Ryanair e Wizz Air multate per scarsa trasparenza

Regole sui bagagli poco chiare? Non sono solo i passeggeri a pagare
23/02/2019 | Autore: Redazione VL

Negli ultimi tempi Ryanair ha modificato più volte le regole per il trasporto dei bagagli dei passeggeri. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM, o "Antitrust") ha deciso che la confusione è arrivata ad un livello inaccettabile ed ha multato Ryanair per 3 milioni di euro per la scarsa trasparenza del regolamento bagagli. La compagnia aerea ungherese Wizz Air (operante anch'essa in Italia) ha regole altrettanto opache ed è stata multata per 1 milione di euro.

C'è da aspettarsi che le due compagnie aeree multate modifichino e chiarifichino i propri regolamenti, ma molti viaggiatori speravano in qualcosa di più e di differente, che l'AGCM non può dare: un pronunciamento a favore del "diritto al bagaglio a bordo", e al diritto a certi servizi minimi.

Ryanair - e altre linee aeree - stanno muovendosi nella direzione di 1 biglietto per trasportare un essere umano da x a Y, il resto si paga, che siano i bagagli che desideriamo imbarcare o - prima o poi - giacconi particolarmente ingombranti, o l'uso dei servizi a bordo (e con 1 bagno ogni 67 passeggeri, non saranno in pochi ad acquistare un biglietto con Toilet Priority).


Argomenti: entrate ausiliarie, Ryanair, multe, bagaglio a mano, linee aeree
Segui i commenti tramite RSS


<< Precedente
Effetti inaspettati di Brexit: uffici sporchi
Successivo >>
Coda allo stabilimento Guinness a Dublino


Commenti

Non ci sono ancora commenti. Dicci cosa ne pensi, dài!

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Terza e sesta lettera di 'soffitto'


Codici consentiti


Avviso dagli amministratori

15/11/2019: Caricamento foto e creazione gallerie
Sapevi che molti spammer visitano questo sito? A causa loro, la creazione di nuove gallerie fotografiche e il caricamento di nuove foto nel sito è ora limitato agli utenti attivi sul sito, cioè a coloro che hanno inserito commenti nel blog, nel forum o in altre aree del sito.
Avvisi pubblici precedenti