Cancellazione voli: un rischio costante per chi vola negli USA


10/04/2008 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

Duemiladuecento voli sono stati cancellati negli USA dall'inizio di marzo 2008, la sola American Airlines ne ha cancellati oltre 1000. I passeggeri colpiti dalle cancellazioni sono tra i 110.000 e i 140.000, secondo il portavoce dell'American Airlines.

"Che mi frega, io volo con Ryanair e easyJet!", dira' qualcuno. Beh, e' il motivo della cancellazione di questi voli, ad essere rilevante: si tratta di cancellazioni dovute ad ispezioni per motivi di sicurezza, causate dal mancato rispetto, da parte di AA e di altre compagnie aereee, di normative statunitensi per la sicurezza. American Airlines sta offrendo rimborsi di 500 dollari a ciascun passeggero costretto a rimandare il proprio volo fino al giorno successivo.

"Si', ma io volo solo con Ryanair e easyJet!". Uhm ... compagnie statunitensi ... voli cancellati per ispezioni di sicurezza non compiute a tempo debito ... compagnie europee a basso costo ... avranno fatto tutte le ispezioni quando era il momento?

Alzi la mano chi metterebbe la mano sul fuoco. Ho giusto qui una fiamma ossidrica...

Aggiornamento 10 aprile 2008, ore 19.00
American Airlines ha cancellato 900 voli OGGI. Un collega di lavoro doveva andare da Atlanta a New York, la sua prenotazione e' stata trasferita ad un'altra linea aerea. Se volate negli USA e con American Airlines, oggi ... beh, ci sono buone possibilita' che NON voliate per niente.



Link: CNN.com
Argomenti: aviazione, Stati Uniti, voli cancellati, American Airlines
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Conferme prenotazioni via email non ricevute: cosa controllare?
Successivo
Scandalo guide Lonely Planet: scritte senza viaggiare?


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due al cubo uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.