Spiagge di Perhentian, quanto mi mancate!

Nuotare con squali, testuggini e arlecchini di mare
03/12/2012 | Autore: ViaggiareLeggeri

Inverno. Freddo, ghiaccio, neve e - quando va bene - pioggia. Hai presente quando qualcuno parla di stare davanti al caminetto sfogliando album di foto e raccontando storie di viaggi in luoghi lontani? Ecco, questi sono i giorni piu' adatti per fare cosi'. Starsene al calduccio mentre fuori gela, e ripensare ai bei posti visti. Queste foto sono state scattate alle isole Perhentian, in Malesia, e guardandole mi tornano in mente tante piccole cose. La sabbia rovente. I coralli a portata di mano, tanto che devi stare attento a non danneggiarli. I due lucertoloni (water monitor) che sbucano in spiaggia dai cespugli. Gli squali da un metro e mezzo che, quando gli nuoti dietro, devi chiederti se stanno scherzando con te o se stanno per farti un brutto scherzo. La solitudine delle spiagge: anche a settembre, e nonostante i tanti italiani, trovare cento metri di spiaggia deserta e' facile.

La spiaggia di notte


























Argomenti: Malesia, mare e spiaggia, foto, isole
Segui i commenti tramite RSS

Potrebbero interessarti...


Commenti


03/12/2012 09:13:01, andreaG
- molto bella questa baia, e queste foto;
- caro VL, con che mezzo ci sei arrivato?
- di recente, navigando...sul web ho appreso del naufragio avvenuto nelle Filippine nell'agosto 1991, 9 turisti italiani morti perchè incautamente imbarcati su una "piroga" da fiume (con bilanceri), sovraccarica (di persone e bagagli), condotta non da marinai bensì da contadini che si erano improvvisati...imprenditori turistici..., senza salvagenti a bordo, senza razzi e senza radio, insomma persone allo sbaraglio;
- in Malesia rispettano gli standard di sicurezza?
03/12/2012 12:10:00, ViaggiareLeggeri
Ciao Andrea,
Sono arrivato con un motoscafo piuttosto spazioso ma guidato a velocita' un pelino piu' alta di quella che avrei considerato raccomandabile (che poi e' la stessa reazione che ho quando sono in un taxi italiano, quindi non necessariamente indicativa di pericolo imminente); tutti i passeggeri indossavano il giubbotto di salvataggio. Le isole Perhentian sono pero' un'area dedicata al turismo, l'atteggiamento generale delle persone che ho incontrato era molto professionale.

Tieni presente che tutto e' relativo: appena si va a sud e a est, l'attenzione alla sicurezza diminuisce di parecchio rispetto ai livelli europei. In Asia credo che solo Singapore e il Giappone siano all'altezza degli standard occidentali sulla sicurezza in ogni parte del Paese e in ogni ambito sociale. Eppure, anche a Taiwan e a Hong Kong, tutti si allacciano le cinture di sicurezza da tanto tempo, e in Italia il 36% dei guidatori non le usa (link), probabilmente considerandole un'inutile oppressione dell'odioso governo ladro, oppure perche' "tanto guido solo in citta'".

Io mi preoccuperei di piu' dei mini-varani (water monitor, per la loro abitudine - mai osservta da me - di starsene in piedi sulle zampe posteriori ad osservare il piu' vicino specchio d'acqua), che erano lunghi oltre un metro, coda esclusa. Le reazioni di mia moglie e di mia sorella, che hanno meno familiarita' di me con queste simpatiche bestiole, m'hanno quasi fatto sentire coraggioso.
03/12/2012 14:28:46, Mauro
Sinceramente non sarei tranquillo nemmeno io con le due simpatiche lucertole che mi girano intorno, non tanto perchè possano mangiarmi ma quanto per il fatto che un morso di varano di per sè non ti uccide ma ti uccide l'infezione causata dalla carica Batterica che hanno nella bocca questi animali! A parte i due lucertoloni devono essere luoghi veramente incantevoli dove riscopri il contatto con la natura.
03/12/2012 14:38:32, ViaggiareLeggeri
Ciao Mauro,
Non si tratta del Varano di Komodo (che non va in trasferta), queste lucertole non sono velenose. Dai, fatti mordere da loro!

A Singapore ho passato decine di ore (non consecutive) a fotografarli al parco di Pasir Ris, a Sungei Buloh e in altre parti dell'isola che ora non mi vengono in mente. Dovrei magari pubblicare qualche foto di animali esotici come questo e come il Mudskipper venuto da Futurama... ma non questa settimana, che ho in mente un progetto fotografico particolare, gia' iniziato (chiamiamolo provvisoriamente "Spiagge") e con sorpresa finale.
03/12/2012 14:59:53, Mauro
Ok allora se mai mi recherò in queste isole sarò più tranquillo e proverò a tirargli il legnetto come si fa con i cani per vedere se me lo riportano!!!
03/12/2012 15:04:39, ViaggiareLeggeri
Basta che non scodinzolino... le code dei varani, grandi o piccoli che siano, sono sempre pericolose. E - prima che provocare i water monitor diventi un passatempo degli italiani in vacanza nel sud-est asiatico, vorrei precisare che "non velenoso" non significa "non pericoloso". Chiedete a Evander Holyfield se il morso di Mike Tyson gli e' piaciuto...
03/12/2012 15:25:41, andreaG
- sicuramente non apprezzo i varani;
- in Sicilia conviviamo con i "gechi", lucertole NON velenose, dall'aspetto sgradevole che però si nutrono di insetti (quindi tendenzialmente utili);
- non è il massimo trovarsele in casa, quindi è essenziale installare zanzariere (preferibilmente con robusta e fitta maglia metallica)

- anche gli squaletti (!!) da un metro e mezzo NON sono di mio gusto, a questo punto meglio il bagno in piscina
[Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per due uguale...