Abbonamenti mensili per volare con Surf Air

Il futuro dei biglietti aerei è una tessera come quella del tram?
26/06/2017 | Autore: ViaggiareLeggeri

Le novita' sono una cosa buona. Se non fossero comparse sul mercato le linee aeree low cost, un volo da Milano a Parigin, Londra o Berlino costerebbe sei-settecento euro, e i 250.000 italiani residenti a Londra tornerebbero a visitare i parenti solo a Natale. Se Internet non fosse diventata uno strumento di lavoro e di ricerca cosi' importante, saremmo ancora alla merce' delle offerte delle agenzie viaggi per organizzare le nostre vacanze.

E ora forse e' arrivata un'altra novita' nel settore dei viaggi: anziche' acquistare un biglietto aereo, si paga un abbonamento mensile e si vola quanto si vuole. La linea aerea si chiama Surf Air, opera da tre anni negli Stati Uniti, e da qualche giorno vola da Londra (Luton Airport) a Ibiza. Da luglio verra' aggiunta Cannes, e a settembre la compagnia iniziera' ad operare verso Milano, Zurigo, Monaco e Lussemburgo. Ulteriori rotte sono previste per il 2018.

Surf Air non compete con le linee low cost, l'abbonamento mensile costa 1.750 sterline (2.000 euro), e probabilmente non e' la linea aerea adatta a rendere popolari i "voli con abbonamento": ha un solo aereo con 8 (otto) posti a sedere, e il suo target ha piu' soldi che tempo, ed e' pronto a spendere per risparmiare tempo e stress.

Ammesso che Surf Air metta in pratica quel che promette, queste sono le sue idee che potrebbero essere implementate da altre linee aeree:

1) Terminali secondari o privati per facilitare il parcheggio e ridurre lo stress. Stansted e Orio al Serio sono ormai aeroporti trafficati, il futuro e' di Levaldigi o di altri aeroporti di piccole dimensioni.

2) 15 minuti tra arrivo in aeroporto e decollo, questa e' la promessa di Surf Air. La registrazione dei passeggeri (necessaria per l'abbonamento) permette alla linea aerea di svolgere alcuni controlli di sicurezza in anticipo. Per dire: il controllo dell'identita' tramite impronte digitali o iride non sarebbe impossibile.

3) Gli abbonamenti permettono alla linea aerea di ottenere capitale in anticipo, il che facilita la gestione finanziaria e il reinvestimento dei capitali. La linea aerea puo' crescere in fretta.

4) Risparmiare 2 ore per ciascun volo, ecco una promessa di Surf Air che potrebbe rendere la sua proposta commerciale competitiva nei confronti di altre apparentemente piu' economiche. Su certe rotte, risparmiare due ore (tra parcheggio, controlli di sicurezza e attesa per il volo) permetterebbe di evitare un pernottamento in albergo.

Come dicevamo poco fa, il business model di Surf Air non sembra il piu' adatto a rendere popolari i "voli con abbonamento", ma ci sono altre linee aeree che stanno lavorando a soluzioni simili e piu' abbordabili: Eurowings, per esempio, offre a 699 euro la tessera Flightpass, per dieci voli interni in Germania.



Link: Independent
Argomenti: linee aeree, biglietti, pagamenti
Segui i commenti tramite RSS

Commenti

Non ci sono ancora commenti. Vuoi iniziare tu? [Mostra aiuto]

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Cinque per due uguale...