Gadget taiwanesi: i calzini per le sedie

Un caso di tsukumogami?
16/03/2019 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Ci sono cose che paiono assurde, ma se ci pensi un momento diventano ovvie. A Taiwan ho visto in vendita questi calzini per sedie. Non sono protezioni in plastica, sono proprio calzini di varie misure e lunghezze, fatti per essere utilizzati con sedie e tavoli. Visto che sedie e tavoli hanno le gambe, dopotutto, quindi pare una fregatura che non abbiano anche i piedi. E allora gli si mettono i calzini. Che forse e' meglio che mettere delle palle da tennis, come in questo caffè vicino a Hualien.




[La confezione al centro della foto contiene otto calzini da sedia/tavolo e costa 199 TWD, circa 5 euro.]

I calzini per sedie sono una cosa ovvia fino ad un certo punto. Chi ci ha pensato, probabilmente avra' avuto il suo momento Eureka dopo aver ascoltato musica psichedelica, tipo Astronomy Domine dei Pink Floyd. Questa:


Ma se sedie e tavoli hanno gambe e piedi, hanno pure un'anima?

Gli oggetti hanno un'anima? Talete aveva proposto l'idea e dopo dieci minuti aveva gia' diecimila >i>like, Bergson ne parlava tutti i giorni con l'autista del tram (che dopo un paio di settimane chiese d'essere trasferito), e in Giappone si parla di tsukumogami per indicare gli oggetti che hanno raggiunto i cent'anni e hanno acquisito un'anima. Piu' di recente, Jeremy Clarkson - quello di Top Gear e del Grand Tour - ha pubblicato un libro intitolato "So che hai un'anima", dedicato ad oggetti come il Concorde e la Ferrari F40, che hanno, probabilmente, un'anima acquisita tramite proiezione di quella degli appassionati.

OK, capisco i calzini per tenere caldi i piedi di sedie e tavoli, che evidentemente ne hanno bisogno, visto che hanno un'anima e sentirebbero freddo. Ma i calzini per il Concorde, quanto devono essere grandi?

Non saprei. Magari non soffriva di piedi freddi, il Concorde. E poi, comunque, il carrello lo ritirava, dopo il decollo.



Argomenti: kawaii, Taiwan, casa e case, acquisti
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Anteprima del documentario Free Solo
Successivo
Il bosco di Gerrards Cross è pieno di numeri


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale spagnola si chiama ...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.