Ryanair, usare il volo di ritorno senza imbarcarsi su quello d'andata


03/03/2020 | Autore: Redazione VL | 2 commenti

Negli ultimi anni ci sono stati casi di linee aeree che hanno cancellato il volo di ritorno dei passeggeri che non si erano imbarcati sul volo d'andata. E un anno fa Lufthansa fece causa a un passeggero che non si presento' all'imbarco: il passeggero voleva utilizzare solo una tratta (*), quella iniziale, del viaggio. Non stupisce percio' che in alcune discussioni nel forum si legga di viaggiatori che si preoccupano di avvisare le linee aeree, quando sono impossibilitati a prendere un volo. Stranamente, ciò non e' necessario con Ryanair. Abbiamo letto presso https://www.ryanair.com/ba/en/useful-info/disruptions-and-refunds/refunds che

You don't need to notify us if you are unable to travel and if you can’t use your outbound flight, you can still use your return flight.


Abbiamo pensato fosse un errore, o quantomeno una regola non applicata al di fuori del mercato britannico. Poi abbiamo trovato questa pagina in italiano che conferma quella appena citata (il neretto e' nostro):
Tutte le prenotazioni dei voli Ryanair possono essere interamente modificate ma non annullate. Se impossibilitati a viaggiare sui voli prenotati, i passeggeri non sono tenuti a comunicarlo a Ryanair. Coloro che non utilizzano il volo di andata possono utilizzare quello di ritorno. È possibile modificare date/orari/tratte dei voli fino a 4 ore prima dell'orario di partenza tramite la sezione dedicata alla gestione della prenotazione del sito Web di Ryanair. Le modifiche dei nominativi possono essere effettuate fino a 4 ore prima del volo di andata. In tutti i casi, tenere presente che non è possibile apportare modifiche dopo l'esecuzione del check-in online. Se il passeggero non utilizza il volo prenotato, la tariffa aerea, le tasse e gli oneri non sono rimborsabili. È tuttavia possibile presentare domanda in forma scritta entro un mese dalla data originale del volo per il rimborso di eventuali tasse governative pagate.


Abbiamo citato per intero il paragrafo con la frase interessata, in modo da poter ricordare (e ricordarCI) le regole sulle modifiche alle prenotazioni Ryanair:

- Si possono modificare date, orari e tratte (!) dei voli fino a 4 ore prima dell'orario di partenza;
- Si possono modificare i nominativi dei passeggeri fino a 4 ore prima del volo di andata;
- NON si possono modificare le prenotazioni l'esecuzione dopo aver effettuato il check-in;
- Le prenotazioni dei voli Ryanair possono essere interamente modificate ma non annullate.

Speriamo queste informazioni siano utili a qualcuno.



(*): la "tratta" (porzione, segmento) di un viaggio in inglese viene chiamata "leg", ma a quanto pare i giornalisti italiani non lo sanno. Ne parlano Licia Corbolante e altri in questi tweet.


Argomenti: Ryanair, prenotazioni, imbarco negato
Segui i commenti tramite RSS


Potrebbero interessarti...

Ryanair: prenotate solo sul sito ufficiale!
Rif.: Ryanair: prenotate solo sul sito ufficiale!...

Precedente
Mangiare al ristorante a Oslo è difficile, domenica sera
Successivo
Il naso torinese


Commenti (2)


07/03/2020 16:56:07, Fede-exb
In genere, il volo milano-stoccolma con uno scalo a londra è più scomodo, e di conseguenza anche più economico, del volo milano-stoccolma diretto.
La conseguenza è però che il volo milano-stoccolma con scalo a londra è probabilmente più economico anche del milano-londra diretto, e se la mia destinazione è londra posso approfittarne per risparmiare. Ovviamente: niente bagaglio in stiva e niente volo di andata e ritorno (le compagnie si tutelano come possono, se salto la seconda tratta, vengono cancellate tutte le altre).

Su Ryanair però il costo di un volo A/R è esattamente il costo di una andata + un ritorno, possono essere comperati assieme o distintamente, non cambia nulla, così come un viaggio a più tratte costa semplicemente come la somma delle tratte (non tutte le compagnie ragionano in questo modo, ryanair sì ma non offre alcuna garanzia: se sei in ritardo ti lasciano a piedi).

Ricordo che ero andato a trovare un'amica che lavorava a Liverpool, e che aveva comperato 4 viaggi di ritorno Ryanair, tutti a 9.99 euro, in date diverse. Poi avrebbe deciso all'ultimo momento quale volo prendere. Quindi anch'io ho deciso di fare così :) con le altre compagnie non mi è mai capitato*, ma con Ryanair ho comperato un sacco di biglietti che poi non ho potuto/voluto utilizzare. Qualche volta ho comperato prima il biglietto di ritorno a prezzi irrisori, e poi con calma ho deciso se prendere anche l'andata :) credo sia una loro strategia, molti dei biglietti più economici non sono realmente utilizzati, sono però bravi a stimare correttamente il numero di passeggeri (gli aerei sono sempre molto pieni, e non si sente tanto parlare di overbooking..)

*in realtà ho cancellato un ritorno singapore airlines, mi serviva solo l'andata ma avevo bisogno del ritorno: mi hanno rimborsato le tasse aerportuali!
09/03/2020 10:05:42, Claudio @ VL
Ciao Fede-exb,
Bell'idea, quella di avere un "portfolio" di voli di ritorno ultra-economici, tra cui poi scegliere quello da utilizzare.

Conosco un connazionale che lavora qui in Inghilterra per un'azienda del settore aeronautico, la sua tesi di laurea era sull'algoritmo usato da Ryanair per stabilire i prezzi in relazione con il "fill ratio" (il tasso di occupazione dei posti) previsto per il volo. Lo dico solo per sottolineare che a Ryanair non viene dato sufficiente credito per l'aver preparato e messo in pratica un "business plan" (terzo anglicismo, poi basta, giuro!) razionale e di successo.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Nove per cinque uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.