Pagare tutti, pagare il giusto: tifosi "costretti" a pagare il biglietto del treno


11/04/2007 | Autore: Redazione VL

Pare impossibile, ma e' cosi': per un tifoso che segue una squadra di calcio, pagare il biglietto del treno e' un optional. E' percio' da accogliere con entusiasmo la notizia che 130 tifosi che si recavano a Torino per assistere a Juventus-Napoli sono stati multati e costretti a pagare il biglietto. Cio' ha comportato un ritardo di un'ora per gli altri passeggeri presenti sul treno, ma certe lezioni vanno date.

Tollerare 130 passeggeri "a sbafo" significa dire a tutti gli utenti (compreso tu che leggi e io che scrivo) che rispettare le leggi e' superfluo, che tra condoni, perdoni e "chiudiamo un occhio", nessuno paga cio' che deve. Imporre le leggi esistenti e' l'unico modo per educare una Nazione, cosa di cui abbiamo ancora parecchio bisogno.



Link: Repubblica
Argomenti: treni, biglietti, sicurezza, calcio, antropologia spicciola
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Controlli all'imbarco dei voli: severi, ma qualcosa sfugge ancora
Successivo
Gli USA non sono uno statico monolite


Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Nove piu' tredici uguale...


Codici consentiti