L'America in coda, il resto del mondo davanti

Non importa se ti svegli presto, sarai sempre tra gli ultimi del pianeta ad alzarsi
14/02/2006 | Autore: Claudio @ VL

Una domanda per chi, come me, vive negli USA: non avete mai la sensazione che, al momento in cui ci alziamo e andiamo in ufficio, il resto del mondo abbia gia' vissuto la giornata e che noi - e gli statunitensi, e i canadesi - si sia in ritardo sul resto del pianeta? Un amico in Australia apre la giornata mandandoci un'email, la famiglia in Italia segue qualche ora dopo, gli amici conosciuti in Inghilterra e Irlanda rispondono un'ora dopo, e poi, cinque ore dopo Londra, arriviamo noi negli USA. Per anni avevo riso della battuta di Bette Midler che prende per il culo gli inglesi ("Quando a New York sono le 9 del sabato sera, a Londra e' ancora il 1938!"), ma ora la vedo al contrario. Uno si alza, magari a Los Angeles, e scopre che "oggi" e' gia' successo di tutto: crollo di borse in Estremo Oriente, mancanza di elettricita' in Cina, terroristi catturati o uccisi in Afghanistan, stragi in Medio Oriente, bird flue e Olimpiadi in Italia, nuova scoperta scientifica in Inghilterra, qualche corporate merging a Wall Street, strage in qualche scuola del Midwest ... e a L.A. sono le sette di mattina! Sembra quasi che il 'modernismo' americano sia dovuto al desiderio di compensare il ritardo dovuto alla time zone.

E a questo punto ecco il piano segreto degli ideologi del Nuovo Secolo Americano: spostare Greenwich (nel senso di GMT) negli USA. Se la giornata inizia qui, sara' il resto del mondo, ad essere in ritardo!

Ieri m'e' capitato qualcosa che ha evidenziato ancora di piu' le differenze di fuso orario: verso l'ora di cena accendo il computer, vedo con Skype che un'amica di famiglia e' sveglia, in Inghilterra, e la chiamo. Chiaccheriamo una quindicina di minuti, poi stacchiamo. Una mezz'ora piu' tardi, tre miei colleghi della filiale di Taipei chiedono di essere aggiunti alla lista dei miei contatti per Skype. L'amica in Inghilterra stava andando a dormire, i colleghi a Taipei s'erano alzati e stavano lavorando (era gia' lunedi', per loro), e noi eravamo davanti alla tv, ad Atlanta, a vederci qualcosa (la versione Disney di Biancaneve, credo, o forse l'episodio di "24" in cui Jack Bauer recupera sua figlia dalle mani di una banda di terroristi mediorientali, non c'era molta differenza).

Gli inglesi amano parlare del tempo, anch'io ...


Argomenti: Stati Uniti, orari
Segui i commenti tramite RSS

Potrebbero interessarti...


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Nove per due uguale...