In Italia per le vacanze: italiani e tecnologia


26/12/2009 | Autore: Claudio @ VL

Visiti il sito Internet di un albergo straniero, vai alla pagina "Prenota" e inserisci una prenotazione, che verra' poi accettata o rifiutata. Vai alla pagina "Prenota" del sito di un albergo italiano, e non puoi prenotare niente: ti vengono invece chiesti i dati di una prenotazione che devi gia' aver effettuato (probabilmente via posta o piccione viaggiatore).

Vai sul sito italiano di una localita' termale, clicchi sul link "Registrati" e ti vengono chiesti il codice fiscale, il fax (obbligatorio), i tuo ultimi tre indirizzi e l'eta' che aveva tuo nonno quando tuo zio e' stato concepito. E non ti spiegano a cosa servano questi dati.

Tra l'altro:

Cari colleghi progettisti di siti Internet, per favore multilingue: non rendete obbligatorio il campo del codice fiscale, nelle versioni in lingue straniere dei siti che realizzate. Il codice fiscale non esiste, all'estero. E non ditemi che "il cliente straniero puo' sempre prenotare via telefono": vi pagano apposta per realizzare un sito destinato a RIDURRE le telefonate.


Nel frattempo, la tv nuova che hai di fianco continua ad accendersi e spegnersi da sola su un canale di televendite senza consentirti di cambiare canale. E quando sei sul canale 8 e clicchi sul tasto per il canale successivo (che non e' il 9 o il 10, che non ci sono), il modernissimo televisore non sa come saltare i canali assenti per arrivare al successivo. Pare capiti a tanti, qui, indipendentemente dal televisore utilizzato, per cui viene il dubbio che sia una caratteristica del Famoso Digitale Terrestre, l'invenzione italiana che il mondo ci invidia. Ovvero, come ritrovarsi con meno canali di prima, pagando di piu' e chiedendo aiuto alla Germania. Con le parole di Luciana Littizzetto: "Il digitale terrestre ? quella ro?ba che, pagando, ti consente di vedere male la televisione che prima vedevi be?ne, gratis".

Mentre ti scontri con le idiosincrasie informatiche italiane cercando di non farti distrarre dalla tivu' che s'accende da sola, un'amica ti contatta via Skype. Non riesce a far funzionare delle cuffie. Ed e' una delle persone piu' intelligenti che conosci. A questo punto suona un telefono in casa, ma quando alzi la cornetta senti una segreteria telefonica, mentre altri due cordless che hai in casa continuano a suonare. Vai ad alzarli uno per uno per farli smettere.

Esci di casa pensando che l'approccio ad Internet, telefonia ed elettronica in generale e' sempre peculiare, in Italia, ma che almeno le cose migliorano quando c'e' di mezzo il contatto personale.

Beh, perlomeno quello e' vero, a volte. Ma ne parleremo un'altra volta.


Argomenti: informatica, Italia, italianità
Segui i commenti tramite RSS

<< Precedente
Natale 2009: un breve bilancio dell'anno
Successivo >>
ENAC e Ryanair ai ferri corti


Commenti


09/07/2010 11:20:48, Jesolo
Articolo datato ma quanto mai interessante :-)
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Cinque meno tre uguale...