Le Olimpiadi invernali di Torino viste da Atlanta, USA

Le Olimpiadi arrivano a casa mia, e io sono andato a vivere altrove.
22/02/2006 | Autore: Claudio @ VL | 0 commenti

Mia sorella e' andata a vedere short track e pattinaggio maschile individuale con mia nipote. Il giorno dopo, la bimba (3,5 anni) ha detto "C'e' lo zio sul giornale!". Era Plushenko, un pattinatore russo. Non so neanche che faccia abbia; la mia suppongo. Amici mi dicono che abbia i capelli disordinatamente lunghi e unti e un naso spropositato; forse e' arrivato il momento per una plastica facciale, o quantomeno per una visita al barbiere.

Altri amici sono andati a vedere il curling, l'hockey ed altre competizioni serali ed al coperto; tutti soddisfatti, ed e' un bel risultato: parliamo di persone capaci di scrivere una lettera di protesta ad un giornale per un congiuntivo sbagliato.

Il vedere la Mole, e piazza Vittorio, e il Colle dei Cappuccini, ed il resto, in tv, tutti i giorni, molte volte al giorno (molti sponsor sono americani, alcuni per le Olimpiadi, altri per la nazionale USA), e' esaltante, per me: come vedere la mia citta' al centro del mondo (ahem ... E' PROPRIO COSI'). Mi immagino qualche barot, con camicia a quadretti, gilet rosso, giacca marrone, occhiali con cordino e lenti bifocali, lamentarsi per la gente, il rumore ed il traffico, ma c'e' sempre la voce fuori dal coro, ed in questo caso non ci badero'.
La ciliegina sulla torta e' il fatto di vedere scritto e di sentire sempre il nome della citta' pronunciato 'Torino' anziche' 'Turin', anche al di fuori del trademark 'Torino2006' visibile negli spot pubblicitari degli sponsor. Forse dovrei incacchiarmi perche' in torinese il nome della citta' e' Turin, ma ... let's not find excuses for a fight.

Il medagliere e' interessante: quando gli USA erano in testa per la classifica ufficiale, i media americani NON li mostravano in testa, in quanto usavano il numero totale di medaglie per determinarla.

La classifica ufficiale, visibile su torino2006.org e sul sito della BBC in questo momento, e':

1. Germania 9 8 5
2. Austria  8 5 3
3. USA      7 7 4

Quella della CNN e di altri media americani e':

Nazione Oro Argento Bronzo Totale
DEU 9 8 5 22
USA 7 7 4 18
NOR 2 8 8 18

Come detto piu' sopra, se ora la classifica Made in USA e' piu' pro-USA di quella ufficiale, fino a pochi giorni fa era il contrario. L'attibuire priorita' al numero totale di medaglie, e solo poi al numero di ori /argenti/bronzi, puo' essere parte di un complotto americano basato sulla fiducia nella capacita' di vincere piu' medaglie di tutti.

Un po' di delusione per alcune medaglie possibili e mancate (la Kostner, il fondo), e tanta attesa per lo slalom di sabato 25, in cui una bella medaglia da Giorgio Rocca farebbe piacere. "Bella" significa oro e basta: con tutte le vittorie di quest'anno in Coppa del Mondo, non ci si puo' aspettare di meno.


Argomenti: sport, Piemonte, Atlanta
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
C'e' una Turin anche in Georgia
Successivo
Dal nostro inviato negli USA: elezione del Presidente della Repubblica, scandalo Moggi e altro


Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Cinque meno uno uguale...


Codici consentiti

Avvisi dagli amministratori

03/03/2020: La nostra quieta newsletter
Gli utenti registrati possono abbonarsi alla nostra newsletter per ricevere ogni settimana gli aggiornamenti del sito.