Peperoncini: l'orto nel conservatory

Chi va con lo zoppo diventa eccentrico.
13/05/2019 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Ho scritto a mia sorella che oggi ci sono 15 gradi qui a Gerrards Cross, e che son uscito in maniche corte (una polo) per la mia passeggiata durante la pausa pranzo, lei ha risposto cosi':

...tu sei sempre più strano da quando stai così a stretto contatto con gli inglesi

Con una temperatura di quindi gradi gli inglesi (non tutti, ma tanti) vanno in giro in pantaloncini e maglietta, ma ammetto che, se uno è abituato a temperature più alte, 15° richiedono giaccone e berretto.

Si diventa davvero strani, a vivere in un Paese notoriamente eccentrico come l'Inghilterra? Difficile isolare la causa scatenante dell'eccentricità. E' per via della gente che si frequenta, o del clima pazzerello (ma quello c'è ovunque), o succede coll'avanzare degli anni? Potrebbe essere per via di una maggiore tolleranza sociale nei confronti dei comportamenti eccentrici (da noi i calzini colorati o le cravatte folli di Giancarlo Santalmassi fanno parlare più delle idee delle persone, mentre in Inghilterra Grayson Perry conduce spesso - a volte "in drag" programmi tv seri e interessanti), ma a questo punto non si spiega come l'Olanda, il Paese europeo con una solida reputazione di tolleranza, non sia anche famoso come un covo di eccentrici (come invece è appunto l'Inghilterra).

Sia come sia, la mia presunta nuova eccentricità si è manifestata in modo blando, finora: a parte l'uscire di casa vestito molto meno dell'italiano medio, l'unica vistosa deviazione dalla (mia) norma è che sto coltivando dei peperoncini. Il che è qualcosa di eccentrico, per me, in quanto a) non amo il giardinaggio, e b) non amo i veleni, e la capsaicina (che rende piccante i peperoncini) lo è.

Ho colto l'occasione per provare due differenti metodi di "incubazione" delle piante (meglio, dei semi: le piante potrebbero non arrivare mai), uno trovato online, l'altro ancora più casereccio, e dettato dalla scarsità di bottiglie vuote di plastica in casa:

  1. Una bottiglia tagliata, riempita di terra nella parte superiore, di acqua in quella inferiore, e con un pezzo di tessuto in funzione di "sifone verticale" per mantenere umida la terra);
  2. Una scatola di gelato divisa in tre (per tre tipi di semi differenti), con una seconda scatola a fungere da coperchio, e con un contenitore d'acqua all'interno. Il coperchio serve a mantenere in questa mini-serra l'umidità creata dall'evaporazione dell'acqua.


I due contenitori sono stati piazzati nel mio conservatory, in modo da garantire temperature medio-alte: acqua e calore, cos'altro serve alla natura? Ah, già, i semi. Ho acquistato - a £2,50 l'una - quattro confezioni di semi di peperoncini (meno di dieci semi ciascuna...), con valori via via crescenti sulla scala Scoville (che misura la piccantezza):

1) Jalapeno: 2.000/5.000
2) Numex Twilight: 30.000/50.000
3) F1 Apache: 80.000
4) Bhut Jolokia - Fornace Ardente: 1.000.000

A titolo di esempio la 'nduja calabrese ha circa 30.000 punti sulla scala Scoville, e il peperoncino spray da difesa arriva a 5.000.000 punti. Ho piantato i semi di Jalapeno nella bottiglia, che mi sembrava la coltivazione con maggiori possibilità di successo, in modo da garantirmi qualcosa di commestibile; gli altri tre tipi di peperoncino hanno avuto una sezione ciascuno nella scatola di gelato.

L'esperimento è iniziato il giorno di Pasqua del 2019, vedremo quanto ci vorrà prima che le piantine siano piantabili in giardino (e non è detto che sia una buona idea: magari meglio tenerle al chiuso).






Argomenti: vivere in Inghilterra, questi eccentrici Inglesi, fiori e piante
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Riassunto aprile 2019: di cosa si è parlato su ViaggiareLeggeri
Successivo
Aggiornamento vecchie pagine - 14-05-2019


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Nove per cinque uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.