Quali sono le città più costose per espatriare

Il rapporto Mercer 2021
24/06/2021 | Autore: Redazione VL | 2 commenti

Per tanti italiani, quello di andare a vivere all'estero e' un sogno covato a lungo: allontanarsi da stipendi bassi, capi arroganti, vicini di casa da incubo. Tutte cose presenti anche all'estero, ma non nei nostri sogni.
Non tutti sentono lo stesso bisogno di cambiamento. Dopo un trasferimento temporaneo, o magari una lunga trasferta, ci sono quelli che sentono la mancanza delle abitudini di una vita: il caffè al bar dietro l'angolo, incontrare gli ex compagni di scuola quando vai a fare la spesa. Ci sono altri che invece, dopo un assaggio di vita all'estero, ne sentono il richiamo irresistibile, come mangiare ciliege: una tira l'altra. Per loro, dopo il primo trasloco fuori dai confini italiani e' più facile spostarsi all'estero che tornare in Italia.

Non tutte le città hanno gli stessi prezzi, ovviamente. E in base al costo della vita - e alla tendenza verso l'aumento di quel costo - un espatriato dovrà decidere se gli conviene, trasferirsi in una città straniera. Per esempio: a Singapore, una Fiat 500 1.4 costa oltre 80.000 euro, a Londra un cappuccino sgalfo costa un euro e mezzo e un mese di asilo per il pupo 1.600 euro. I vostri amici in Italia penseranno che lavorare all'estero significhi nuotare nell'oro, ma a stipendi più elevati corrisponde di solito un costo della vita più alto, quindi meglio fare bene i conti, prima di abbandonare il Belpaese.

Il vombato dell'assistenza tecnica in un momento di estrema irritazioneMercer, un'azienda di consulenza, ha pubblicato un resoconto delle città più costose per gli espatriati. Quando l'abbiamo fatto leggere al vombato dell'assistenza tecnica, quello ha detto "cosa c'entrano gli espatriati, se una città e' costosa e' costosa, e basta". Gli abbiamo spiegato che vivendo all'estero non si ha la possibilità di accedere alle liste per le case popolari, che richiedono cittadinanza e lista d'attesa, e che non sempre i servizi che diamo per scontati in patria (cure mediche, servizi sociali, pensione) sono disponibili all'estero; inoltre, tutte quelle conoscenze accumulate personalmente e tramite familiari (il meccanico coi prezzi meno esorbitanti, il supermercato più economico, elettricisti e idraulici meno feroci) in decenni di vita nello stesso posto svaniscono quando ci si trasferisce altrove.

Il vombato ha borbottato che "queste cose vanno discusse in fase di contrattazione", poi ha manifestato la sua irritazione scaricando feci cubiche sul server di rete.

Quali sono le città più costose secondo il rapporto Mercer? Vediamone alcune.

Al primo posto c’è Ashgabat, capitale del Turkmenistan: nel 2017 ci vivevano solo 12 italiani. Al secondo posto Hong Kong, che formalmente e' una regione amministrativa speciale della Cina, ma in pratica e' sempre meno autonoma. Al terzo posto Beirut: la capitale libanese era 45esima nel 2020, l'aumento del costo della vita e' dovuto soprattutto ad un'inflazione galoppante, circa 100 volte quella italiana (confronta Italia e Libano).

Seguono i soliti sospetti: quarta Tokyo, quinta Zurigo, sesta Shanghai, settima Singapore, poi Pechino, Berna e Seul. New York e' 14esima, Londra 19esima, Taipei 22esima, Parigi 33esima. La prima città italiana (per gli stranieri che vengono a lavorarci) e' Milano, al 36esimo posto, seguita da Roma al 47esimo.




Link: Il rapporto Mercer
Argomenti: vivere all'estero, lavorare all'estero, classifiche e statistiche
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
I programmi della TV inglese per chi non vuole vedere Inghilterra-Scozia - Euro2020
Successivo
Un weekend nel Kent


Commenti (2)Scrivi


25/06/2021 08:20:02, AndreaG
"vombato" = Mammifero dell'ordine dei Marsupiali (Vombatus) alto circa un metro, con il capo tozzo, pelame folto grigiobrunastro, coda rudimentale, diffuso in Australia e in Tasmania

non conoscevo il termine
25/06/2021 14:32:14, Claudio @ VL
Eh, sono quegli animali di cui uno legge da bambino, e che restano poi in mente tutta la vita. L'ornitorinco e' un altro. O il dingo. Tutti animali australiani, forse dovrei fare un salto da quelle parti per vederli.

Altro animale di cui lessi da piccolo, e che e' meno noto di questi tre, e' lo jaguarundi, di cui lessi su un'enciclopedia della Disney.

Il vombato nella foto e' alto una dozzina di centimetri e mi e' stato regalato da mia moglie dopo un suo viaggio di lavoro in Australia.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La bandiera italiana e' ..., bianca e rossa


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

01/10/2021: Aggiornamento indirizzo chat Ryanair
Segnaliamo agli utenti che abbiamo modificato la pagina con l'indirizzo della chat Ryanair, visto che l'azienda irlandese ha spostato tale servizio. L'articolo e' qui.