Ho provato lo zaino Big Pack Sprinter 22: non va bene per i pesciolini rossi

Raro ed esotico, ma non ideale nella piovosa Inghilterra
06/11/2015 | Autore: Claudio @ VL

Quest'anno volevo rifare una gita nel Lake District tipo quella dello scorso anno: pullman o treno fino a Penrith, autobus locale fino a una valle, traversata di una collina/montagna e campeggio libero. Ma senza soffrire per il peso eccessivo dello zaino come mi capito' lo scorso anno, quindi ho pensato di alleggerire i componenti principali della mia attrezzatura: zaino, sacco a pelo, tenda e materassino. Il mio zaino Eurohike pesa 1,8 chili, il che non e' un buon inizio, se uno vuole portare non piu' di dieci chili sulle spalle.

Dal ripostiglio salta fuori uno zaino


Un paio d'anni fa mi fecero un regalo inaspettato: uno zaino. Inaspettato perche' ho gia' vari zaini, e non mi aspettavo che qualcuno (i miei cognati taiwanesi) me ne regalasse uno. Si tratta di un Big Pack Sprinter 22, pagato - credo - 3.200 dollari taiwanesi, che al cambio attuale sono circa 90 euro.

Non conosco quest'azienda, per cui ho fatto qualche ricerca: la ditta Big Pack venne fondata in Germania nel 1976, ma nel corso dei decenni successivi la produzione si sposta in Cina, poi c'e' una joint venture con un'azienda cinese, poi viene acquisita da una ditta francese, resta in letargo qualche anno, infine - nel 2010 - pare rinata, con negozi in Cina e a Hong Kong.

Tutta questa pappardella per dire che probabilmente non troverete zaini Big Pack in Europa. Io vi diro' comunque cosa ne penso di questo Sprinter 22.

Cosa avrei voluto scoprire di questo zaino


Che e' come le tasche di Eta Beta, piccolo fuori, ma con spazio senza limiti, dentro.

Che e' leggero come una piuma e, durante le escursioni, ti capita di frequente di girarti verso i tuoi amici e dire "Oddio, ho dimenticato di prendere lo zaino, moriro' disidratato e assiderato e affamato!", per sentirti rispondere "Ce l'hai sulle spalle, scemo, e siamo solo sulle colline dietro Rimini, non sul Pamir".

Che non fa sudare. Neppure una goccia. Neppure dopo dieci ore di marcia nel Pamir o sulle colline dietro Rimini.

Che e' a tenuta stagna assoluta. Metti i compiti delle vacanze dentro lo zaino, te lo metti in spalla e vai a fare un'immersione nella Fossa delle Marianne. Poi, all'inizio del nuovo anno scolastico, quando la prof di matematica ti chiede se hai fatto i compiti delle vacanze, le dici
"Ero pronto a usare la scusa che i compiti non ce li ho perche' mi si erano bagnati tutti i quaderni che avevo nello zaino durante un'immersione nel punto piu' profondo degli oceani della Terra, ma visto che avevo i quaderni in uno zaino a tenuta stagna, non s'e' bagnato niente, per cui ecco qui i compiti, brutta stronza!".


Che per la mia gita nel Lake District questo zaino da 22 litri puo' sostituire il mio robusto e capiente (e pesante) Eurohike Hydro da 60+10 litri.

Cosa ho scoperto, invece: il tempo passa anche per Pamela Anderson. E lo Sprinter 22 non fa miracoli.


Nel senso che la realta' distrugge le speranze assurde (Pamela Anderson che rimane in versione Baywatch, circa 1996) e i desideri irrealizzabili (vedi speranze riguardo allo zaino). In dettaglio:

1) La capienza dello zaino non e' infinita. Anzi, neppure sufficiente


La sera prima di partire per le colline del Lake District ho detto basta, ho svuotato lo zaino Big Pack di tutto il contenuto, che ho riversato nell'altro zaino piu' grande, l'Eurohike Hydro. Perche'?

Sacco a pelo e materassino erano entrati nello Sprinter 22, la tenda era attaccata sotto, con due cinghie che la lasciavano dondolare contro le mie gambe. Fornellino e pentole, minuscoli, avevano trovato posto nello zaino, cosi' come il mio cambio di biancheria. Ma lo zaino era pieno fino a scoppiare, pareva un lottatore di sumo strizzato in una tutina in lycra aderente, e restavano ancora fuori la macchina fotografica (neppure una reflex, solo una m4/3,le mie due mappe OS, la giacca impermeabile, e qualcosa cui siamo tutti abbasanza affezionati: cibo e acqua (per evitare di morire disidratati e affamati sul Pamir, o sulle colline dietro Rimini). A un certo punto devi guardare in faccia la realta': i capelli cadono, Pam Anderson si tiene bene ma il tempo passa anche per lei, e il tuo zaino da 22 litri non e' adatto (con l'attrezzatura che hai, leggera ma non ultraleggera) a sostituire uno zaino piu' capiente. Insistere sarebbe stato like flogging a dead horse.

