Montagna, Lake District, Fiction

La tetra leggenda del sinistro sorriso di pietra del Monte Senza Nome del Lake District

Una storia da paura

di Claudio @ VL, 21 dicembre 2015 | Tempo lettura 4' | 1 commenti | Commenta

"C'era una volta una montagna in Inghilterra..."

"Ma zio, non ci sono montagne in Inghilterra! Devi andare almeno almeno in Scozia per vederne una!"

"Di montagne ce ne sono, in Inghilterra, sono solo un po' meno alte di quelle scozzesi, e molto meno alte di quelle italiane. Le trovi in un posto chiamato Il Magico Distretto Dei Laghi!

"Questa te la sei inventata..."

"No, giuro, questo posto esiste. Ora posso continuare?"

"Vabbe'"

"C'era una volta una montagna in Inghilterra. Non aveva un nome, forse perche' a nessuno era venuto in mente di dargliene uno, quindi la chiameremo la Montagna Senza Nome.
La Montagna Senza Nome non aveva niente di speciale, anzi, pareva una collina, con la cima arrotondata da milioni di anni di vento, pioggia, erosione. Magari una volta era spigolosa, alta e appuntita, tipo le montagne che trovi sulle Alpi o sull'Himalaya. Ma di quei tempi la montagna si ricordava appena."

"Una montagna che ha ricordi? E che e', una persona?"

"E' una montagna speciale. La gente delle valli li' vicino crede che la Montagna Senza Nome abbia una sua personalita'. Gli abitanti di Patterdale e Glenridding, da cui si prendono due dei sentieri che portano in cima a quella montagna, ne hanno anche un po' paura. Una volta c'era una miniera, sulla montagna, ma venne chiusa per qualche motivo misterioso negli anni Sessanta."

"Come, misterioso?"

"La motivazione ufficiale della chiusura e' l'esaurimento dei minerali che venivano estratti, ma la gente dei due villaggi diceva che i minatori, quando scendevano nei pub a valle a mangiare e a bere, raccontavano altre storie."

"Vabbe', ma quelli bevevano, poi ci credo che raccontavano storie!"

"A volte le raccontavano anche prima di bere. Dicevano che c'era ancora tanto ferro, e piombo, e altri metalli, nella montagna. Persino troppi. Ma dicevano che c'era anche altro, in quella montagna. C'erano rumori strani."

"Tipo?"

"Tipo dei lamenti. Quando la miniera era operativa, ogni volta che i macchinari rompevano la roccia e estraevano qualcosa, si sentiva un rumore, dentro i tunnel poco illuminati della miniera. Come un gemito. Tanti minatori pensavano che fosse la montagna che si lamentava. Venivano trattati come pazzi. Come quel tizio di Independence Day che viene preso in giro dagli altri contadini perche' dice che gli alieni l'avevano rapito. Poveri minatori."

"Ma erano pazzi!?!"

"Per gli altri, per quelli che in miniera non ci sono mai stati, 'sti minatori erano pazzi, si'. Ma come fai a dare del pazzo a qualcuno che dice che la montagna e' viva e si lamenta quando le strappi un pezzo di roccia, la sua carne... quello e' pazzo gia' prima, gia' al momento di accettare di scendere in miniera, nella pancia della montagna! Tu non avresti paura?"

"Io non ci vado in miniera. Sono una femmina!"

"Ti conviene studiare sul serio per l'esame di terza media, allora. Comunque, la miniera venne chiusa, la direzione disse che era perche' non c'era piu' niente da estrarre, ma in realta' pare che nessuno volesse piu' scendere a lavorare in quella miniera. Avevano paura."

"Non c'erano gli immigrati? Avevi detto che vengono pagati poco per fare i lavori che non vogliamo fare, ce ne saranno stati anche a quei tempi, giusto?"

"Brava te. Si', c'erano gli immigrati, ma i proprietari della miniera non avevano una pagina su Facebook su cui segnalare che cercavano gente, e non e' che le notizie girassero cosi' rapidamente, a quei tempi. Magari hanno cercato e non hanno trovato nessuno."

"E poi? Tutto qui?"

"Quasi. La miniera venne chiusa, tutti i macchinari vennero rimossi, gli ingressi vennero sbarrati, sulle strade che portavano agli ingressi comincio' a ricrescere l'erba, e poi la gente che non sapeva della miniera inizio' a visitare la Montagna Senza Nome cosi', per farsi una camminata, come quando noi andiamo a Monpantero. E poi qualcuno vide qualcosa. Una faccia. Tante facce. Sulla Montagna Senza Nome comparvero facce fatte di roccia. La montagna sorrideva."

"Sicuro che non c'erano dei Transformers che cercavano di venire fuori?"






Di Claudio @ VL, 21 dicembre 2015 | Tempo lettura 4' | 1 commenti | Scrivi
Altri articoli in Montagna, Lake District, Fiction

©2004, 2019 ViaggiareLeggeri.com. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.




Feed RSS del blog Vuoi essere avvisato dei nuovi articoli? Clicca qui!

PUBBLICITÀ

Queste pagine potrebbero interessarti


Vuoi essere aggiornato?

Se vuoi essere avvisato quando ci saranno nuovi commenti, registrati!

Commenti (1)

Scrivi
Il 23-12-2015 alle 17:49, Jonathan65 ha scritto:

Dura essere zio fantasioso all'epoca di Facebook, google e smartphone eeh?!?!

Il tuo commento 

Aggiungi un commento a La tetra leggenda del sinistro sorriso di pietra del Monte Senza Nome del Lake District

Nome (obbligatorio)
Email (obbligatoria, non verra' pubblicata)
Sito internet (facoltativo)


Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Sette meno quattro uguale...





Prima di salvare il tuo messaggio, usa il buon senso... e se hai dei dubbi, leggi il decalogo per chi scrive nel forum
 

Per abbellire il tuo messaggio, usa questi comandi 
Se digiti... comparirà
[b]grassetto[/b] grassetto
[i]corsivo[/i] corsivo
[u]sottolineato[/u] sottolineato
[s]sbarrato[/s] sbarrato
[size=14]Testo alto 14 punti[/size] Testo alto 14 punti
[color=red]Testo rosso[/color] Testo rosso
[mail]io@email.com[/mail] io@email.com
[url]http://www.viaggiareleggeri.com[/url] http://www.viaggiareleggeri.com
[url=http://www.viaggiareleggeri.com]sito[/url] sito
[list][*]Primo punto della lista[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  • Primo punto della lista
  • Secondo punto
  • Terzo punto
[list=1][*]Primo punto della lista numerata[*]Secondo punto[*]Terzo punto[/list]
  1. Primo punto della lista numerata
  2. Secondo punto
  3. Terzo punto
[quote]Nel mezzo del cammin di nostra vita[/quote]
Nel mezzo del cammin di nostra vita
[foto]http://www.viaggiareleggeri.com/galleryPics/2634.jpg[/foto] Foto



Permalink: La tetra leggenda del sinistro sorriso di pietra del Monte Senza Nome del Lake District