Viaggio a Taiwan 2016, 1° giorno: da Londra a Taipei

Da Londra a Taipei passando per Bangkok. Poi si mangia.
17/10/2016 | Autore: Claudio @ VL

Partenza da Londra sabato sera col volo Eva Air delle 21,50, prima tratta Londra-Bangkok della durata di oltre 11 ore, poi sosta nella capitale tailandese per il cambio equipaggio, seguita da una seconda tratta Bangkok-Taipei di quasi 4 ore. Tutto fila liscio, compreso il mio test per scoprire cosa bisogna fare quando si perde la carta d'imbarco. Mia moglie disapprova.

Cena (o colazione?) su un volo Eva AirDurante i due voli Eva Air ci viene portato da mangiare quattro volte, il mio stomaco non sa piu' se sia ora di fare colazione, pranzo o cena. Sorprendentemene buono il vino rosso, purtroppo non italiano.

Film visti in volo: "Star Trek Beyond", che e' piaciuto a tanti, ma che secondo me non riesce a catturare lo spirito della serie originale (quella con Shatner, Nimoy, Kelley, Takei e gli altri). Mi riprometto di scrivere un post sulla parola scozzese "lassie".
Poi "Free State of Jones", bello e coinvolgente. Ecco la trama: un attore considerato "leggero" da' una sterzata alla propria carriera e conquista un Oscar, e poi - visto che l'appetito vien mangiando - decide di vincere una seconda statuetta. E io ripenso con nostalgia a capolavori come Surfer, Dude.
Infine "Moneyball", con Brad Pitt, Jonah Hill, Philip Seymour Hoffman e altri. Bel film, credo, ma i dialoghi di Pitt come GM della squadra di baseball mi paiono stantii, e l'enfasi sull'importanza delle statistiche nel baseball mi pare poco originale: da profano, una delle poche cose che so sul baseball e' che i tifosi passano la partita a scrivere note sulle statistiche dei giocatori. Finiro' di vederlo sul volo di ritorno, visto che siamo atterrati a Taipei prima della sua fine.

I sistemi di intrattenimento di bordo offrono anche musica (video musicali, o forse sono concerti, sto solo esplorando quest'area dell'inflight entertainment offerto da Eva Air), non solo film. E la quantita' di musica pop italiana recente e' inusuale: riconosco solo Pausini e Arisa, ma ci sono un'altra mezza dozzina di artisti italiani, cosa che non succederebbe su un volo Singapore Airlines o BA. Continuo a pensare che i gusti italiani e quelli taiwanesi si somiglino in modo innaturale.

Arriviamo a Taipei verso le 22 di domenica sera, e infatti nel titolo di questo post volevo usare l'espressione "giorno zero": si perde un giorno in viaggio, quando si vola a Taiwan o verso altre destinazioni in quest'area.

Lunga coda al controllo documenti per stranieri. Vengono prese le impronte tramite scanner tipo quelli usati negli aeroporti USA, ma i miei indici rifiutano di rispondere all'appello: finalmente il tizio allo sportello mi dice "Oh ... let's try with the thumbs ..." e fila tutto liscio.

Ad attendermi in aeroporto ci sono tre nipoti di mia moglie (e miei) con una bella Toyota ibrida che mi pare troppo piccola per cinque adulti, due valige e due trolley. Ma "volere e' potere" funziona anche a Taiwan, e arriviamo a Taoyuan senza problemi e senza neppure stringerci, in auto.

"Bubble tea?", mi chiede uno dei nipoti, che conosce le cose che apprezzo. "Surprise me", gli rispondo, chiedendo qualcosa di simile ma differente. Sono solo le 11 di sera, lui parcheggia in una zona piena di chioschi alimentari ancora aperti, e entriamo in un piccolo ristorante come ce ne sono a migliaia a Taiwan. E' pieno e arriva gente, eppure e' domenica sera. Mangiamo pollo fritto e omelette alle ostriche, roba leggera. Bevo del bubble coffee che cerchero' di dimenticare, ma almeno ora so che non mi piace (non piace neppure ai nipoti, che hanno deciso di provarlo con me). Usciamo dal ristorante, i chioschi sono ancora aperti. Prima o poi provero' a uscire di casa durante la notte per vedere se riesco a mangiare alle tre o alle quattro, a Taiwan...

Arriviamo a casa dei parenti di mia moglie che ci ospiteranno questa sera. Soliti cinque piani di scale (ne avevo scritto in passato ma non trovo il post), solita calorosa accoglienza quando arriviamo in cima. Parliamo per quasi un'ora, e rifiuto il piu' cortesemente possibile il cibo che mi viene offerto (e' solo mezzanotte, e a Taiwan si mangia di continuo), faccio la doccia e vado a dormire. E' un'umida notte taiwanese, accendiamo il ventilatore, metto i tappi Eva Air nelle orecchie, cerco una posizione ragionevole sul bizzarro cuscino (ortopedico o alieno?) e provo a dormire, il mio corpo non sa neppure piu' che ora sia.

Domani mattinata tranquilla, nel tardo pomeriggio raggiungeremo le isole Matsu, dove speriamo di vedere, tra le altre cose, il mare illuminato da pesci luminescenti (se avete visto Vita di Pi sapete esattamente di cosa parlo: la scena della balena che sguazza intorno alla barca di Pi, in un mare notturno illuminato di blu intenso).



Prezzi


- Biglietto autobus singolo Stanwell Moor - Heathrow: £2,20
- Cena: circa £30 per 1 pizza 4 formaggi, 1 Eggs Royale, 1 birra Wild Weather Sondowner. Ristorante The Perfectionists' Café all'aeroporto di Heathrow, T2.
- Biglietto aereo a/r Londra-Taipei: circa £550
Cambio: 1 sterlina = 1 euro



Argomenti: Taiwan, appunti di viaggio, destinazioni, film visti in volo
Segui i commenti tramite RSS

Potrebbero interessarti...


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Due per due uguale...