Mangiare al ristorante a Oslo è difficile, domenica sera


24/02/2020 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Mi avevano detto che trovare un ristorante aperto ad Oslo la domenica sera non è una cosa facile, ma credevo ci fosse dell'esagerazione in quella affermazione. Invece ieri sera ho avuto modo di verificare di persona che è vero.

Le sette di sera di ieri, domenica 23/02, in camera, in albergo vicino alla stazione centrale. Cerco online ristoranti specializzati in pesce e frutti di mare qui a Oslo. Chiuso, chiuso, chiuso, chiuso. Scendiamo alla reception e chiediamo se ci sono ristoranti aperti in questa zona. Ci chiedono se abbiamo preferenze, diciamo che va bene qualsiasi cosa, idealmente ristoranti norvegesi o di pesce. Non c'è ne sono, ci danno il nome di una pizzeria/ristorante italiana, Olivia, dicendoci che chiude alle 22:30. Abbiamo più di due ore, speriamo bastino! Ci arriviamo dopo una passeggiata alle 21:20 ed è chiusa. Vediamo altro ristoranti, tutti chiusi. Alla fine troviamo un kebab turco aperto, mangiamo un enorme kebab a testa (spesa complessiva 12 euro) e torniamo in albergo. Sulla via del ritorno vediamo un supermercato, l'insegna dice 24/7, come per dire "aperto 24 ore al giorno 7 giorni su 7". Ed è chiuso. Non c'è che dire, il riposo domenicale è importante, qui a Oslo.



Argomenti: ristoranti, mangiare, Scandinavia, Norvegia
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Il Guardian cerca informatici
Successivo
Ryanair, usare il volo di ritorno senza imbarcarsi su quello d'andata


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Quarta e quinta lettera di 'soffitto'


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.