Aerei coi motori che cascano a pezzi? Niente panico!


21/09/2011 | Autore: Redazione VL | 0 commenti

Quando si viaggia in aereo ci si sente meno sicuri che a terra, non e' una novita': starsene per aria ad oltre dieci chilometri da terra dentro un cilindro d'alluminio lascia indifferenti molti viaggiatori, mentre e' fonte di grande preoccupazione per altri. E in alcuni casi tale preoccupazione si manifesta nel timore che l'aereo su cui ci si trova stia cadendo a pezzi, come ha scritto nel forum un lettore che ha scambiato le parti mobili dell'ala di un aereo (flaps, elevoni, slats) per "palette o denti che (...) mi svolazzavano sotto il naso, in un inquietante su e giu'".


I nuovi motori del Boeing 737

Vogliamo quindi mettere in guardia tutti i viaggiatori nei confronti dei motori dei rinnovati Boeing 737, gia' ordinati in 496 esemplari da cinque linee aeree. Le gondole (i contenitori) dei motori di questi velivoli hanno un'estetica poco convenzionale, con delle inconsuete "dentellature" sul bordo posteriore, che possono far pensare che al motore manchi un pezzo. Si tratta in realta' di una caratteristica voluta e studiata in fase di progettazione per ridurre la rumorosita' dei motori.

Tra le linee aeree che utilizzano il Boeing 737 ci sono anche delle compagnie low cost operanti in Europa, compresa Ryanair, azienda che piu' di altre, grazie ai suoi prezzi ridotti, attira passeggeri inesperti in fatto di voli e di aerei. E' a questi passeggeri che ci rivolgiamo in particolare: non abbiate paura, l'aereo su cui siete non sta cadendo a pezzi: e' fatto cosi' per far meno rumore!



Argomenti: aviazione, da paura, tecnologia
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
Suggerimenti della Polizia per viaggiare con cani, gatti e furetti
Successivo
Idraulica britannica: se due rubinetti vi paiono pochi...


Commenti (0)Scrivi

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Quarta e quinta lettera di 'soffitto'


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

14/02/2021: La newsletter, ancora
Iscriversi e disiscriversi alla newsletter e' ora più semplice e NON richiede neppure la creazione di un profilo-utente sul sito: potete iscrivervi col modulo presente al fondo di tutte le pagine del sito.