Aeroflot e il gattone

Anche i felini possono avere problemi di peso
13/11/2019 | Autore: Redazione VL

Ci sono storie che potrebbero essere viste da tanti punti di vista differenti, e che potrebbero avere un'infinità di titoli alternativi. Noi abbiamo optato per un semplice "Aeroflot e il gattone", ma questa storia potrebbe anche intitolarsi

- Gatto ingrassa, perde il volo, poi parte lo stesso (ma c'è il trucco)
- Il gatto Viktor e la sua controfigura
- Se ti vanti online, qualcuno se ne accorgerà
- Discriminazioni verso i gatti diversamente magri
- Un gatto può sopravvivere in stiva per otto ore durante un volo?
- Passeggero furbetto imbarca gatto sovrappeso, Aeroflot gli toglie i punti
- L'aeroporto Sheremetyevo Alexander S. Pushkin di Mosca non è per niente sicuro

La storia è questa: Mikhail acquista un biglietto per un volo Riga-Mosca-Vladivostok con Aeroflot, e il suo gatto Viktor viaggia con lui come bagaglio a mano. All'imbarco a Riga non ci sono problemi. Al re-imbarco a Mosca, invece, il gatto viene trovato sovrappeso: pesa dieci chili e il limite di peso della Aeroflot per gli animali domestici in cabina è di otto chili. Il personale dell'imbarco informa Mikhail che il paffuto Viktor dovrà viaggiare in stiva; Mikhail, preoccupato per il suo gatto in stiva per otto ore, non accetta, e rimanda di un giorno la partenza per Vladivostok.

Il giorno dopo si presenta in aeroporto con un gatto differente, supera senza problemi il controllo del peso del felino, lo scambia di nuovo con Viktor e sale a bordo di un altro volo della linea aerea russa verso Vladivostok, felice e contento per essere riuscito a partire col suo peloso amico a quattro zampe. Cosi' felice che decide di raccontare quest'avventura su Facebook, dove qualcuno della Aeroflot legge il tutto, va a controllare le telecamere a circuito chiuso dell'aeroporto di Mosca e verifica che c'è davvero stato uno scambio di gatti.

A questo punto Aeroflot punisce Mikhail togliendogli tutti i punti del programma Aeroflot Bonus. Ma a noi pare che la cosa più interessante emersa dalla storia di Mikhail e Viktor è che alla fine questo gatto sovrappeso è probabilmente salito a bordo senza superare alcun controllo: avrebbe potuto avere delle capsule di droga nello stomaco o magari persino dell'esplosivo.

Forse i sistemi di sicurezza dell'aeroporto Sheremetyevo Alexander S. Pushkin di Mosca andrebbero rivisti...




Link: https://www.bbc.co.uk/news/world-europe-50398672
Argomenti: gatti, Russia, bagaglio a mano, pesi e misure, Aeroflot
Segui i commenti tramite RSS


Precedente
È uno scooter o un sidecar?
Successivo
Parrocchetto selvatico inglese


Commenti

Non ci sono ancora commenti.

Domanda di verifica

Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
La capitale olandese si chiama ...


Codici consentiti