2) Non e' pesante, per fortuna. Ma e' perche' e piccolo.


OK, non e' piccolo come i daypack che ho visto o usato finora, quelli sono tipici zaini da gita di un giorno, con capienza tra i 10 e i 15 litri, a volte 18. Questo Big Pack pesa un chilo, che e' quasi meta' dello zaino piu' capiente che ho, l'Eurohike Hydra, che pesa 1,8 Kg. E' un bel risparmio di peso, e effettivamente potevo sollevare lo zaino con un dito senza fatica, durante i test iniziali (con tenda, materassino, sacco a pelo e poche altre cose dentro), e in una camminata di venti minuti la sensazione era di avere in spalla uno zainetto piu' leggero. Il che e' presto spiegato: tenda, sacco a pelo e materassino, piu' lo zaino stesso e le poche altre cose che c'erano dentro, pesavano solo sei chili (2,2+1,3+1+1+1kg). Meno di meta' del peso che avevo con me nel Lake District lo scorso anno.

Ottimi gli spallacci, comunque.

3) Computazione igrometrica del volume del sudore. Zero.


Durante le camminate di prova, venti minuti ciascuna, non ho sudato. Nel senso che lo zaino non mi ha fatto sudare. Vedi sopra per i commenti sulla limitata capienza, che rende difficile caricare le cose che volevo portare.

Ottimi gli spallacci, comunque. Lo so, l'ho gia' detto, lo ripeto per quelli del loggione, che potrebbero non aver sentito.

4) Lo zaino Big Pack Sprinter 22 e' a tenuta stagna? No. E' impermeabile? No.


Lo zaino Sprinter 22 nel nostro laboratorioNon proprio una sorpresa. Se riempi lo Sprinter 22 d'acqua e ci metti dentro i tuoi pesciolini rossi, ci vorra' qualche ora, ma l'acqua uscira' completamente. Se invece sei un normale escursionista e non un torturatore di pesciolini rossi, scoprirai che le cose che hai messo dentro lo zaino si bagnano. Mi ha sorpreso la presenza di cerniere nastrate nelle tasche laterali, considerato che il materiale delle tasche - e del resto dello zaino - non e' impermeabile. Come avere un giardino circondato da una bassa staccionata, ma con una porta blindata per entrare.

Le prove sono state fatte con una camminata sotto la pioggia nella brughiera dietro casa sotto una lieve pioggia. Troppo lieve e discontinua. Alla fine ho piazzato lo zaino in giardino durante un pomeriggio di quelli tipicamente inglesi, con pioggia leggera ma continua, e ho finalmente scoperto quello che sapete: che questo zaino e' adatto per dire alla prof di matematica, il primo giorno di scuola:
I compiti delle vacanze? Li avevo nello zaino, ma ho fatto una passeggiata sulle colline dietro a Rimini e si sono bagnati tutti, le mie brillanti equazioni erano illeggibili e ho dovuto buttare via tutto.
Ecco, le porto il diario.


Conclusioni


Bello zaino. Non pesa troppo. Ottimi gli spallacci. Peccato sia uno zaino costosetto e, soprattutto, non impermeabile. Non lo consiglierei.

Qualche dato tecnico sullo zaino Big Pack Sprinter 22


1 kg, 22 litri

Vani e tasche:
- tasca superiore, non impermeabile
- tasca/vano principale, non impermeabile
- tasca per documenti con zip, nel vano principale, forse impermeabile (o quantomeno protetta dal resto dello zaino, quindi ci vorra' un po' perche' l'acqua vi ci si infiltri).
- tasca con elastico nel vano principale, forse impermeabile, lunga quasi quanto l'intero vano principale
- 2 tasche laterali. Sono capienti (sono lunghe quasi quanto lo zaino), ma non sono estraibili, quindi quando vengono riempite rubano spazio agli oggetti nel vano principale. Le cerniere sono nastrate, ma queste tasche non sono impermeabili per via del materiale esterno dello zaino.
- 1 cinghia per chiusura vano principale, che contribuisce alla relativa leggerezza dello zaino (due cinghie che costituiscono la dotazione piu' comune per zaini di queste dimensioni).
- Spallacci regolabili e imbottiti (anche se poco).
- Cintura e fascia toracica senza imbottitura.
- Varie asole per agganciare oggetti vari, o per infilare i bastoncini da trekking.
- Niente cinghie per il trasporto esterno di tenda/sacco a pelo/materassino. Non rientra nella vocazione di questo zaino, destinato a escursioni di un giorno.
Prezzo (nel 2012): 3200 TWD, cioe' 90 euro.
Niente cinghie svolazzanti.

Disclaimer: nessun animali e' stato maltrattato nella prova di questo zaino. Non possiedo pesciolini rossi, se non nella mia immaginazione.


Argomenti: zaini e borse, recensioni, attrezzatura, acquisti
Segui i commenti tramite RSS

Potrebbero interessarti...


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Se e' canadese, viene dal ...