La Villa della Regina a Torino

Un tesoro nascosto e gratuito
18/05/2013 | Autore: Claudio @ VL

In questi giorni, coi tanti visitatori che raggiungono Torino per il Salone Internazionale del Libro, edifici pubblici e attrazioni turistiche torinesi sono affollati di turisti. Il centro citta', la basilica di Superga, il castello del Valentino, la chiesa della Gran Madre, la palazzina di caccia di Stupinigi e la sua sorella maggiore a Venaria Reale stanno facendo il pieno di visitatori. C'e' pero' una perla che non tutti gli ospiti dell'ex capitale subalpina conoscono: la Villa della Regina, sulle collina dietro la chiesa della Gran Madre.

Progettata intorno al 1615 dall'architetto Ascanio Vitozzi e realizzata dagli architetti Carlo e Amedeo di Castellamonte, la villa, comprendente anche dei vigneti, fu commissionata dal cardinale Maurizio di Savoia che ci ando' a vivere con la giovane moglie, Ludovica Maria di Savoia (36 anni piu' giovane di lui!), sposata a 49 anni dopo aver abbandonato i voti. La villa, inizialmente chiamata Villa Ludovica, assunse in seguito il suo nome attuale, in quanto fu la villa prediletta di due mogli di re sabaudi, Anna Maria di Orléans (sposa di Vittorio Amedeo II) e Maria Antonia Ferdinanda di Spagna (moglie di Vittorio Amedeo III).

Come arrivarci, biglietto, orari ingresso


L'ingresso alla villa e' gratuito. La Villa della Regina e' aperta durante la stagione invernale (dal 1 dicembre al 28 febbraio) dalle 10 alle 16, tutti i giorni tranne il lunedi', con l'ultimo ingresso alle ore 15. Dal dal 1 marzo al 30 novembre la villa e' aperta sempre dal martedì alla domenica, con ingresso dalle 10 alle 18 e ultimo ingresso alle ore 17. Fotografare all'interno della villa e' purtroppo vietato.

La Vasca della Sirena


La Vasca della Sirena, davanti alla villa.




La Villa. Il piazzale, con pianta rettangolare, termina con uno scalone a tenaglia.

Sei grandi statue sormontano il tetto della facciata centrale.


Il 'Gran Rondeau', composto da una doppia scala con fontana centrale, al centro della quale e' piazzata una scultura in marmo del dio Nettuno. Intorno alla fontana (ghiacciata nella foto, scattata nel dicembre 2012) sono 11 statue di divinità fluviali.




Il Belvedere superiore

Il Belvedere superiore, in posizione centrale e al livello piu' alto dellanfiteatro che cinge il giardino dietro la villa. Alla base si trova la Fontana del Mascherone. La cascata a gradini di pietra e' detta Cascatella della Naiade.

Torino e il vigneto







La vasca quadrilobata in marmo che si trova dietro la villa, fotografata dal centro del livello piu' basso del giardino a tre livelli. Intorno, un muro semicircolare circonda il giardino e ospita venti nicchie con statue.








Il cielo torinese in una fresca giornata di dicembre. Sulla destra la Mole Antonelliana.



Argomenti: Torino, edifici, foto, foto Italia
Segui i commenti tramite RSS


<< Precedente
Moto Victory a Cirencester
Successivo >>
93 modi per dire FACCIAMO SESSO in inglese


Commenti


27/02/2019 10:34:43, Gino
Grazie. Proprio un tesoro nascosto!

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due al cubo uguale...


Codici consentiti


Avviso dagli amministratori

15/11/2019: Caricamento foto e creazione gallerie
Sapevi che molti spammer visitano questo sito? A causa loro, la creazione di nuove gallerie fotografiche e il caricamento di nuove foto nel sito è ora limitato agli utenti attivi sul sito, cioè a coloro che hanno inserito commenti nel blog, nel forum o in altre aree del sito.
Avvisi pubblici precedenti