La Croazia e' la nuova Toscana


03/10/2006 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Tanti turisti stranieri scelgono di non tornare in Italia e di andare in Spagna e Grecia, i due concorrenti storici dell'Italia nel campo del turismo. Niente di nuovo, altri turisti decideranno invece di non andare in queste due Nazioni e di venire in Italia.

Il problema sono invece quelle Nazioni piu' povere che offrono quel che offrono (anche poco) a prezzi che in Italia non c'e' modo di trovare. La Romania sta suscitando parecchio interesse, a giudicare dal numero di visitatori che leggono i resoconti di viaggi in Romania pubblicati su questo sito, e dalle domande sulla Romania su Yahoo Answers, riguardo alle destinazioni per le vacanze. Aggiungiamo il fatto che gli inglesi, per esempio, vanno da sempre in cerca del "best value for money" e non semplicemente del "best value", e vedremo per quale motivo la Croazia ed altre aree ci stanno rubando turisti.

Gli inglesi e gli statunitensi, soprattutto, vengono da anni in Italia, e amano stare in Toscana, che viene spesso chiamata Chiantishire, per evidenziare la presenza di cittadini inglesi. Ma questo rischia di essere il passato: provate a cercare la frase "is the new tuscany" (con le virgolette) su Yahoo: troverete le pagine in cui si parla di una specifica area come delle "nuova Toscana" per qualita' della vita, bellezza dei panorami, e quantita' di turisti in arrivo. Tra i risultati di Google troverete le Marche, l'Umbia e la Puglia, ma compare un numero preoccupante di volte anche la Croazia, ed altre regioni dell'est europeo.


Argomenti: destinazioni, Europa, Italia
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Incidente aereo in Brasile, volo 1907 della compagnia brasiliana Bol
Successivo
Volate con Alitalia, se volete, ma non investiteci denaro


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Nove per cinque uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.