno dei pochi cibi - in tutto il mondo, non solo a Taiwan che sono personalmente in grado di identificare a decine di metri di distanza: di solito ne sento l'odore, controllo la suola delle mie scarpe per vedere se ho pestato qualcosa, e se sono pulite è perché c'è un chiosco di stinky tofu nei dintorni. E' una specialità diffusa a Taiwan, in Cina, a Hong Kong e a Singapore (anche se il suo odore è in contrasto con il culto singaporiano della pulizia).

Non credo esistano ristoranti dove viene offerto questo tipo di tofu: troppo odoroso (cacca di cane? Formaggio ammuffito? Carne marcia? Vorrei potervi trasmettere l'odore in questa pagina...), gli avventori che non l'hanno ordinato potrebbero lamentarsi. Viene perciò preparato e venduto da "specialisti" in chioschi lungo le strade, e si dice che più puzzi, migliore sia il sapore. A Taiwan viene mangiato in molti modi: fritto, oppure in hot pot piccantissimi, o morbido, o alla griglia, e probabilmente altri ancora.

Io per adesso non l'ho ancora provato.

Finita la passeggiata a Sanxia Old Street, torniamo a Taoyuan per la cena (e per finire di preparare i bagagli, domani abbiamo la sveglia alle cinque).

La cena, in un ristorante locale, è basata su cose più comuni e meno odorose dello stinky tofu, per fortuna.


PUBBLICITÀ

Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi commenti, registrati!

Commenti (4)

Scrivi
Il 11-11-2016 alle 10:13, Jonathan65 ha scritto:

E io che credevo che lo Zieger, il Puzzone di Moena e il Maroille fossero le cose commestibili più puzzolenti che avessi mai provato!! cio dimostra ancora una volta che tutto è relativo rispetto all'osservatore che osserva un dato fenomeno.
Il 11-11-2016 alle 10:58, Claudio @ VL ha scritto:

Se vuoi far male al tuo naso, prova a mangiare il durian, un frutto popolarissimo in Asia (a Singapore, soprattutto) con un odore fetidissimo. Da un paio d'anni lo si trova anche in Inghilterra, magari c'è pure in Italia.
Il 14-11-2016 alle 12:16, Jonathan65 ha scritto:

Ho fatto una ricerca sul durian per capire di cosa si trattasse e dopo le varie e scientifiche spiegazioni di Wikipedia, le spiegazioni di quanto faccia bene questo frutto in un sito specializzato in cure naturali.........
Ho trovato la verità raccontata in questo articolo..... credo che passerò volentieri la mano!
Il 14-11-2016 alle 15:26, Claudio @ VL ha scritto:

Conosco di fama il Puzzone di Moena e il Maroille, e ho evitato per oltre trent'anni la bagna cauda. Ma cos'è lo Zieger?

Il tuo commento 

Aggiungi un commento a Viaggio a Taiwan 2016, 14° giorno: Sanxia Old Street

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatoria, non verra' pubblicata)
Sito internet (facoltativo)


Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per due uguale...





Prima di salvare il tuo messaggio, usa il buon senso... e se hai dei dubbi, leggi il decalogo per chi scrive nel forum
 

Per abbellire il tuo messaggio, usa questi comandi 
Se digiti... comparirà
[b]grassetto[/b] grassetto
[i]corsivo[/i] corsivo
[u]sottolineato[/u] sottolineato
[s]sbarrato[/s] sbarrato
[size=14]Testo alto 14 punti[/size] Testo alto 14 punti
[color=red]Testo rosso[/color] Testo rosso
[mail]io@email.com[/mail] io@email.com
[url]http://www.viaggiareleggeri.com[/url] http://www.viaggiareleggeri.com
[url=http://www.viaggiareleggeri.com]sito[/url] sito
[list][*]Primo punto della lista[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  • Primo punto della lista
  • Secondo punto
  • Terzo punto
[list=1][*]Primo punto della lista numerata[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  1. Primo punto della lista numerata
  2. Secondo punto
  3. Terzo punto
[quote]Nel mezzo del cammin di nostra vita[/quote]
Nel mezzo del cammin di nostra vita
[foto]http://www.viaggiareleggeri.com/galleryPics/2634.jpg[/foto] Foto



Permalink: Viaggio a Taiwan 2016, 14° giorno: Sanxia Old Street